Concorsi scuola in ritardo: previste 100 mila cattedre vuote a settembre

di Fabrizio De Angelis, La Tecnica della scuola, 11.2.2020

– Nonostante il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina abbia annunciato che i bandi dei concorsi docenti 2020 sono stati inviati al CSPI con l’obiettivo di pubblicare il tutto entro il mese di febbraio, le previsioni di cattedre vuote previste per il prossimo anno scolastico non sono rassicuranti.

Concorsi docenti 2020: le tempistiche allontanano la stabilizzazione

Per comprendere la situazione riprendiamo il ragionamento di Italia Oggi: allo stato attuale i bandi hanno superato solo la fase dell’informazione alle organizzazioni sindacali e devono passare al vaglio del consiglio superiore della pubblica istruzione. A differenza di quanto affermato da Azzolina, i bandi potrebbero arrivare non prima della metà di marzo. Dopo di che decorreranno i 30 giorni previsti dalla legge per presentare le domande.

Ne consegue che i concorsi docenti ordinari non potranno terminare in tempo per avere in cattedra i vincitori dal 1° settembre prossimo. Invece, è più probabile che l’amministrazione riesca a terminare le procedure selettive del concorso straordinario secondaria, data la procedura semplificata che prevede la sola prova scritta e poi l’assunzione in prova con esame orale al termine dell’anno scolastico. Se così fosse, mancherebbero comunque all’appello 76mila docenti di ruolo. Il concorso straordinario, infatti, prevede l’assunzione di soli 24mila docenti. E poi c’è l’incognita dei ricorsi. La ministra Azzolina, infatti, non ha accolto la proposta corale dei sindacati di valorizzare il servizio svolto ai fini del punteggio. Senza contare il problema dei commissari, comune sia per il concorso straordinario che per l’ordinario, dato che i docenti che dovessero far parte delle commissioni del concorso scuola dovrebbero svolgere il loro compito continuando ad andare a scuola, con tutti gli oneri che ciò comporta.

Quindi, non è scontato che si arriverà in tempo per le assunzioni a settembre, nonostante la procedura semplificata.

Concorso scuola 2020: la procedura straordinaria

Come stabilito dal DL 126/2019 potranno partecipare, al concorso scuola straordinarioi docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno) dal 2008/2009 al 2018/2019. Chi conclude la terza annualità nel 2019/2020 partecipa con riserva
  • uno dei predetti tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.
  • Potranno partecipare, anche se solo ai fini dell’abilitazione, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria. Anche i docenti di ruolo che hanno tre anni comunque prestati, senza un anno specifico sulla classe di concorso, può partecipare ai soli fini abilitativi.

Per i posti di sostegno del concorso scuola 2020 è necessario avere, oltre ai seguenti requisiti di servizio, la specializzazione sul sostegno.

CLICCA QUI per la tabella titoli

CLICCA QUI per la bozza

PREPARATI AL CONCORSO STRAORDINARIO

TUTTO SUL CONCORSO STRAORDINARIO

Concorso docenti secondaria: la procedura ordinaria

Sono ammessi a partecipare al concorso scuola 2020 secondaria, per i posti comuni, i candidati in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, di uno dei seguenti titoli:

a. titolo di abilitazione alla specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

b. titolo di accesso alla specifica classe di concorso congiuntamente a titolo di abilitazione all’insegnamento per diverso grado o classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

c. titolo di accesso alla specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente congiuntamente al possesso dei 24 CFU/CFA di cui all’articolo 1, comma 181, lettera b), numero 2.1 della Legge.

Per i posti di sostegno sono ammessi a partecipare alle procedure distinte per la secondaria di primo o secondo grado, i candidati in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, oltre che ai requisiti precedenti, del titolo di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado conseguito ai sensi della normativa vigente o analogo titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Sono ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all’estero i titoli abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento ai sensi della normativa vigente, entro il termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura concorsuale.

PREPARATI AL CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA

BOZZA DEL DECRETO

Concorso infanzia e primaria: i requisiti

Il decreto ministeriale specifica che saranno ammessi a partecipare al concorso docenti infanzia e primaria i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli:

  1. in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;
  2. diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002.

Per quanto riguarda invece le procedure per i posti di sostegno su infanzia e primaria è richiesto inoltre il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

TUTTO SUL CONCORSO ORDINARIO INFANZIA E PRIMARIA

I CORSI DI PREPARAZIONE CONCORSO

Ecco l’ultima bozza di bando a disposizione con la relativa tabella titoli.

.

.

.

.

.

.

 

 

.

.

.

.

.

.

 

 

.

.

.

.

.

.

 

 

 

Concorsi scuola in ritardo: previste 100 mila cattedre vuote a settembre ultima modifica: 2020-02-11T16:22:39+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Associazione Nazionale Presidi: fine della scuola della Costituzione e pieni poteri al capo

di Giovanni Carosotti Rossella Latempa,  Roars, 28.5.2020 Il documento pubblicato dall’Associazione Nazionale Presidi più che…

3 ore fa

Guanti, mascherine, igienizzanti e termoscanner con i 331 milioni a disposizione delle scuole di Redazione Scuola

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci, Il Sole 24 Ore, 29.5.2020 - Mascherine, guanti, gel e disinfettanti…

5 ore fa

Rientro in classe, per i tecnici ogni scuola deciderà le modalità

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 29.5.2020 - Ma la DaD potrebbe continuare alle…

6 ore fa

Il Covid è una minaccia per il diritto allo studio, anche per gli adulti

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 29.5.2020 - Al via “La Scuola in Tivù”…

7 ore fa

Bambino precipitato dalle scale a Milano: accuse pesanti per due maestre e una collaboratrice scolastica

di Reginaldo Palermo, La Tecnica della scuola, 28.5.2020 - L’accusa è pesante e riguarda le…

7 ore fa

Decreto Scuola passa al Senato. Tutte le misure

di Linda Tramontano,  Professionisti Scuola Network, 28.4.2020 - Qui il testo approvato.  Esami di Stato,…

7 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy