Consiglio di classe: il coordinamento si può rifiutare, il ruolo di segretario e presidente no

di Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola, 26.8.2019

 

– Un docente non è obbligato a svolgere l’incarico di Coordinatore del Consiglio di classe, ma è obbligato invece a ricoprire il ruolo di Presidente e Segretario verbalizzante dello stesso Consiglio. Anche il nuovo ruolo di coordinatore dell’educazione civica è un ruolo che non si può rifiutare, perché funzione imposta dalla legge.

Il presidente del Consiglio di classe

Il consiglio di classe è presieduto, di norma, dal dirigente scolastico. In sua assenza il ruolo di presidente va ad un docente che ne fa parte, delegato dal Dirigente scolastico. Il docente che lo presiede, in assenza del dirigente, non può essere lo stesso docente indicato come segretario verbalizzante. Il verbale, infatti, per essere valido deve essere firmato da entrambi. Di solito, in assenza del Dirigente, la funzione di Presidente è affidata al Coordinatore di classe.

Il coordinatore di classe

Il coordinatore di classe, invece, non ha compiti di carattere ordinamentale e legislativo. Il coordinatore del Consiglio di classe è una figura molto utile e i suoi compiti di coordinamento sono decisi dal Collegio nel Ptof, per cui il Coordinatore ha compiti diversi da scuola a scuola proprio perché non previsti dall’ordinamento e, pertanto, si riconducono allo specifico dell’Istituto in cui svolgere tale funzione. Il pagamento del ruolo del Coordinatore che svolge funzioni di coordinamento didattico e organizzativo è deciso in sede di contrattazione di Istituto. Il ruolo di Coordinatore di classe non è obbligatorio e può essere rifiutato dal docente che non lo vuole svolgere.

Un docente non è obbligato a svolgere l’incarico di Coordinatore del Consiglio di classe, ma è obbligato invece a ricoprire il ruolo di Presidente e Segretario verbalizzante dello stesso Consiglio. Anche il nuovo ruolo di coordinatore dell’educazione civica è un ruolo che non si può rifiutare, perché funzione imposta dalla legge.

Il presidente del Consiglio di classe

Il consiglio di classe è presieduto, di norma, dal dirigente scolastico. In sua assenza il ruolo di presidente va ad un docente che ne fa parte, delegato dal Dirigente scolastico. Il docente che lo presiede, in assenza del dirigente, non può essere lo stesso docente indicato come segretario verbalizzante. Il verbale, infatti, per essere valido deve essere firmato da entrambi. Di solito, in assenza del Dirigente, la funzione di Presidente è affidata al Coordinatore di classe.

Il coordinatore di classe

Il coordinatore di classe, invece, non ha compiti di carattere ordinamentale e legislativo. Il coordinatore del Consiglio di classe è una figura molto utile e i suoi compiti di coordinamento sono decisi dal Collegio nel Ptof, per cui il Coordinatore ha compiti diversi da scuola a scuola proprio perché non previsti dall’ordinamento e, pertanto, si riconducono allo specifico dell’Istituto in cui svolgere tale funzione. Il pagamento del ruolo del Coordinatore che svolge funzioni di coordinamento didattico e organizzativo è deciso in sede di contrattazione di Istituto. Il ruolo di Coordinatore di classe non è obbligatorio e può essere rifiutato dal docente che non lo vuole svolgere.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Consiglio di classe: il coordinamento si può rifiutare, il ruolo di segretario e presidente no ultima modifica: 2019-08-27T03:31:28+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Recent Posts

NoiPa, avviso stipendi gennaio 2020: data di esigibilità personale supplente, domani 27 gennaio

di Luigi Rovelli, Scuola in Forma, 26.1.2020 - Il portale della Pubblica Amministrazione NoiPa ha pubblicato l’avviso inerente la data di esigibilità riguardante l’emissione…

6 ore fa

Sottosegretari Istruzione saranno Ascani e confermato De Cristofaro. Addio al ViceMinistro

Orizzonte Scuola, 26.1.2020 - Le nomine non sono ancora ufficiali. Questo il testo del comunicato del Consiglio dei Ministri del…

7 ore fa

Abilitazione, albo, aggiornamento: come funziona il modello Usa

di Luca Tizzano, il Sussidiario, 26.1.2020 - Il Decreto scuola ha riacceso il dibattito su abilitazione e reclutamento docenti. I pregi…

10 ore fa

Carta del docente: novità in arrivo

di Reginaldo Palermo,  La Tecnica della scuola, 25.1.2020 - La Carta del docente potrebbe avere vita breve o, perlomeno, in…

11 ore fa

Le proposte programmatiche della FGU

dalla Gilda degli insegnanti, 23.1.2020 - Le nostre priorità in merito ai tanti problemi aperti che abbisognano di provvedimenti urgenti da…

12 ore fa

Concorsi e reclutamento. Le proposte della Gilda degli insegnanti

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 26.1.2020 – Una delle priorità tra i tanti problemi aperti è quella della stabilizzazione di tanti…

12 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy