Docenti neoassunti, anno di prova e formazione 2019/20: le indicazioni del Miur

di Isabella Policarpio, Money.it, 5.8.2019

– I docenti neoassunti sono tenuti a seguire un percorso di formazione durante il primo anno di assunzione in ruolo. Ecco tutti gli adempimenti previsti dal Miur per l’anno scolastico 2019/2020.

I docenti neoassunti sono tenuti a seguire un particolare percorso formativo durante il primo anno successivo all’assunzione in ruolo. Questo modello ha subito una vera e propria rivoluzione in seguito all’approvazione del D.M. n. 850 del 2015 che prevede laboratori formativi, attività online e osservazione in classe.Determinante poi è il ruolo del “docente tutor” il quale deve affiancare l’insegnate neoassunto durante l’anno di prova e fornirgli il supporto necessario.La durata complessiva del percorso formativo è di 50 ore, comprensive sia delle attività in presenza che di quelle di osservazione in classe.In questo articolo vedremo dettagliatamente quali sono i documenti da presentare, e quali gli adempimenti da seguire durante l’anno di prova dei docenti neoassunti.

Docenti neoassunti, i documenti da presentare

Oggi in Borsa, linea diretta con i mercati: puntata mercoledì 31 luglio
I docenti neoassunti che prenderanno servizio a settembre 2019 sono tenuti a fornire all’Istituto i documenti di rito, tutti autocertificati dal docente fatta eccezione per il certificato di idoneità all’impiego.

Per l’esattezza, il docente deve presentare entro e non oltre 30 giorni dalla data di assunzione in ruolo i documenti seguenti:

  • il titolo di studio;
  • l’abilitazione;
  • certificati di nascita e godimento cittadinanza italiana;
  • certificato di godimento dei diritti politici.

Invece, entro i successivi due anni dall’assunzione, il docente neoassunto deve presentare la Dichiarazione dei servizi (da presentare online), di cui si fornisce l’allegato con le istruzioni di compilazione:

Modello ministeriale di dichiarazione dei servizi
Clicca qui per aprire il pdf

Neoassunti, il ruolo del “docente tutor”

Durante l’anno di prova, ha un ruolo fondamentale il c.d. “docente tutor”, ovvero l’insegnate scelto per affiancare e supportare il nuovo immesso. Quest’ultimo viene scelto da Dirigente scolastico (sempre previo coinvolgimento del Collegio docenti) preferibilmente tra i docenti della stessa disciplina, o comunque della stessa tipologia di cattedra.

Ad ogni docente tutor non potranno essere assegnati più di 3 docenti neoassunti. Agli insegnanti che devono ripetere il periodo di formazione verrà assegnato un tutor diverso da quello che li ha accompagnati nel primo anno di servizio.

Le ore di formazione da espletare nell’anno di prova sono in tutto 50 così ripartite:

  • 12 per i laboratori formativi;
  • 6 per le visite in scuole innovative;
  • 12 di osservazione in classe (peer to peer);
  • 20 di attività di formazione online.

Docenti neoassunti, i laboratori formativi

Tra i vari obblighi formativi, i docenti neoassunti sono tenuti a seguire i laboratori formativi per un ammontare di 12 ore annue che potranno essere ripartite in moduli differenti, di 6 o di 3 ore.

Gli argomenti dei laboratori sono flessibili e modulabili e sono elencati all’articolo 8 del D.M. n. 850 del 2015 tra cui troviamo, ad esempio: metodi innovativi di didattica, l’educazione alla sostenibilità ambientale, le nuove forme di inclusione e integrazione e le tecnologie applicate alla scuola.

La strumentazione e il materiale per questi corsi sarà messa a disposizione sulla piattaforma INDIRE, congiuntamente alle istruzioni per la compilazione del portfolio online. La rendicontazione, invece, spetta sempre all’Istituto.

Le visite in scuole innovative

A domanda degli interessati, sarà possibile visitare per un totale di 6 ore al massimo delle scuole definite “innovative” per progetti e riconoscimenti ottenuti. La scuola prescelta dal docente deve dare la sua disponibilità alla visita, in caso contrario questa non può avere luogo.

La visita nelle scuole innovative generalmente si svolge in due giornate full immersion e si può sostituire – in parte – alle monte ore di attività dei laboratori formativi.

Docenti neoassunti, osservazione in classe e attività peer to peer

I docenti neoassunti, durante l’anno di prova, sono soggetti all’osservazione in classe (detta attività peer to peer). Questa attività formativa ha la durata complessiva di 12 ore e prevede soprattutto gli strumenti operativi e le metodologie di supervisione professionale.

Durante l’osservazione in classe, il docente tutor ha un ruolo fondamentale, potremmo dire quasi da mentore, specialmente per coloro che sono alla prima esperienza di insegnamento.

Docenti neoassunti, la formazione online

L’attività di formazione è anche online, precisamente sulla piattaforma INDIRE, attiva dal novembre del 2018. Qui si prevede la compilazione di questionari destinati ai vari soggetti impegnati nella valutazione del docente.

Le ore di formazione online sono complessivamente 20 e consentono di monitorare e documentare lo svolgimento del percorso formativo.

.

.

.

.

.

Docenti neoassunti, anno di prova e formazione 2019/20: le indicazioni del Miur ultima modifica: 2019-08-05T16:44:24+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl