Assegnazioni & utilizzi. Domande dal 9 a 20 luglio

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, aggiornato il 23.6.2019

– Le domande dovranno essere inoltrate tramite Istanze on line,

ma in formato cartaceo solo per i licei musicali e i docenti FIT nominati entro il 31.8.2018  –

Relativamente al personale docente si comunica che per l’a.s. 2019/20 l’area Istanze On Line per la presentazione delle domande sarà aperta per tutto il personale docente dal 9 luglio al 20 luglio 2019.

Limitatamente all’a.s. 2019/20 per le istanze di utilizzazione e assegnazione provvisoria del personale docente dei licei musicali e coreutici, e per le istanze di assegnazione provvisoria del personale docente assunto ex DDG 85/2018, le cui graduatorie siano state pubblicate entro il 31 agosto 2018, le domande saranno presentate in modalità cartacea secondo le medesime scadenze sopra indicate.

In particolare, per i docenti assunti ex DDG 85/2018, le cui graduatorie siano state pubblicate entro il 31 agosto 2018, gli Uffici Scolastici Regionali – nell’ambito delle fase delle immissioni in ruolo – procederanno prioritariamente ad individuare la scuola di titolarità presso la quale il docente sarà tenuto poi a perfezionare l’iter di assunzione (per ulteriori approfondimenti su tali aspetti saranno diramate apposite istruzioni) e, successivamente, provvederanno alle assegnazioni provvisorie secondo l’ordine delle operazioni indicate nell’ipotesi contrattuale.

Queste le novità:

Estese le preferenze e nessun blocco 

Sono ripristinate le preferenze del comune e del distretto così come già previsto per i trasferimenti  ed è possibile presentare domanda di assegnazione provvisoria anche dai docenti che sono stati soddisfatti nella mobilità interprovinciale nella provincia di ricongiungimento, eliminando quindi un ulteriore vincolo rispetto all’anno scolastico precedente.
E’ ripristinata la possibilità di partecipare alla mobilità annuale, anche tra distretti sub-comunali per i docenti beneficiari di una delle precedenze previste dall’art. 8 del Contratto. L’assegnazione provvisoria viene garantita a tutto il personale con i requisiti previsti a prescindere dall’esito dei trasferimenti e passaggi di ruolo.
Articolo 2 – Docenti destinatari delle utilizzazioni: sono stati introdotti criteri di scelta delle preferenze per presentare la domanda di utilizzazione simili a quanto previsto per la mobilità ordinaria, quindi anche con possibilità di richiedere codici sintetici per comune, distretto e provincia.

Assegnazione provvisoria interprovinciale su Sostegno senza specializzazione

Il contratto siglato ha confermato la possibilità di chiedere l’assegnazione provvisoria su posto di sostegno, solo per altra provincia, da parte dei docenti non in possesso di titolo di specializzazione, purché siano stati ammessi ai percorsi di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno.

Docenti FIT in anno di prova si ad assegnazione provvisoria e impegno per superare vincolo quinquennale

Dopo una lunga trattativa, su forte richiesta della parte sindacale, è stata invece istituita la possibilità anche per i docenti immessi in ruolo al terzo anno FIT (ex DDG 85/2018) di poter fare richiesta di assegnazione provvisoria: si tratta di un importante avanzamento, che permette di sanare almeno una delle storture che caratterizza il percorso di immissione in ruolo di questi docenti, già cancellato dalle recenti disposizioni normative.
La disposizione riguarda i docenti FIT in anno di prova assunti da graduatorie pubblicate entro il 31 agosto 2018 che possono fare domanda di assegnazione nonostante abbiano avuto in questo anno scolastico lo status di docenti a tempo determinato. Dunque, per i docenti FIT la cui graduatoria è stata pubblicata entro il 31 agosto 2018,  è consentito presentare domanda di assegnazione provvisoria, sia provinciale che interprovinciale.
Per quanto riguarda i docenti individuati dalle graduatorie pubblicate successivamente a tale data, non ricompresi nelle scelte precedenti, le organizzazioni sindacali attraverso una nota congiunta hanno rivendicato un impegno dell’amministrazione per consentire agli Uffici Scolastici Regionali di apportare modifiche puntuali rispetto a situazioni di criticità rappresentate dagli interessati e fare in modo che detto personale non ricada nei vincoli del blocco quinquennale previsto dalla legge di stabilità.

Licei musicali e coreutici 

Relativamente ai licei musicali, l’accordo prevede che l’art. 6 bis, relativo alla gestione delle utilizzazioni per le nuove classi di concorso resti in vigore solo per il prossimo anno scolastico. Dopodiché perderà di efficacia e anche per queste classi di concorso si applicheranno le norme generali del presente contratto.
È stata, infatti, istituita una fase transitoria per le conferme in utilizzo dei docenti dei licei musicali, ma si dà anche l’avvio alle assegnazioni provvisorie. Pertanto l’art.6 bis avrà ancora validità solo per un anno scolastico (2019/20) ed esclusivamente al fine di confermare le utilizzazioni dell’anno scolastico 2018/19 per i docenti che non sono stati destinatari di passaggi di ruolo o di cattedra. Confermato anche l’accantonamento per i supplenti in servizio nel 2018/19. Le restanti disponibilità saranno utilizzabili per le operazioni di assegnazione provvisoria.
Articolo 6 bis – Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale nei licei musicali e coreutici: la disciplina relativa alle conferme delle utilizzazioni è ribadita limitatamente all’a.s. 2019/20, mentre per glianni scolastici successivi si applicherà la medesima disciplina prevista per tutto il restante personale docente.Già per l’a.s. 2019/20 sono consentite le assegnazioni provvisorie sui posti degli insegnamenti specifici dei licei musicali secondo l’ordine delle operazioni indicato nel medesimo articolo.

Articolo 7 – Assegnazioni provvisorie personale docente: è previsto che l’assegnazione provvisoria possa essere richiesta dai docenti di ogni ordine e grado, purché ricorrano i presupposti puntualmente indicati dal medesimo articolo e possa essere altresì richiesta dai docenti assunti a seguito di procedura ex DDG 85/2018.

 

Sistema delle precedenze 

Nelle domande di assegnazione è stata resa obbligatoria l’indicazione, fra le preferenze, del comune o distretto subcomunale in cui si svolgono le attività di assistenza e/o cura, o dove risiede il familiare al quale si chiede il ricongiungimento. Nel caso di omissione del codice sintetico e di contestuale espressione di scuole di altri comuni, la domanda non sarà annullata, ma verrà presa in considerazione esclusivamente per le preferenze del comune senza beneficiare della precedenza.

Articolo 8 – Precedenze nelle operazioni di utilizzazione e di assegnazione provvisoria: sono declinate le modalità di indicazione delle precedenze che si intendano far valere.

Articolo 9 – Sequenza operativa: è previsto che le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria debbano concludersi inderogabilmente entro il 31 agosto dell’anno scolastico di riferimento nel triennio di vigenza del contratto.
La sequenza operativa di cui all’Allegato 1 è stata aggiornata alla luce delle novità introdotte.

Con l’occasione si ricorda inoltre che, ai sensi dell’art 8, comma 5 dell’O.M. 203/2019, al personale in attesa di sentenza definitiva in ordine al contenzioso derivato dalle operazioni di mobilità, va garantita la possibilità di permanere in via provvisoria nella provincia o nella scuola assegnata dal provvedimento del giudice.

Personale ATA

Per il personale ATA non ci sono sostanziali novità visto  che è stato sostanzialmente riproposto il testo del precedente CCNI, rendendo omogenee a quelle previste per i docenti le regole riguardanti le precedenze e il vincolo del codice sintetico nel caso di domande di assegnazione provvisoria. Il testo quindi ricalca quello degli anni precedenti, tranne in alcune parti, come per esempio l’espressione delle preferenze per ottenere le precedenze per cui è stato necessario adeguarlo a quanto già previsto per i docenti. È stata dunque armonizzata la disciplina delle precedenze che presentava delle incongruità fra la sezione docenti e la sezione ATA.
Relativamente al personale ATA, il contratto integrativo conferma la possibilità prevista dall’art. 17, comma 1, di richiedere l’assegnazione provvisoria per il ricongiungimento, oltre che per il coniuge o partedell’unione civile o convivente, anche per parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da apposita certificazione anagrafica.
Al medesimo comma viene ammessa l’istanza di ricongiungimento al genitore, senza richiedere l’ulteriorerequisito della convivenza.
Si segnala inoltre che all’art. 18 – Precedenze nelle operazioni di utilizzazione e di assegnazione provvisoria sono state meglio definite le modalità di indicazione delle preferenze che il personale ATA intenda far valere nelle precedenze previste nell’articolo.

Si fa presente che le domande possono essere presentate in modalità cartacea tra il 9 ed il 20 luglio pv.

A tal fine il modello di domanda di utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale ATA sarà inviato con successiva nota e sarà reso disponibile nella sezione http://www.miur.gov.it/web/guest/mobilita-2019.Le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria ai sensi dell’art 19 dell’ipotesi contrattuale dovranno concludersi inderogabilmente entro il 31 agosto dell’anno scolastico di riferimento nel triennio di vigenza del contratto.

INFINE RICORDIAMO che i docenti che otterranno il trasferimento nella scuola indicata nel modulo domanda di trasferimento non potranno presentare domanda di trasferimento per i tre anni successivi unitamente ai docenti che in seconda fase che hanno chiesto e otterranno il trasferimento da e per posto di sostegno in seconda fase qualsiasi tipo di preferenza abbiano indicato nel comune di titolarità analogamente per chi ottiene il passaggio di cattedra o di ruolo nel comune di titolarità.

Tale blocco non preclude però la possibilità di chiedere anche per questi docenti l’utilizzazione e l’assegnazione provvisoria per il 2019/20.

Le scadenze:

Termini di presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria

Tipologia di personale Presentazione Termine iniziale Termine finale
Docenti di tutti gli ordini tramite “Istanze on line 09/07/2019 20/07/2019
Docenti assunti
ex DDG 85/2018 (FIT)
cartacea 09/07/2019 20/08/2019
Licei musicali cartacea 09/07/2019 20/07/2019
Insegnanti di Religione
Cattolica
cartacea 09/07/2019 20/07/2019
Personale Educativo cartacea 09/07/2019 20/07/2019

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Assegnazioni & utilizzi. Domande dal 9 a 20 luglio ultima modifica: 2019-06-21T11:18:27+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl