Diplomati magistrali concorso straordinario bis, aggiornamento

di Bruno Ventura, Scuola in Forma, 14.6.2019 

– Per i tanti diplomati magistrali rimasti esclusi dalla partecipazione al concorso straordinario, deciso dal governo Conte per risolvere l’emergenza creata dalla pronuncia della plenaria del Consiglio di Stato, si riaprono le speranze di ottenere la stabilizzazione. Le voci che si diffondevano in rete sulla possibilità di una sessione bis riservata agli esclusi dalla procedura concorsuale precedente riferivano circa l’intenzione di presentare un emendamento al decreto dignità per la modifica dei requisiti di partecipazione. In questo nostro altro articolo avevamo documentato la sorgente della notizia.

Riduzione del servizio a un anno

Dopo l’emanazione del bando si era sollevata una fortissima ondata di protesta perché tantissimi diplomati magistrali, circa 35mila docenti con un solo anno di servizio alle spalle nella scuola statale, pur essendo in possesso del medesimo titolo abilitante non avrebbero avuto la possibilità di essere immessi in ruolo. Per questo motivo molti di loro si erano rivolti a diverse forze politiche affinché si adoperassero per trovare una soluzione equa anche per loro. Stando alle informazioni in possesso della redazione, la Lega avrebbe raccolto l’appello degli esclusi trasformandolo in un emendamento da presentare in Parlamento.

Precedenza al concorso 2018

È possibile coniugare il diritto degli esclusi con quello di coloro che hanno già affrontato i colloqui orali per essere inseriti nelle graduatorie di merito del 2019. Rispettando questo semplice criterio di precedenza è possibile procedere ad “una seconda e diversa edizione del concorso straordinario destinato a coloro che possiedono un solo anno di servizio”. In questo modo “non si scalfisce l’ operatività della norma di riferimento e non si provocano reazioni contrarie da parte di coloro che hanno già partecipato al concorso straordinario previsto dalla legge vigente, poiché viene rispettato il loro diritto di priorità temporale nell’accesso al ruolo”.

No paritarie

Nonostante la legge sulla parità scolastica ed il rilascio di alcune cautelari concesse a chi detiene il servizio conseguito presso gli istituti paritari, nell’emendamento che andiamo a riportare di seguito non viene fatta menzione dell’estensione della sessione bis anche a questi docenti. Tuttavia non è da escludere, tenendo presente il pronunciamento dei giudici di Palazzo Spada che hanno espresso parere favorevole anche nei riguardi di questa categoria, che il testo finale dell’emendamento venga esteso anche ai diplomati magistrali delle scuole paritarie. La redazione di Scuolainforma seguirà gli aggiornamenti che perverranno alla redazione su questa problematica.

Il testo dell’emendamento

RIDUZIONE A UNA ANNUALITA’ NELLA SCUOLA STATALE PER ACCESSO A CONCORSO STRAORDINARIO

Modifica all’art 4, comma 1 del Decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito in legge 9 agosto 2018, n. 96 recante: «Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese»

«All’ articolo 4, comma 1-undecies è aggiunto il comma 1-duodecies: Successivamente alla pubblicazione delle graduatorie di cui al comma 1-octies, è bandito un nuovo concorso straordinario riservato ai docenti che siano forniti del titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o di analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, oppure diploma magistrale con valore di abilitazione o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002, purche’ i docenti in possesso dei predetti titoli abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici, almeno una annualita’ di servizio specifico, anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, presso le istituzioni scolastiche statali, valutabili come tali ai sensi dell’art. 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124. I suddetti sono inclusi in una graduatoria di merito compilata con i medesimi criteri previsti dal successivo comma 1-octies. Alla suddetta graduatoria sono attribuiti i posti residui allo scorrimento delle graduatorie relative al concorso previsto alla lettera b) del comma1-quater».

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Diplomati magistrali concorso straordinario bis, aggiornamento ultima modifica: 2019-06-16T06:00:31+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl