“Brucia il prof”. I bulli verso il processo

di Roberto Damiani, il Resto del Carlino, ed. di Pesaro, 10.3.2019

– Chiuse le indagini per tre studenti che minacciarono l’insegnante con l’accendino. Il video choc.

Pesaro, 10 marzo 2019 – Prima li hanno bocciati e messi alla porta. Ora sono a un passo dal processo. Le accuse contro di loro vanno da interruzione di pubblico servizio a violenza, minaccia, oltraggio a pubblico ufficiale. Poi uno di loro risponde di diffamazione per aver girato il video dell’aggressione al prof mettendolo in rete. La querela per quest’ultimo reato è stata presentata da uno dei suoi amici di avventura che si è sentito diffamato dalla pubblicazione di quello che stava facendo. La procura della Repubblica di Pesaro ha chiuso le indagini sull’aggressione subìta un anno fa da un docente dell’istituito Benelli di Pesaro da parte di alcuni allievi della classe quarta. I quali una mattina, hanno circondato il prof durante la lezione minacciandolo con un accendino acceso mentre qualcuno incitava «Dagli fuoco, dagli fuoco, che aspetti?». Due gli autori dell’aggressione, maggiorenni da tempo e ripetenti, che in quel momento (era il 7 febbraio 2018) avevano preso di mira un mite docente, incapace evidentemente di affrontare in maniera decisa la provocazione. E allora ne hanno approfittato, mettendo in scena un’aggressione sotto gli occhi dell’intera classe, risoltasi in uno sberleffo generale verso un prof inerme malgrado l’affronto.

Un episodio che sarebbe rimasto nell’ombra visto che il docente non ha presentato denuncia né una semplice segnalazione alla direzione della scuola su quanto gli era accaduto. E’ stata la pubblicazione del video in rete a squarciare il silenzio sull’accaduto. La preside non ha perso un minuto nel chiamare il docente, farsi raccontare l’aggressione, chiedere conto del suo silenzio e coinvolgere il consiglio d’istituto e di classe per le decisioni da prendere. Che sono state semplici e chiare: sospensione fino al termine dell’anno accademico a cui è seguita la bocciatura. Dei tre, solo uno ha deciso di ripetere l’anno scolastico e a quanto pare con profitto e senza rimaner coinvolto in altri spiacevoli fatti. Gli altri due, il giovane che brandiva l’accendino e l’amico che ha ripreso la scena col telefonino per metterlo in rete, hanno abbandonato il Benelli dopo esser ricorsi al Tar contro la bocciatura.

Con la chiusura delle indagini (svolte dai carabinieri), ora i tre giovani hanno venti giorni di tempo per inviare memorie o sottoporsi ad interrogatorio da parte del pm. Poi questi deciderà se chiedere il rinvio a giudizio oppure sollecitare l’archiviazione del fascicolo.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

“Brucia il prof”. I bulli verso il processo ultima modifica: 2019-03-10T06:56:41+01:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl