“E’ colpa del Prof”. Il disastro educativo dei genitori

Gilda Venezia

dal blog di Gianfranco Scialpi,  17.11.2021.

Gilda Venezia

“E’ colpa del Prof”. Un contributo importante di M. Gramellini. il disastro educativo dei genitori. Il ritiro della loro responsabilità verso i figli.

“E’ colpa del Prof”. Un articolo di M. Gramellini

“E’ colpa del Prof”. Un articolo di M. Gramellini, apparso su “La Stampa” . Ecco qualche passaggio: “Durante le lezioni i ragazzini di una media di San Francesco al Campo, nel Torinese, riprendono gli insegnanti con il telefonino (il cui uso in classe è severamente proibito, dunque tacitamente tollerato) per poi metterli alla berlina sui social. I prof si lamentano e ventidue teleoperatori in erba finiscono sospesi da scuola. Molti genitori insorgono. Per sgridare la spregiudicata prole? Giammai. Deprecano la rigidità degli insegnanti: perché prendersela per una ragazzata che alla peggio finirà sotto gli occhi di qualche milione di persone?…Se tirano uno schiaffo al prof, la colpa è del prof che non ha saputo incutere nella scolaresca il dovuto rispetto. Se gli rubano il registro, la colpa è del prof che lo ha lasciato in vista: una sorta di istigazione a delinquere. Ma anche se gli mettono una mano di vernice sulla sedia e lui/lei ci spalma i pantaloni o la gonna sopra, la colpa è del prof che non ha controllato prima di sedersi. E se gli fratturano il malleolo con una mazza da baseball? Che domande: la colpa è del prof, anzi della scuola intera, che ha permesso a un oggetto contundente di circolare indisturbato per i corridoi. Se poi un angioletto di mamma e papà prende due in tutte le materie, la colpa è ovviamente e unicamente del prof che non ha saputo stimolare l’allievo e interessarlo alle lezioni.”

Il disastro educativo dei genitori

Conferma il ritiro o la solitudine dell’insegnante di fronte al problema educativo dei ragazzi. Molti di essi sono stati formati con il monosillabo del “Si”, che ha fatto morire il desiderio, l’esperienza del limite, la motivazione a mettersi in gioco. Il nuovo verbo ”Voglio questo… voglio quello…” Spesso i “No” che fanno crescere sono detti dall’insegnante. E quasi sempre corrispondono a quelli che non dice il genitore, preoccupato di riempire di circondare il proprio figlio di oggetti.
P. Crepet parla di educazione  come esperienza della privazione. “Quando un genitore dice: “io non ho mai fatto mancare niente a mio figlio” esprime la sua totale idiozia. Perché il compito di un genitore è di far mancare qualcosa, perché se non ti manca niente a che ti deve servire la curiosità, a che ti serve l’ingegno, a che ti serve il talento…

“E’ colpa del Prof”. Il disastro educativo dei genitori ultima modifica: 2021-11-18T06:29:42+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl