Valutazione DS: tempo di Piano regionale

notizie-scuola_logo2

Notizie della scuola,  27.10.2016

Entro dicembre 2016 i Direttori degli UU.SS.RR. sono tenuti ad adottare e pubblicare il Piano regionale di valutazione, a carattere annuale, previsto dalla Direttiva n. 36/2016 sulla valutazione dei dirigenti scolastici. Le indicazioni Miur, con specifico riferimento alla costituzione dei Nuclei di valutazione.

ds-valutazione5

Con nota 21 ottobre 2016 il Miur fornisce alcune indicazioni e orientamenti comuni da seguire a livello nazionale per la definizione e la pubblicazione del Piano. Gli UU.SS.RR. utilizzeranno il format predisposto all’interno del Portale del Sistema Nazionale di Valutazione che, secondo quanto stabilito dalla Direttiva, è composto da tre sezioni:

  1. gli obiettivi regionali;
  2. la relazione sullo stato del sistema di valutazione;
  3. i Nuclei di valutazione.

In particolare la nota si sofferma su numero e composizione dei Nuclei di valutazione da attivare presso l’USR. La composizione dei Nuclei sarà pubblica, mentre le altre funzioni saranno riservate al Direttore USR e al Coordinatore del servizio ispettivo.

Il numero dei Nuclei da costituire è correlato con il numero dei Dirigenti scolastici in servizio. Al fine di permettere una distribuzione dei carichi di lavoro sostenibile e rendere il più possibile uniforme il sistema di valutazione, si evidenzia la necessità di prevedere l’assegnazione ad ogni Nucleo di massimo 50 Dirigenti scolastici da valutare.

I Direttori USR, entro dicembre 2016, individueranno, tramite avviso pubblico, i coordinatori e gli altri due componenti dei Nuclei regionali. È opportuno che i Direttori USR individuino un numero di componenti superiore al necessario, in modo da poter far fronte ad eventuali sostituzioni in caso di necessità contingenti.

È preferibile che le suddette figure abbiano svolto attività di formazione presso Università e/o Enti accreditati dal MIUR inerenti il tema della valutazione e abbiano maturato esperienze accreditate di valutazione in progetti nazionali per il miglioramento e la qualità del servizio.

In particolare i coordinatori vanno individuati tra le seguenti figure in ordine di priorità:

  • Dirigenti tecnici (anche dell’Amministrazione centrale che abbiano dato la loro disponibilità);
  • Dirigenti amministrativi;
  • Dirigenti tecnici o scolastici in quiescenza (da non oltre tre anni);
  • Dirigenti scolastici utilizzati ai sensi della L. 448/98 nell’USR di appartenenza o presso l’Amministrazione centrale;
  • Dirigenti scolastici.

La Direttiva contempla la possibilità che anche i Dirigenti scolastici svolgano il ruolo di coordinatori dei Nuclei, ma si ritiene che un Dirigente in servizio, o addirittura con reggenza, difficilmente possa assumere questo incarico senza venir meno ai compiti specifici e prioritari presso la scuola che dirige. Ad ogni modo, se un Direttore USR volesse conferire l’incarico di coordinatore ad un Dirigente scolastico in servizio, dovrà porre attenzione ai tempi e all’appartenenza territoriale, prevedendo, per quanto possibile, l’utilizzo di Dirigenti in servizio in altra Regione.

Almeno un componente del Nucleo dev’essere, ai sensi dell’art. 9 della Direttiva, un Dirigente scolastico, anche in quiescenza da non oltre tre anni. È opportuno che il Dirigente scolastico componente del Nucleo non sia dello stesso ambito territoriale del Dirigente valutato.

Entro gennaio 2017 il Coordinatore del servizio ispettivo effettuerà anche la proposta in merito agli abbinamenti dei Nuclei con i Dirigenti scolastici da valutare in relazione alla durata dell’incarico e la previsione del piano delle visite, da presentare al Direttore USR e da inserire, dopo l’approvazione, nella sezione riservata del Piano di valutazione. Nel piano delle visite annuali devono necessariamente rientrare i Dirigenti che non hanno raggiunto gli obiettivi nell’anno precedente, i Dirigenti che non hanno ricevuto nessuna visita negli ultimi due anni e una percentuale di visite casuali.

Per la formazione di tutti i componenti dei Nuclei di valutazione il MIUR si avvarrà delle competenze dell’INVALSI. Entro dicembre 2016 verrà presentata la Nota congiunta MIUR/INVALSI per il Piano di Formazione dei Nuclei di valutazione. Inoltre è opportuno che ogni Direttore USR promuova entro gennaio 2017 una prima informazione sulla partenza del sistema di valutazione per tutti i Dirigenti scolastici in servizio.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl