Concorsi ordinari docenti, cosa cambia?

di Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola, 21.5.2021.

Gilda Venezia

Il DL Sostegni bis traccia la rotta dei concorsi ordinari (posto comune e sostegno) che dovranno essere su base annuale e semplificati, in modo da velocizzare gli ingressi, garantendo comunque una selezione, e coprire i vuoti lasciati dai pensionamenti.

Il decreto prevede dunque una nuova procedura, che sarà utilizzata anche per i concorsi già banditi nel 2020 e per i quali si attende l’avvio ormai da tempo.

Niente prova preselettiva, ma unica prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volti ad accertare le competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, sull’informatica e sulla lingua inglese. La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

Prova oralevalutazione dei titoli e formazione della graduatoria sulla base delle valutazioni dei tre punti (prova scritta, prova orale e valutazione dei titoli).

Nel video spieghiamo cosa cambierà nell’espletamento delle prove concorsuali.

Ecco come saranno strutturate le prove del concorso per le materie STEM.

.

.
.
.
.
.
.
.
Concorsi ordinari docenti, cosa cambia? ultima modifica: 2021-05-22T03:41:06+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl