Concorso dirigenti scolastici, vincitori minimo tre anni in graduatoria regionale

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 29.12.2017

– Quale percorso per entrare in ruolo?
10 euro per presentare domanda di partecipazione. Come compilarla.

Gli aspiranti dirigenti scolastici, per diventare tali, devono superare l’eventuale prova pre-selettiva, il concorso (prova scritta e prova orale) e il corso di formazione dirigenziale e tirocinio.

Sono dichiarati vincitori del corso-concorso un numero di candidati pari a quello dei posti banditi, ossia 2416 posti, che siano utilmente collocati nella graduatoria generale di merito conclusiva del corso di formazione dirigenziale e tirocinio (graduatorie del corso-concorso).

I vincitori, secondo l’ordine nella graduatoria di merito nazionale, scelgono la Regione e sono assegnati ai ruoli regionali, nel limite dei posti vacanti e disponibili annualmente in ciascun Ufficio Scolastico Regionale.

I dirigenti, una volta scelta la Regione, sono vincolati a permanervi almeno per la durata minima dell’incarico prevista dalla normativa vigente, ossia tre anni.

Sono depennati dalla graduatoria di merito nazionale i candidati che:

  • rifiutano il ruolo;
  • non prendono servizio nel termine indicato dall’USR con l’atto di invito alla sottoscrizione del contratto;
  • non perfezionano l’assunzione con la presentazione, entro trenta giorni, dei documenti di rito.

I dirigenti assunti in servizio sono soggetti al periodo di prova disciplinato dal vigente Contratto collettivo nazionale del personale dirigenziale scolastico.

Ai dirigenti scolastici assunti in servizio spetta il trattamento economico previsto dal Contratto collettivo nazionale di lavoro e dalla normativa vigente.


Il bando del corso-concorso nazionale per diventare dirigente scolastico, pubblicato in G.U. il 24 novembre 2017, prevede che gli aspiranti dirigenti presentino domanda di partecipazione dal 29 novembre al 29 dicembre 2017.

Riportiamo in questa scheda le istruzioni necessarie agli aspiranti dirigenti per la presentazione della predetta domanda.

DIRITTI DI SEGRETERIA

Per la partecipazione al concorso è previsto il pagamento di un diritto di segreteria pari a 10,00 euro. Il pagamento va effettuato tramite bonifico bancario sul conto intestato a: sezione di tesoreria 348 Roma Succursale, IBAN: IT 45C 01000 03245 348 0 13 2409 00, Causale: «Corso-concorso dirigenti scolastici – nome e cognome del candidato – codice fiscale del candidato».

Il pagamento va dichiarato al momento della presentazione della domanda di partecipazione.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione si presenta tramite il sistema Polis – Istanze Online. Guida alla registrazione e alla navigazione su Istanze Online. Aggiornata con nuove funzioni

Le domande si presentano dalle ore 9:00 del 29 novembre 2017 alle ore 14:00 del 29 dicembre 2017.

La data di presentazione della domanda è certificata dal sistema informatico.

Il sistema, al termine dell’iscrizione, rilascia il numero identificativo e la ricevuta di avvenuta iscrizione al corso-concorso. La ricevuta va stampata e presentata all’atto dell’identificazione il giorno della prova preselettiva o della prova scritta, qualora la preselezione non si svolga.

CONTENUTO DELLA DOMANDA-DICHIARAZIONI

Nella domanda il candidato deve dichiarare, ai sensi del DPR n. 445/2000, il possesso dei requisiti generali, degli eventuali titoli di preferenza e dei titoli specifici di ammissione alla procedura concorsuale.

Requisiti generali e titoli di preferenza

L’aspirante dirigente deve dichiarare quanto segue:

  • il cognome ed il nome (le coniugate indicheranno solo il cognome di nascita);
  • la data, il luogo di nascita, la residenza (indirizzo,comune e codice di avviamento postale) e il codice fiscale;
  • il possesso della cittadinanza italiana;
  • il godimento dei diritti civili e politici
  • il comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  • idoneità fisica alla frequenza del corso-concorso e allo svolgimento delle funzioni proprie del dirigente scolastico;
  • le eventuali condanne penali riportate (anche se sono stati concessi amnistia, indulto, condono o perdono giudiziale). Tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa;
  • gli eventuali procedimenti penali pendenti in Italia e all’estero. Tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa;
  • di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento e di non essere stato licenziato da altro impiego statale ai sensi della normativa vigente, per aver conseguito l’impiego mediante produzione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti, ovvero per aver sottoscritto il contratto individuale di lavoro a seguito della presentazione di documenti falsi. In caso contrario, il candidato deve indicare la causa di risoluzione del rapporto di impiego;
  • il possesso di titoli che, a parità di merito o di merito e titoli, danno luogo a preferenza;
  • il numero telefonico e il recapito di posta elettronica ordinaria e/o certificata presso cui chiede di ricevere le comunicazioni relative al concorso. Il candidato si impegna a far conoscere tempestivamente le variazioni tramite il sistema POLIS;
  • se è portatore di handicap e se ha l’esigenza di essere assistito durante le prove, indicando l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap e gli eventuali tempi aggiuntivi necessari. La relativa certificazione, rilasciata da una struttura sanitaria pubblica, va inviata, successivamente e almeno 10 giorni prima dell’inizio della prova: in formato elettronico mediante posta elettronica certificata all’indirizzo pec dell’USR o tramite raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al medesimo USR. Le modalità di svolgimento delle prove possono essere concordate telefonicamente con il competente USR. Dell’accordo raggiunto il competente USR redige un sintetico verbale che invia tramite email all’interessato per la formale accettazione. In ogni caso i tempi aggiuntivi eventualmente concessi non potranno eccedere il 30% del tempo assegnato per le prove.

Requisiti specifici

I requisiti specifici, che il candidato deve possedere e dichiarare, sono i seguenti:

  • titolo di studio posseduto con l’indicazione dell’Università che l’ha rilasciato, dell’anno accademico in cui è stato conseguito e del voto riportato; qualora il titolo di studio sia stato conseguito all’estero il candidato deve indicare obbligatoriamente gli estremi del provvedimento con il quale il titolo stesso è stato riconosciuto equipollente al corrispondente titolo italiano;
  • lingua straniera, scelta tra inglese, francese, tedesco o spagnolo, per la prova scritta e orale;
  • classe di concorso o il tipo/posto, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19;
  • lsede e istituto di titolarità e di servizio (i docenti in esonero sindacale, distaccati, utilizzati, comandati o collocati fuori ruolo, poiché in servizio all’estero o presso altre amministrazioni dello Stato, indicheranno l’ultima istituzione scolastica di appartenenza, nonché l’istituzione o l’ufficio presso il quale prestano servizio e la data di inizio);
  • data della prima nomina in ruolo e conferma in ruolo;
  • effettiva anzianità di servizio dopo la prima nomina in ruolo;
  • periodi di servizio prestati presso istituzioni scolastiche ed educative statali, nonché presso le scuole paritarie prima della nomina in ruolo con l’esatta indicazione dell’istituzione e dei singoli periodi di servizio effettivamente prestato in costanza del riconoscimento paritario, nonché l’avvenuto versamento dei contributi;
  • eventuali periodi per i quali è stato adottato un provvedimento interruttivo del computo dell’effettivo servizio. Tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa;
  • eventuale conferma dell’incarico di presidenza;
  • di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 497 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297;
  • consenso al trattamento dei dati personali.

Le domande incomplete, ossia non contenenti tutte le indicazioni e le dichiarazioni richieste, non vengono prese in considerazione.

Ammissione con riserva

L’ammissione al concorso avviene, per tutti i candidati, con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione dichiarati nella domanda.

In caso i candidati risultino privi di uno o più requisiti di ammissione, l’USR competente ne comunica formalmente i nominativi alla direzione generale del personale scolastico, che ne dispone l’esclusione immediata in qualsiasi momento della procedura concorsuale.

.

.

Concorso dirigenti scolastici, vincitori minimo tre anni in graduatoria regionale ultima modifica: 2017-12-29T09:40:08+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl