Dirigenti scolastici, il concorso slitta ad aprile: «Nuovo regolamento»

Corriere-scuola_logo14

di Valentina Santarpia, Il Corriere della sera, 9.3.2017

Era stato annunciato a dicembre, il nuovo concorso per presidi che avrebbe dovuto colmare le carenze del sistema ed evitare le reggenze complesse che negli ultimi anni hanno reso complicatissima la vita di alcuni dirigenti scolastici.

Sarà bandito ad aprile il concorso per dirigenti scolastici: sono queste le ultime novità che arrivano dal ministero dell’Istruzione dopo l’ennesimo rinvio. Atteso da anni, per coprire almeno un migliaio di posti vuoti fino al 2020, era stato annunciato dalla ministra Stefania Giannini lo scorso anno come una delle novità del nuovo corso del sistema scolastico. Obiettivo? Evitare presidi che gestiscono fino a 8 istituti distanti tra loro e con differenti esigenze, e restituire finalmente alla figura del dirigente tutta la dignità che il nuovo ruolo di responsabilità disegnato dalla Buona scuola le attribuiva. Il concorso doveva svolgersi a dicembre, con una prova preselettiva, una prova scritta ed una orale per accertare le competenze anche linguistiche e infine un corso di formazione dirigenziale di 4 mesi più un tirocinio di altri 4 mesi. Ma il bando non è mai arrivato.

La conta dei posti vuoti

Il ministero della Funzione pubblica e quello delle Finanze, quando hanno visto il regolamento, hanno infatti riscontrato delle imprecisioni, delle irregolarità, delle carenze nelle procedure, che avrebbero potuto inficiare il concorso. E allora hanno spedito tutto di nuovo al mittente. I tecnici del Miur si sono rimessi al lavoro, e adesso hanno prodotto un nuovo regolamento, che per le linee generali assomiglia al precedente ma chiarisce alcuni aspetti procedurali considerati fondamentali. Questo regolamento dovrà ricevere il visto del Consiglio di Stato, e solo allora si potrà bandire il concorso. Non prima di un mese e mezzo. Con la speranza che non ci siano altri intoppi, pena il serio rischio stallo per diverse regioni. Due anni fa l’Anief stimava che nel 2016 ci sarebbe stata una scuola su 4 senza preside, e di fattole scuole senza preside nello scorso anno scolastico erano stimate sulle 1500, con un numero record di reggenze in Lombardia (più di 150), in Veneto (135), in Emilia (173), a Roma (90). Difficile immaginare che, se il concorso verrà bandito in aprile, potrà portare nuovi presidi in classe già a settembre. Quindi nell’anno scolastico 2017-2018 la situazione sembra destinata a peggiorare.

.

Dirigenti scolastici, il concorso slitta ad aprile: «Nuovo regolamento» ultima modifica: 2017-03-09T21:47:38+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl