Riforma istruzione professionale, 264 ore biennio personalizzabili: impoverimento formazione generale?

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 19.3.2017

– Il decreto, attuativo della legge n 107/2015, trasmesso in Parlamento con Atto del Governo n. 379 “Schema di decreto legislativo recante revisione dei percorsi dell’istruzione professionale, nel rispetto dell’articolo 117 della Costituzione, nonché raccordo con i percorsi dell’istruzione e formazione professionale”, ha ottenuto il parere favorevole delle competenti commissioni parlamentari.

Tra le novità introdotte dal decreto, ricordiamo quella relativa alla flessibilità dei percorsi, introdotta dagli articoli 4 e 6 del medesimo.

L’articolo 4, in particolare, prevede che nel primo biennio è possibile personalizzare sino a 264 ore, nell’ambito delle 2112 ore complessive. La quota di 264 ore può comprendere anche percorsi di alternanza scuola-lavoro.

L’articolo 6, invece, prevede che le scuole possono utilizzare la quota del 20% dell’orario complessivo del biennio, nonché dell’orario complessivo del triennio, per il perseguimento degli obiettivi di apprendimento relativi al profilo di uscita di ciascun indirizzo di studio e per potenziare gli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti, con particolare riferimento alle attività di laboratorio, sulla base dei criteri generali e delle indicazioni contenuti nel Profilo educativo, culturale e professionale, nell’ambito dell’organico dell’autonomia.

Tali previsione, in particolare quella introdotta dal summenzionato articolo 4, fa presagire una riduzione del monte ore, dedicato alle materie non di indirizzo (italiano, matematica, diritto…), con il conseguente impoverimento della formazione generale degli studenti.

Così, come abbiamo già riferito, ha commentato l’USB la novità: “Fino a 264 ore del biennio potranno essere “personalizzate” o anche, dal secondo anno, sostituite da attività di alternanza scuola-lavoro o contratti di apprendistato. Come è facile immaginare, questo comporterà la perdita di ore delle discipline non di indirizzo (italiano, matematica, diritto ecc.) impoverendo il percorso di istruzione professionale già minato dalle precedenti riforme (Fioroni e Gelmini) che hanno tagliato in maniera pesante anche le ore di laboratorio.”

.

Riforma istruzione professionale, 264 ore biennio personalizzabili: impoverimento formazione generale? ultima modifica: 2017-03-19T14:48:38+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl