Categorie: SicurezzaStampa

Dopo l’uragano: nuovi criteri (e fondi) per la sicurezza delle scuole?

TuttoscuolaNews, n. 881 del 5.11.2018

– Se i drammatici eventi meteorologici dei giorni scorsi sono il segno, come affermano diversi esperti, di un radicale cambiamento climatico per l’Italia con propensione tropicale, occorrerà ripensare a nuovi criteri per la sicurezza soprattutto degli edifici, comprese innanzitutto le scuole.

Scuole più sicure, dunque, perché all’interno degli edifici scolastici trascorrono buona parte della giornata (e della loro vita giovanile) quasi nove milioni di alunni e oltre un milione di insegnanti e personale ATA.

Non si sa ancora quante scuole per questa prima settimana del dopo uragano saranno agibili in Veneto (soprattutto nel bellunese), in Liguria colpita da una specie di tsunami, in Sicilia e in altre parti del territorio nazionale ferito dal disastro.

In provincia di Belluno, dove i venti di quell’uragano hanno sradicato 14 milioni di abeti rossi che, galleggiando nelle acque vorticose dei corsi d’acqua dell’alto Veneto, hanno presentato al mondo uno scenario surreale e angosciante, non sappiamo quante scuole di quel territorio hanno resistito alla furia dei venti.

Sappiamo che in Italia tra i 47.466 edifici statali meno della metà (38,7%) è in possesso del certificato di agibilità abitativa, mentre tra i 253 edifici scolastici della provincia di Belluno  il possesso di quel certificato è del 54,2%.

Gli stessi edifici del bellunese sono in possesso del certificato di collaudo statico per il 57,3%, contro il 53,8% nazionale.

Scuole bellunesi, dunque, più sicure che altrove. Sono riuscite a superare indenni l’uragano?

Tuttoscuola se lo augura sinceramente e, mentre esprime piena solidarietà a tutte le famiglie venete, liguri, siciliane e laziali colpite dal disastro, chiede al Governo e al Parlamento di correggere la legge di bilancio e prevedere un investimento straordinario per la messa in sicurezza delle scuole dove vive il futuro del nostro Paese.

.

.

.

.

Dopo l’uragano: nuovi criteri (e fondi) per la sicurezza delle scuole? ultima modifica: 2018-11-05T06:22:29+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

L’assalto ai forni e la resa dell’istruzione

  di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 30.3.2020 - L’assalto ai forni dei secoli passati,…

55 secondi fa

Il cigno nero che cambierà la scuola italiana

TuttoscuolaNews, n. 943 del 30.3.2020 - Il coronavirus è certamente un cigno nero, un evento…

7 ore fa

Mobilità 2020, docenti possono chiedere diversi tipi di movimenti

Orizzonte Scuola, 30.3.2020 - Quante domande si possono presentare? Qual è il loro ordine di…

8 ore fa

Esami di terza media, cosa accadrà? Tutte le ipotesi

di Katia Russo, NotizieOra, 29.3.2020 - Come verranno organizzati gli esami di terza media? Potranno…

11 ore fa

TFA Sostegno IV ciclo esami finali online

di Concetta P.  Professionisti Scuola Network, 29.3.2020 - Possibile ulteriore slittamento TFA sostegno V ciclo…

11 ore fa

Maturità e licenza media 2020, modifiche sì ma non subito

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 29.3.2020 - Azzolina: va cambiato il decreto legislativo 62/17…

11 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy