Concorso Dirigenti Scolastici. Presentazione titoli valutabili

Professionisti_logo1Professionisti Scuola Network, 3.4.2019

PSN Tabella A concorso DS

Il Miur, con nota del nota 2 aprile 2019 prot. n. 13277 ha reso noto che i candidati ammessi alla prova orale del concorso a Dirigente scolastico, dovranno dichiarare il possesso dei titoli valutabili con inoltro esclusivamente attraverso il sistema POLIS di Istanze on line a partire dalle ore 9:00 dell’8 aprile 2019 e fino alle ore 14:00 del 24 aprile 2019. Si fa presente che i titoli dichiarabili sono quelli elencati nella tabella A allegata al DM di emanazione del Bando ma corretta secondo l’errata corrige pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 21 ottobre 2017, n. 247, Serie generale (titoli culturali, di servizio, professionali e di preferenza a parità di merito e di titoli). Un passaggio obbligato per ciascun candidato prima di sostenere la prova orale secondo gli abbinamenti in ordine di codice fiscale ad una delle 38 commissioni e di cui PSN in anteprima ha pubblicato in un articolo le possibili assegnazioni rielaborando gli elenchi ufficiali dei candidati ammessi al colloquio orale diffusi dal Miur secondo i criteri indicati nella nota del 22 marzo 2019.

I titoli valutabili sono quelli conseguiti, o laddove previsto riconosciuti, entro la data di scadenza del termine fissato per la presentazione delle domande di ammissione, ovvero il 29 dicembre 2017.

I dati riportati dal candidato assumono il valore di dichiarazioni sostitutive di certificazione rese ai sensi dell’articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. Le dichiarazioni rese devono pertanto contenere tutti gli elementi essenziali che verrebbero riportati nel certificato che sostituiscono, allo scopo di consentire la corretta valutazione dei titoli.

Di seguito riportiamo la tabella corretta con l’errata corrige pubblicata nella GU n. 241 del 2017 e scaricabile anche da qui:

Tabella A – Tabella di valutazione dei titoli del corso-concorso per l’accesso ai ruoli della dirigenza scolastica

Per un massimo di 30 punti in totale, tra i titoli culturali e quelli di servizio e professionali

A – Titoli culturali *

A.1) Per ciascun altro titolo di laurea, magistrale specialistica e del vecchio ordinamento, in aggiunta a quello scelto con l’istanza di partecipazione quale titolo di ammissione punti 2,00
A.2) Per ciascun dottorato di ricerca punti 3,00
A.3) Per ciascun diploma di perfezionamento equiparato per legge o per Statuto e ricompreso nell’allegato 4 del decreto del Direttore generale per il personale della scuola 31 marzo 2005 punti 1,50
A.4) Per attività di ricerca scientifica svolta per almeno un biennio sulla base di assegni ai sensi dell’articolo 51, comma 6, della legge 27 dicembre 1997 n. 449, ovvero dell’articolo 1, comma 14, della legge 4 novembre 2005 n. 230, ovvero dell’articolo 22 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 ovvero di attività equiparabile svolta presso istituzioni accademiche estere, sono attribuiti complessivamente
Si valuta un solo contratto
punti 1,50
A.5) Per ogni borsa di studio conseguita a seguito di pubblico concorso indetto da Università, Istituzioni AFAM, C.N.R. ed Enti pubblici di ricerca, ovvero per Istituzioni estere equiparabili, ed usufruita per almeno un biennio, purché diverse rispetto a quelle di cui ai punti A.2 e A.3 punti 0,50
A.6) Per ogni master di primo o secondo livello di durata annuale corrispondente a 1.500 ore e 60 crediti o titoli equiparati su materie inerenti lo specifico profilo professionale del dirigente scolastico rilasciati da Università italiane o estere
Sino a un massimo di 2 master
punti 3,00
A.7) Per ogni master di primo o secondo livello di durata annuale corrispondente a 1.500 ore e 60 crediti o titoli equiparati su materie inerenti il profilo professionale del dirigente pubblico o in scienze dell’educazione, rilasciati da Università italiane o estere, purché diverso rispetto ai titoli di cui al punto A.5.
Sino a un massimo di 1 master
punti 1,50
A.8) Per ogni altro master di primo o secondo livello di durata annuale corrispondente a 1.500 ore e 60 crediti o titoli equiparati rilasciati da Università italiane o estere
Sino a un massimo di 1 master
punti 0,50
A.9) Per la partecipazione all’assistentato Comenius, Grundtvig ovvero per altri titoli ad esso assimilabili stabiliti nell’ambito del programma “Erasmus +”, ovvero per l’incarico di assistente di lingua italiana all’estero conseguito a seguito di bandi del MIUR, ovvero per l’incarico di lettore di lingua italiana all’estero, per ogni titolo
Sino a un massimo di 2 titoli
punti 0,50
A.10) Per il titolo di specializzazione sul sostegno sono attribuiti
Si valuta un solo titolo
punti 1,00
A.11) Per il titolo di perfezionamento all’insegnamento in CLIL conseguito ai sensi dell’articolo 14 del DM 249/2010; per titolo conseguito all’estero, abilitante all’insegnamento in CLIL; per la certificazione CeClil o per la certificazione ottenuta a seguito di positiva frequenza dei percorsi di perfezionamento in CLIL di cui al Decreto del Direttore Generale al personale scolastico 6 aprile 2012, n. 6, purché congiunti alla certificazione nella relativa lingua straniera di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 7 marzo 2012, prot. 3889, pubblicato sulla G.U. n. 79 del 3 marzo 2012 sono attribuiti
Congiuntamente alla certificazione in C1 nella corrispettiva lingua
Congiuntamente alla certificazione in C2 nella corrispettiva lingua
Si valuta un solo titolo
punti 1,50
punti 2,00
Avvertenze inerenti i titoli culturali
Per i titoli di cui ai punti A.1), A.3), A.4, A.5), A.6) e A.7 e A.11) si valuta un solo titolo per ogni anno accademico.

* Tabella aggiornata ai sensi dell’Errata Corrige 21 ottobre 2017 (G.U. 21.10.2017, n. 247)

B – Titoli di servizio e professionali

B.1) Per ogni anno scolastico di servizio prestato qualità di dirigente scolastico o preside incaricato ai sensi dell’articolo 477 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297
Per un massimo di tre anni
punti 2,50
B.2) Per ogni anno scolastico di servizio prestato come collaboratore del capo d’istituto, ai sensi dell’art. 7, comma 2, lett. h) del D.lgs. n. 297/1994, come collaboratore del dirigente scolastico nominato ai sensi dell’art. 25, comma 5, del D.lgs. n. 165/2001
Per un massimo di sei anni
punti 1,75
B.3) Per ogni anno accademico di servizio prestato presso le Istituzioni accademiche in qualità di supervisore del tirocinio ai sensi dell’art. 1, commi 4 e 5, della legge n. 315/1998 ovvero in qualità di tutor coordinatore o organizzatore ai sensi dell’art. 11, comma 5, del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 10 settembre 2010 n. 249
Per un massimo di tre anni
punti 1,00
B.4) Inclusione nell’elenco degli esperti dei nuclei di valutazione di cui all’articolo 3, comma 1 lettera f) del decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80 punti 0,50
B.5) Per ogni anno accademico di servizio prestato presso le istituzioni scolastiche in qualità di tutor dei tirocinanti frequentanti i previgenti percorsi SSIS, dei corsi COBASLID e BIFORDOC, dei percorsi di tirocinio formativo attivo, del diploma quadriennale di Didattica della musica valido per l’accesso alle graduatorie per le classi di concorso 29/A e 30/A (ex 31/A e 32/A), , o della laurea in Scienze della formazione primaria, o dei precorsi di specializzazione sul CLIL e sul Sostegno di cui al DM 249/2010
Per un massimo di tre anni
punti 1,00
B.6) Per ogni incarico formalmente attribuito per le funzioni strumentali, ai sensi dell’articolo 33 del CCNL 29/11/2007. Per ogni incarico attribuito ai sensi dell’articolo 1, comma 83 Legge n. 107/2015
Per un massimo di sei anni
punti 0,75
B.7) Per ogni anno scolastico in cui si è ricoperto l’incarico di membro, diverso dal tutor, dei comitati per la valutazione di cui all’articolo 11 del Testo Unico.
Per un massimo di tre anni
punti 0,75
B.8) Per ogni anno scolastico in cui si è ricoperto l’incarico specifico di tutor di cui all’articolo 11 del Testo Unico
Per un massimo di tre anni
punti 1,00
B.9) Per ogni contratto di docenza remunerata presso Università riconosciute dal Ministero
Per un massimo di quattro contratti
punti 0,75
Avvertenze inerenti i titoli di servizio e professionali
Sono valutati gli incarichi/servizi effettivamente prestati per almeno 180 giorni per ciascun anno scolastico e quelli validi a tutti gli effetti come servizio d’istituto, che siano stati previamente conferiti con atto formale ed effettivamente prestati.

 

Tramite la funzione POLIS sarà inoltre possibile allegare i titoli di cui alla tabella A allegata al DM 138/2017 nonché i titoli previsti dall’articolo 5, commi 4 e 5, del decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487, non documentabili con autocertificazione o dichiarazione sostitutiva. Eventuali dichiarazioni presentate con modalità diverse oppure oltre il termine di scadenza non saranno prese in considerazione.
Articoli correlati
Concorso DS: Esclusiva PSN, abbinamento tra candidati e commissioni per la prova orale. Scopri dove farai il colloquio

Allegati:

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Concorso Dirigenti Scolastici. Presentazione titoli valutabili ultima modifica: 2019-04-04T01:00:35+02:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl