Concorsi scuola: si riparte con nuove regole?

La Tecnica della scuola, 31.3.2021.

Gilda Venezia

Il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta ha annunciato lo sblocco dei concorsi, anche sul fronte scuola, che tra i concorsi già banditi e quelli da bandire, offrirà l’opportunità del ruolo a un totale di 93 mila persone circa. Il dato ufficiale si attende con il nuovo Decreto Covid. Ad ogni modo nulla cambia sui numeri dei concorsi, già ampiamente noti da un anno. Ricordiamoli.

I numeri dei concorsi scuola

Il concorso straordinario della scuola mette a bando 32 mila posti. Il 19 febbraio scorso si sono concluse le prove scritte per docenti della scuola secondaria di I e II grado. Ma siamo in attesa delle prove suppletive, rispetto alle quali il Consiglio di Stato si è espresso favorevolmente.

Il concorso ordinario per la secondaria di primo e secondo grado, già bandito, mette a bando 33 mila posti; quasi 13 mila il concorso ordinario per infanzia e primaria. Rispetto al concorso ordinario le ultime novità riguardano la comunicazione da parte del Ministero dell’Istruzione che venerdì 26 marzo ha richiesto ai dirigenti scolastici di censire le aule e i laboratori con computer (anche da collaudare) per svolgere le prove pre-selettive dei della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, prologo delle verifiche scritte e orali.

Più di 6 mila posti, invece, saranno prossimamente banditi per il sostegno; e altri 9 mila posti circa arriveranno dai rimanenti quattro concorsi di prossima pubblicazione, per complessivi 93 mila posti circa.

Il protocollo di sicurezza anti Covid

Ricordiamo anche che il Dpcm del Governo Draghi chiarisce che le procedure concorsuali che prevedano non più di 30 candidati per sessione, possono essere effettuate, anche in zona rossa.

Peraltro il Corriere della Sera riporta alcune delle misure che saranno parte integrante del protocollo di sicurezza durante le prove concorsuali. Nessuna novità, insomma, riguardo al bando, solo precisazioni relative al protocollo di sicurezza, per andare incontro alle disposizioni del CTS e ottenerne l’ok.

Ecco le regole:

  • no spostamento dei candidati da una regione all’altra (dunque i concorsi dovranno essere organizzati in strutture decentrate a livello regionale e, ove possibile, provinciale);
  • orari scaglionati e prove pratiche all’aperto, se possibile;
  • tampone (rapido o molecolare) 48 ore prima;
  • mascherina FFP2;
  • divieto di presentarsi al concorso con la febbre (o altri sintomi riconducibili al Covid);
  • ogni candidato avrà un’area a disposizione pari a 4,5 metri quadri e tra un candidato e l’altro dovrà esservi una distanza di 2,25 metri.

.

.

.

.

.

 

 

Concorsi scuola: si riparte con nuove regole? ultima modifica: 2021-04-01T05:29:37+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl