Concorso a cattedra. Docenti infanzia ancora iscritti nelle GM 2012 sono 1989: i numeri per regione. Chiedono immissioni in ruolo

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola,   30.12.2015.  

Infanzia60a

Il Movimento Nazionale Docenti Scuola dell’Infanzia chiede un incontro con il Governo e il Ministero dell’Istruzione per discutere la posizione dei docenti della scuola dell’infanzia ancora inseriti nelle Graduatorie di merito del concorso 2012.

Alla luce dell’imminente bando di concorso, volevamo porre l’attenzione su alcuni punti che dovrebbero essere tenuti nella giusta considerazione.

In primo luogo, i docenti di scuola dell’infanzia, a conclusione della fase C, hanno appreso da fonti ufficiali, increduli, che sarebbero stati banditi 6.800 posti per la loro classe di concorso.

Ulteriormente, il ministro Giannini ha ribadito più volte che, per quanto riguarda i candidati in GAE infanzia, la loro graduatoria decadrà solo al completo assorbimento di tutti gli iscritti, attraverso la completa stabilizzazione degli stessi, e che nella Legge 107/2015 essi sono tutelati tramite la realizzazione del progetto “0-6”.

Di contro, nella suddetta legge la GM 2012 infanzia non ne è contemplata.

A tal riguardo, siamo fortemente preoccupati sulla futura sorte dei docenti iscritti in quest’ultima graduatoria di merito. Si evidenzia che, a seguito della conclusione della fase C, i docenti effettivamente rimasti iscritti nella graduatoria di merito del concorso 2012 sono evidenziati dalla seguente tabella:

Attraverso la fase B e la fase C tutti i docenti appartenenti alle altre GM 2012 hanno trovato una stabilizzazione lavorativa ponendo fine alle stesse graduatorie, mentre la stessa sorte non è toccata alla GM infanzia, i cui docenti, paradossalmente, hanno subito una discriminazione fra pari, in quanto grazie al DM 356/2014 del ministro Giannini molti sono entrati di ruolo, mentre altri ne sono rimasti fuori.

La legge 107/2015 è rivolta a tutte le classi di concorso, per tale motivo riteniamo giusto che anche i docenti d’infanzia possano usufruire di questa grande opportunità che ha offerto il Governo per realizzare e dimostrare il loro merito nelle aule scolastiche.

Il concorso bandito dal Ministro Profumo è stato uno dei concorsi più difficili della storia, poiché solo il 7% è stato in grado di passarlo su circa 321.000 candidati. Il superamento delle prove concorsuali ha pienamente dimostrato il merito inerente alle competenze informatiche, di lingua straniera, logico-matematiche, psicopedagogiche, didattiche, ecc. che appare superfluo, a distanza di appena due anni, ribadire attraverso una nuova prova concorsuale. Il ministro Profumo, dopo 12 anni dal concorso precedente, aveva messo a bando, a livello nazionale, 1.142 posti per la scuola dell’infanzia, mentre l’attuale Governo disporrà di un contingente di 6.800 posti.

Per tale motivo proponiamo di scorporare dai 6.800 posti da mettere a concorso quelli della residua GM 2012 infanzia per non creare una palese disparità di trattamento.

Tale gravosa situazione potrebbe essere risolta, seguendo la via più proficua, attraverso un decreto ministeriale ad hoc da emanare prima del bando concorsuale, oppure, in via subordinata, all’interno del bando stesso, proponendo un ruolo giuridico che possa tramutarsi in una presa di servizio a partire da settembre 2016.

Siamo consapevoli del fatto che in molte regioni sia le GM 2012 che le GAE sono esaurite, riteniamo per tale motivo equo ripartire i posti da bandire per il concorso solo in quelle regioni dove ci sia effettiva necessità e di scorporare dal contingente previsto le regioni dove sono ancora vigenti e stracolme le GM 2012 e le GAE, cioè come già evidenziato nella tabella precedentemente indicata, nel Lazio, nella Campania e nella Sicilia.

Abbiamo cercato, in questi mesi, contatti ed incontri con politici, rappresentanti del Miur, sindacati, i quali sono stati attenti e disponibili alla nostra problematica, cogliendo la fattibilità delle nostre proposte.

Abbiamo creduto e crediamo nella “Buona politica” e pazientemente abbiamo aspettato una positiva risoluzione del problema: siamo ancora fiduciosi e sappiamo che se si vuole la soluzione per le GM 2012 infanzia si può e si deve trovare.

In attesa di tale soluzione, la sottoscritta Nunzia Cangiano, coordinatrice del Movimento Nazionale Docenti Scuola dell’Infanzia, chiede ufficialmente un incontro con i rappresentanti politici del Governo e del Ministero dell’Istruzione, che possa essere concordato nel più breve tempo possibile, affinché si possa discutere di eventuali ostacoli che impediscono la legittima assunzione di tutti i docenti in GM infanzia 2012 in modo tale che gli stessi possano gioire di ciò che hanno conquistato con sacrifici ed impegno. La nostra proposta non è lontana anni luce dalle intenzioni del Governo, attento a premiare il merito e contrario all’interminabile precariato.

Confidando nel buon senso del Governo a cui ci siamo sempre rivolti con toni moderati, propositivi e aperti al dialogo, attendiamo fiduciosi un tempestivo riscontro.

Movimento Nazionale Docenti Scuola dell’Infanzia

Concorso a cattedra. Docenti infanzia ancora iscritti nelle GM 2012 sono 1989: i numeri per regione. Chiedono immissioni in ruolo ultima modifica: 2015-12-30T08:58:54+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl