Concorso docenti, allarme per il ‘mercato’ dei 24 crediti formativi universitari

Andrea CarlinoLa Tecnica della scuola, 20.6.2017

 

– Non è stata ancora fissata la data per il prossimo concorso docenti che è già partita la caccia ai crediti universitari per l’accesso al ruolo. Lo hanno denunciato – riporta Italia Oggi – due deputati, Manuela Ghizzoni e Gianluca Vacca.

Il Miur però ha già rassicurato: l’iter per dare attuazioen alle nuove disposizioni sulla formazione iniziale e l’accesso nei ruoli di docente avrà paletti ben precisi e ci sarà un decreto ministeriale che fisserà requisiti e condizioni. Per accedere al concorso di docenti per le medie e le superiori, i candidati devono possedere almeno 24 cfu sia curricolari che aggiuntivi secondo modalità organzizate ed eventuali costi a carico degli interessati.

Tra gli studenti e i neo laureati cresce la preoccupazione per conoscere i dettagli sui settori disciplinari dei 24 cfu e sulle modalità di conseguimento. Già sono partite iniziative di enti privati che propongono la possibilità di conseguire i crediti, nonostante non siano stati ancora individuati ufficialmente i settori scientifici e gli obiettivi formativi di riferimento. Un vero e proprio mercato dei crediti formativi universitari a cui bisogna porre un freno.

I deputati chiedono percorsi gratuiti per non sottoporre i candidati a spese importanti per conseguire i crediti.

.

Concorso docenti, allarme per il ‘mercato’ dei 24 crediti formativi universitari ultima modifica: 2017-06-21T05:18:15+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl