Categorie: Stampa

Allarme Cisl. E la Gilda rilancia il «preside elettivo»

di Cl.T.  Il Sole 24 Ore, 4.7.2019 

 – Scuola: a settembre quasi 3mila scuole senza dirigente –

L’annullamento da parte del Tar Lazio del concorso per i dirigenti scolastici rischia di portare la scuola italiana al collasso nel prossimo anno scolastico, continuando ad alimentare il sistema delle reggenze che si moltiplicheranno anche per effetto dei pensionamenti. Dopo questa ennesima prova di inefficienza nella gestione dei concorsi pubblici da parte del Miur chiediamo a Governo e Parlamento di riformare profondamente la governance della scuola. Lo chiedono, un pò in coro, tutti i sindacati della scuola.

Le reazioni dei sindacati
La Gilda degli insegnanti, inoltre, rilancia una sua proposta storica: introdurre la figura del “preside elettivo” che deve essere nominato dal collegio dei docenti e al quale va affidata l’organizzazione della didattica.

Il punto, aggiunge Maddalena Gissi della Cisl Scuola, è che i concorsi nella scuola «si dimostrano sempre più vulnerabili. È inevitabile essere preoccupati per le conseguenze che si potrebbero avere dal 1 settembre; nelle scuole potrebbero mancare quasi 3mila dirigenti su 8.300 istituzioni».

Dell’esito delle sentenze non si può che prendere atto, evidenza la Uil Scuola: «Chiediamo, però, l’immediato intervento del ministro e di tutto il suo staff affinché intervenga per garantire i diritti di tutti i candidati, nessuno escluso, attuando tutte le necessarie iniziative volte a garantire una trasparenza, serietà ed effettiva verifica delle procedure concorsuali, anche attraverso un (ri)esame di tutta la procedura concorsuale».

Preoccupazione è stata espressa anche dalla Flc Cgil: «Se fosse confermata in appello, la sentenza (del Tar Lazio) avrebbe conseguenze gravissime per il sistema scolastico e per i legittimi interessi di migliaia di docenti che hanno affrontato un percorso estremamente complesso e difficile. Presenteremo immediatamente una richiesta di incontro urgente con il ministro Bussetti». Sulla stessa lunghezza d’onda lo Snals Confsal: «Siamo preoccupati per gli sviluppi della situazione scaturita dalla sentenza del Tar. Chiederemo quanto prima insieme a Cgil, Cisl e Uil un urgente incontro al ministro per i chiarimenti del caso e per conoscere le immediate azioni che il Miur intende porre in essere».

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Allarme Cisl. E la Gilda rilancia il «preside elettivo» ultima modifica: 2019-07-04T06:55:32+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

DaD: mancano all’appello un milione e 600mila studenti

di Aldo Domenico Ficara, Regolarità e Trasparenza nella Scuola, 29.2.2020 - I numeri snocciolati in…

3 ore fa

Della didattica e della giusta distanza

di Alessandra Condito, Educazione & Scuola, 28.3.2020 Da settimane non si fa altro che parlare, come…

9 ore fa

Alcune note sulla didattica a distanza

di di Stefano Stefanel, Scuola Oggi, 28.3.2020 - La didattica a distanza è una Didattica…

11 ore fa

Perché è illegittimo far firmare sui registri elettronici

Prof. Franco Labella,  DirittoScolastico.it, 28.3.2020 - Lo scopo di queste note non è alimentare conflitti…

12 ore fa

Coronavirus. Indicazioni operative per le Istituzioni scolastiche ed educative

di Luigi Rovelli, Scuola in Forma, 28.3.2020 - Nota Miur del 28 marzo su Decreto…

13 ore fa

Mobilità 2020, si parte con la domanda dei docenti

di Lucio Ficara, La Tecnica della scuola, 28.3.2020 - VIDEO sulla compilazione della sezione Anzianità del…

13 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy