Carta docente, quando arriveranno i 500 euro?

di Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola, 16.9.2020.

Secondo quanto si apprende dal portale cartadeldocente.it, dalla metà di settembre l’applicazione sarà aperta per consentire la gestione del bonus.

Quindi, il caricamento dei 500 euro sulla carta dovrebbe avvenire in questi giorni.

Ai portafogli dei docenti – precisa il MI – saranno attribuiti anche i residui relativi all’anno scolastico 2019/2020.

Come accedere al bonus

Per accedere al bonus dei 500 euro previsti per l’anno scolastico 2020-2021 e agli importi dei buoni non validati relativi all’a.s. 2019/20 si utilizza lo SPID (Come richiedere SPID).

Gli insegnanti possono consultare la composizione del proprio borsellino elettronico attraverso la specifica funzione di “storico portafoglio”.

Acquisti per la DaD?

Fino al 31 agosto 2020 era ammesso l’acquisto, con la Carta docente, di dispositivi hardware finalizzati all’aggiornamento professionale anche per organizzare la didattica a distanza come webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili. Al momento non si sa se questa possibilità sarà estesa anche all’a.s. 2020/21.

Cosa di può acquistare

Salvo modifiche di cui al momento non siamo a conoscenza, i 500 euro per i docenti si possono spendere in diversi modi:

  • libri e testi, anche in formato digitale, pubblicazioni e riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;
  • personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, e-book reader, tablet, strumenti di robotica educativa;
  • software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Cosa non si può acquistare

Altri dispositivi elettronici che hanno come principale finalità le comunicazioni elettroniche, come ad esempio gli smartphone, non sono da considerarsi prevalentemente funzionali ai fini promossi dalla Carta del Docente.

Non vi rientrano le componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner cartucce, stampanti, pennette USB, videocamere, fotocamere e videoproiettori.

Non è possibile neanche acquistare abbonamenti per la linea di trasmissione dati ADSL, in quanto l’ADSL è una tecnologia di trasmissione dati utilizzata per l’accesso alla rete Internet. Non è quindi un software destinato alle specifiche esigenze formative di un docente. Non vi rientrano neppure il pagamento del canone RAI o la Pay tv.

.

.

.

.

.

.

.

.

Carta docente, quando arriveranno i 500 euro? ultima modifica: 2020-09-17T05:19:24+02:00 da Gilda Venezia

Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Fine ingloriosa della DAD, da salvifica a “gravemente dannosa”

di Anna Maria Bellesia,  La Tecnica della scuola, 21.1.2021. Nata con il lockdown della primavera 2020…

32 minuti fa

Maturità 2021: date, novità, prove, commissioni e come si calcola il voto

di Laura Pellegrini, Money.it, 21.1.2021. Tutto quello che occorre sapere sulla Maturità 2021: data di…

2 ore fa

L’ordine del giorno degli organi collegiali

Avv. Marco Barone, Orizzonte Scuola, 21.1.2021. Norma, scopo, trasparenza, quando si rischia procedura penale. È uno…

6 ore fa

Graduatorie di Istituto, II fascia: no a equipollenza dottorato di ricerca e abilitazione all’insegnamento

di Rosalba Sblendorio, Reti di Giustizia, 19.1.2021. Si torna a discutere sulla questione del mancato riconoscimento del titolo…

9 ore fa

Scuola obbligatoria a 5 anni, se ne parla da molto tempo ma per ora non si muove nulla

di Carmelina Maurizio,  La Tecnica della scuola, 20.1.2021. In Italia si discute da tempo sull’inizio dell’obbligo…

10 ore fa

Scuola digitale, ecco la piattaforma del Ministero per la formazione sulla DDI

di Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola, 20.1.2021. È on-line la nuova piattaforma del Ministero…

10 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy