I 120 giorni valgono, a quanto sembra, anche per il Miur che si prepara a nominare in ruolo dal 1 settembre diverse migliaia di docenti, di cui il 50% nominato dalle Gae.

Con la sentenza congelata per 120 giorni, cioè fino a metà dicembre, dovrebbero essere nominati docenti Gae sotto condizione.

Cosa succederà a metà dicembre quando la sentenza del Consiglio di Stato sarà applicata? Le nomine in ruolo e quelle nel frattempo conferite secondo graduatoria di istituto, come avvenuto l’anno scorso, verranno annullate? E la continuità didattica che ha motivato l’urgenza del provvedimento che fine farà?

Quando le Camere hanno integrato quell’art. 4 con una serie di commi che hanno colmato l’attesa dei provvedimenti da definire, hanno tenuto conto di questi possibili effetti?

.

.

.