Consiglio di classe, il ruolo del docente di potenziamento

di Andrea Carlino,  La Tecnica della scuola, 23.4.2019

– Il Consiglio di classe è un organo collegiale della scuola italiana, istituito con l’articolo 4 del D.P.R. 416 del 31 maggio 1974, uno dei 5 decreti delegati sulla che hanno cambiato il volto dell’intero sistema scolastico italiano.

È utile sapere che ai sensi dell’art.37 del d.lgs. 297/94, il Consiglio di classe è l’unico organo collegiale del nostro sistema scolastico in cui si considerano valide le sue sedute, fatta eccezione per gli scrutini in cui deve esserci il Collegio perfetto, anche senza la presenza della metà più uno dei componenti in carica per la sua validità.

I componenti degli organi collegiali vengono eletti dai componenti della categoria di appartenenza; i genitori che fanno parte di organismi collegiali sono, pertanto, eletti da altri genitori.

La funzione degli organi collegiali è diversa secondo i livelli di collocazione: è consultiva e propositiva a livello di base (consigli di classe e interclasse); è deliberativa ai livelli superiori (consigli di circolo/istituto, consigli provinciali).

Il docente di potenziamento

I docenti tecnico pratici, ad esempio, fanno parte a pieno titolo con votazione autonoma nei Consigli di Classe.

E invece il docente di potenziamento può far parte del consiglio di classe? Si ritiene che tali docenti non possano partecipare ai consigli di classe riunti per lo scrutinio intermedio (e finale) perché non impartiscono un insegnamento curricolare per il quale sia necessaria una valutazione.

Attenzione, però. Il professore potrà far parte dello scrutinio nel caso stia sostituendo per supplenze fino a 10 giorni il docente curricolare e che in quel periodo di tempo ci sia lo scrutinio. Può anche partecipare nel caso sostituisca il docente curricolare assente solo allo scrutinio.

Se è comprensibile la partecipazione dei docenti di potenziamento nei consigli di interclasse della scuola primaria e dei docenti di potenziamento che fanno delle ore di compresenza nella classe di una scuola secondaria, non si ravvisano gli estremi dell’obbligo di partecipazione in un consiglio di classe di un docente di potenziamento che si occupa di progetti di ampliamento dell’offerta formativa.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

.

.

.

.

Consiglio di classe, il ruolo del docente di potenziamento ultima modifica: 2019-04-24T04:59:36+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Il registro elettronico non è obbligatorio, lo sottolinea la Cassazione

di Marco Barone, Orizzonte Scuola, 5.12.2019 - Il registro di classe e del professore sono atto pubblico - Una interessante sentenza…

17 ore fa

TFA sostegno: parte il quinto ciclo con 7 mila posti in più del previsto

di Reginaldo Palermo,  La Tecnica della scuola, 4.12.2019 -  Non è ancora concluso il quarto ciclo di TFA per il…

21 ore fa

Contratto d’Istituto: come renderlo migliorativo rispetto al CCNL

di Alvaro Belardinelli,  La Tecnica della scuola, 4.12.2019 - Pur essendo una categoria di lavoratori intellettuali, troppo spesso i docenti…

22 ore fa

Legge di bilancio: in due anni tre miliardi e mezzo di tagli al Ministero dell’Istruzione

di Reginaldo Palermo,  La Tecnica della scuola, 4.12.2019 - VIDEO - - Il Ministro Fioramonti continua a dichiararsi soddisfatto di…

1 giorno fa

Bonus merito: scuola vota all’unanimità distribuzione a tutti i docenti, precari inclusi

di Vincenzo Brancatisano, Orizzonte Scuola, 4.12.2019 - Bonus premiale, un insegnante liceale mette ai voti la proposta di spalmare il bonus…

2 giorni fa

Scuola, il conto delle assunzioni sale a 70mila unità

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci, Il Sole 24 Ore, 4.12.2019 - Si riaprono le assunzioni nella scuola: altre 9mila cattedre recuperate…

2 giorni fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy