Concorso scuola, i bandi pubblicati già nelle prossime ore?

di Fabrizio De Angelis e Dino Caudullo, La Tecnica della scuola, 24.4.2020

– Potrebbero anche essere pubblicati nella serata di oggi, venerdì 24 aprile, i bandi del concorso scuola 2020. Nonostante le continue polemiche, il bando del concorso scuola secondaria, quello ordinario per 25 mila posti e quello straordinario per 24 mila potrebbero essere pubblicati nelle prossime ore, in compagnia del bando del concorso infanzia e primaria.

Concorso straordinario: partirà prima degli altri

Il concorso straordinario secondaria sarà la procedura che dovrebbe partire prima di tutte. In ballo ci sono 24 mila posti.

Le domande per partecipare si potrebbero presentare dal 28 maggio al 3 luglio. Mentre le prove, come accennato in precedenza, dovrebbero svolgersi ad agosto o addirittura anche a luglio.

Il concorso straordinario secondaria, così come stabilisce il DL 126/2019, è aperto per i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno) dal 2008/2009 al 2018/2019. Chi conclude la terza annualità nel 2019/2020 partecipa con riserva
  • uno dei tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.
  • Potranno partecipare, anche se solo ai fini dell’abilitazione, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria. Anche i docenti di ruolo che hanno tre anni comunque prestati, senza un anno specifico sulla classe di concorso, può partecipare ai soli fini abilitativi.

Per i posti di sostegno è necessario avere, oltre ai seguenti requisiti di servizio, la specializzazione sul sostegno.

Concorso ordinario secondaria: 25 mila posti in palio

Le domande del concorso ordinario secondaria invece andrebbero dal 15 giugno al 31 luglio. Le prove senz’altro in autunno.

Parteciperanno al concorso i candidati in possesso dell’abilitazione all’insegnamento oppure i candidati con la laurea magistrale ed i 24 CFU. Per i posti di ITP si accede con il solo diploma.

Anche in questo caso, per i posti di sostegno i candidati, oltre ad uno dei requisiti precedenti, deve possedere la specializzazione sul sostegno.


Con il DL 126/2019 il Ministero dell’Istruzione è stato autorizzato a bandire una procedura straordinaria per titoli ed esami per i docenti della scuola secondaria di primo e di secondo grado, finalizzata all’immissione in ruolo ed al conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento.

Organizzata su base regionale, la procedura straordinaria accessibile anche al personale di ruolo, determinerà la formazione di graduatorie regionali per ciascuna classe di concorso nonché per i posti di sostegno, finalizzate all’assunzione su 24 mila posti disponibili, nonché un elenco di soggetti abilitati all’insegnamento.

ICOTEA_19_dentro articolo

Abbiamo analizzato la bozza del bando di concorso sottoposta all’informativa delle organizzazioni sindacali, di cui si attende a brevissimo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale per dare così formalmente avvio alla procedura selettiva.

E’ prevista la possibilità di partecipare in una sola regione, mediante la presentazione di un’unica istanza sia per il sostegno del primo e del secondo grado, sia per una classe di concorso.

In applicazione delle previsioni di cui al DL 126/2019 è ammesso a partecipare il candidato in possesso dei seguenti requisiti:

– avere svolto nella scuola statale, tra l’anno scolastico 2008/2009 e l’anno scolastico 2019/2020, almeno tre annualità di servizio anche non consecutive su posto comune o di sostegno; è considerato come anno scolastico intero se il servizio ha avuto la durata di almeno 180 giorni oppure se sia stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale. Chi raggiunge il requisito dei tre anni di servizio con quello in corso, sarà ammesso con riserva alla procedura e questa sarà sciolta negativamente, qualora non si raggiunga il minimo di 180 giorni di servizio o lo stesso non sia prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale e comunque entro il 30 giugno 2020.

– almeno un anno di servizio dev’essere stato prestato nella specifica classe di concorso o tipologia di posto per la quale si concorre; il servizio prestato sulla classe di concorso A-29 è ritenuto valido ai fini della partecipazione per la classe di concorso A-30 e il servizio prestato sulla classe di concorso A-66 è ritenuto valido ai fini della partecipazione alla classe di concorso A-41, purché congiunto al possesso del titolo di studio. E’ considerato valido anche il servizio prestato nei progetti Miur – Regione c.d. “salvaprecari”.

– per il posto comune, è richiesto il possesso della laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti; per i posti di insegnante tecnico-pratico rimangono fermi i requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di classi di concorso; in alternativa è possibile accedere con il possesso del titolo di abilitazione o di idoneità concorsuale nella specifica classe di concorso, ovvero con il possesso dei titoli di studio previsti per la fase transitoria dall’allegato E al DM n.259/2017, con riferimento alle classi di concorso a posti nei licei musicali e coreutici relativi agli insegnamenti di nuova istituzione. Sono ammessi con riserva coloro che hanno conseguito all’estero il titolo di accesso alla classe di concorso, purché abbiano presentato la relativa domanda di riconoscimento entro il termine per la presentazione della domanda di partecipazione alla procedura concorsuale; la riserva si scioglie positivamente con l’adozione del provvedimento di riconoscimento in Italia del titolo di accesso.

– per il posto di sostegno, è richiesto il possesso del titolo di accesso alla procedura e l’ulteriore specializzazione per il relativo grado. Sono ammessi con riserva alla procedura i candidati iscritti ai percorsi di specializzazione su sostegno avviati entro il 29.12.2019, e la stessa sarà sciolta positivamente purché il titolo venga conseguito entro il 15 luglio 2020. Sono ammessi con riserva anche coloro che hanno conseguito all’estero il titolo di sostegno ed hanno presentato la relativa domanda di riconoscimento entro il termine per la presentazione della domanda di partecipazione alla procedura concorsuale; la riserva si scioglie positivamente con l’adozione del provvedimento di riconoscimento in Italia del titolo di sostegno.

La procedura straordinaria si articolerà in una prova scritta (con attribuzione massima di 80 punti) e nella successiva valutazione dei titoli (per un massimo di 20 punti).

La prova scritta computer based, della durata di 80 minuti, è composta da 80 quesiti a risposta multipla; la prova è finalizzata anche a verificare la capacità di lettura e comprensione del testo in lingua inglese almeno al livello B2.

La prova si considererà superata con il conseguimento di un punteggio non inferiore a 56/80.

I titoli valutabili sono quelli previsti nella Tabella allegata al bando.

La compilazione della graduatoria regionale ai fini dell’immissione in ruolo verrà effettuata tenendo conto del risultato della prova scritta e della valutazione dei titoli, e sarà utilizzata annualmente per l’immissione in ruolo sui ventiquattromila posti, a partire dall’anno scolastico 2020/2021, per un triennio, e anche successivamente, ove necessario, sino al loro esaurimento.

Successivamente alla redazione della graduatoria di merito, la commissione procederà, per i posti comuni, anche alla compilazione di un elenco non graduato dei soggetti che hanno conseguito nella prova scritta il punteggio non inferiore a 56 punti su 80 e che a seguito della valutazione dei titoli non rientrano nel contingente previsto; detti candidati potranno accedere alle procedure di acquisizione del titolo di abilitazione, che verranno disciplinate con successivo decreto del Ministero dell’Istruzione.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Concorso scuola, i bandi pubblicati già nelle prossime ore? ultima modifica: 2020-04-24T15:50:21+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl