Categorie: InsegnantiStampa

Decreto scuola, verso l’approvazione con alcune novità

di Andrea Carlino, La Tecnica della scuola, 4.4.2020

– La didattica a distanza diventa obbligatoria –

Tutto il mondo della scuola attende l’approvazione del decreto legge. Stasera è in programma il pre consiglio dei ministri. Lunedì, invece, si terrà la riunione che vedrà alla luce il provvedimento che proverà a fare ordine sia sulla fine dell’anno scolastico (soprattutto su esami di terza media e maturità) che sull’inizio del prossimo.

In base alle ultime indiscrezioni di stampa, la didattica a distanza non è più solo consigliata ma diventa obbligatoria, utilizzando strumenti informatici o tecnologici a disposizione.

“In corrispondenza della sospensione – si legge infatti nella bozza del decreto – il personale docente assicura comunque le prestazioni didattiche nelle modalità a distanza”.

Secondo l’ANSA, la bozza del decreto che era circolata nelle ore scorse sarebbe stata oggetto di modifiche. A destare perplessità era stata soprattutto la parte in cui si prevedeva che durante lo stato di emergenza il ministro dell’Istruzione non avesse l’obbligo di sottoporre i provvedimenti al Consiglio superiore della pubblica istruzione (Cspi) così come già segnalato dalla Tecnica della Scuola.

“Il parere del Consiglio superiore della Pubblica Istruzione va ascoltato ma va velocizzato il tempo in cui deve dare risposte. Certo, non possiamo sottrargli prerogative”, parla all’ANSA la responsabile scuola del Pd, Camilla Sgambato.

Possibile che la seconda parte del decreto, che comprende il ruolo del Cspi e i concorsi, venga modificata o addirittura stralciata.

Sembra, invece, rimanere valido il testo nella parte in cui fissa la dead line al 18 maggio: se per quella data si rientrerà in classe, gli esami di maturità si svolgeranno con lo scritto di italiano il 17 giugno e poi una seconda prova decisa dalle commissioni interne cui farà seguito l’orale.

In caso contrario, l’esame si svolgerà unicamente in forma orale in modalità a distanza. Tutti dovrebbero poi essere ammessi a classe successiva, ma con il recupero debiti dal 1 settembre.

.

.

.

.

.

 

Decreto scuola, verso l’approvazione con alcune novità ultima modifica: 2020-04-05T19:15:16+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Esami di Stato nel 1 e 2 grado. Come si svolgono

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 6.6.2020. Proponiamo due schede normative predisposte dall'USR per la Campania sullo svolgimento…

2 ore fa

Dietro lo schermo del Pc i problemi della nostra scuola nella didattica a distanza

di Monica Mincu e Rita Locatelli,  La Voce.info, 4.6.2020. Le difficoltà della didattica a distanza…

5 ore fa

Ferie docenti, il Ds non può negarle per i mesi di luglio e agosto

di Lucio Ficara, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Una docente ci chiede se è legittimo il…

5 ore fa

Barriere di plexiglass a scuola, il parere dello psicologo: “L’idea fa rabbrividire, è come vedere i bimbi al guinzaglio”

di Andrea Carlino, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Fa discutere l’idea del governo di inserire barriere…

5 ore fa

Barriere di plexiglass a scuola, l’idea è del comitato tecnico scientifico

di Andrea Carlino, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Le barriere di plexiglass a scuola per il…

5 ore fa

Ritorno a scuola subito, in Veneto esami in presenza per gli studenti dei professionali

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Non toccherà solo ai 500 mila studenti della…

5 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy