Concorso straordinario, “punito” il silenzio del Ministero

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 27.1.2021.

Il Tar Lazio dice sì alle prove suppletive per gli esclusi dal Covid.

“Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Bis), accoglie l’istanza cautelare e dispone l’effettuazione di prove suppletive nei termini che l’Amministrazione indicherà ai ricorrenti”. È questa la conclusione a cui è giunto il Tar laziale, con l’ordinanza del 27 gennaio – la n. 11275/201 -, aprendo quindi le porte alla sessione suppletiva per tutti i candidati ricorrenti che, dopo avere presentato la domanda di partecipazione al concorso straordinario per 32.000 posti, non hanno partecipato alla prova scritta unica perchè sottoposti a misure sanitarie di prevenzione per l’emergenza da Covid-19.

Illegittimo il “silenzio serbato dall’amministrazione”

Nell’ordinanza si fa riferimento espressamente alla “illegittimità del silenzio serbato dall’amministrazione sull’istanza presentata dai ricorrenti all’Amministrazione, volta a richiedere di poter accedere alle prove suppletive del concorso”.

La decisione del TAR Lazio obbliga quindi il ministero dell’Istruzione a provvedere ad assumere tutti i provvedimenti necessari per ottemperare alla decisione del giudice.

Flc-Cgil: lo avevamo detto subito

“Esprimiamo grande soddisfazione per l’accoglimento del ricorso presentato al Tar Lazio dall’Ufficio Legale della FLC CGIL per chiedere il riconoscimento del diritto ad avere prove suppletive per quei lavoratori che non hanno potuto partecipare alla procedura straordinaria per motivi connessi al Covid”, si legge in un commento del sindacato confederale guidato da Francesco Sinopoli.

“La sentenza del Tar – continua la nota della Flc-Cgil che ha anche pubblicato la sentenza – conferma quello che abbiamo riscontrato da subito: ovvero che l’avvio del concorso in piena pandemia e senza prove suppletive é stato un errore, così come è evidentemente discriminatoria la scelta di non avviare sessioni suppletive per coloro che non per scelta, ma per motivi oggettivi sono stati esclusi dalla procedura”.

“Ci auguriamo – conclude il sindacato – che il Ministero dell’Istruzione apra un vero confronto sul reclutamento: se ci fosse stata una vera disponibilità al dialogo e al confronto con i sindacati non ci sarebbe stato bisogno di ricorrere alla strada vertenziale per vedere riconosciuti i diritti dei lavoratori”.

tar-lazio-del-27-gennaio-2021-diritto-di-partecipazione-prove-suppletive-concorso-straordinario

Tar laziale Ordinanza del 27 gennaio  n. 11275 del 27.1.2021

.

.

.

.

.

.

Concorso straordinario, “punito” il silenzio del Ministero ultima modifica: 2021-01-28T05:14:35+01:00 da Gilda Venezia

Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Il ministero dell’istruzione nel pallone

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 22.4.2021. Draghi e Bianchi si sono arresi dopo l'intervento delle…

6 ore fa

Nuovo decreto Covid, le novità

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 22.4.2021. Arrivano certificazioni verdi, novità su vaccinazioni, alunni…

7 ore fa

Decreto Covid, alunni alle superiori almeno al 70%: il Governo alza la quota nelle zone gialle e arancioni

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 21.4.2021. Cambio dell’ultimo momento nella percentuale di presenza…

7 ore fa

Recalcati: “basta parlar male della Dad”!

di Gabriele Ferrante,  La Tecnica della scuola, 21.4.2021. “Basta parlar male della didattica a distanza!…

7 ore fa

Supplenze e maternità: illegittimo escludere dall’assunzione la lavoratrice madre in gravidanza

Obiettivo scuola, 21.4.2021. Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante…

7 ore fa

Perdenti posto, chi arriva a domanda condizionata non deve andare in coda

di Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola, 21.4.2021. Una nostra lettrice che insegna in Sardegna ci…

7 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy