Genitori invadenti, voti contestati e suggerimenti didattici. Alcuni casi reali

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 23.8.2019

– Genitori sempre più invadenti e docenti costretti, a volte, a stare sulla difensiva. Non sono pochi i casi segnalati alla nostra redazione, così abbiamo pensato di lanciare una raccolta di esperienze su FaceBook.

Il post ha avuto una grande diffusione in pochissimo tempo, con più di 322 commenti di casi descritti dai nostri utenti.

Ve ne riportiamo alcuni, a fine articolo trovate il post integrale

Così, Isabella riferisce di una madre che così  presentava la figlia alla vigilia di una interrogazione: “so che mia figlia oggi ha l’interrogazione, è preparata, l’ho interrogata io”

“Ma il vincitore – continua Isabella – è il padre di un alunno che aveva copiato un tema da internet che al telefono esclama un “si metta una mano sulla coscienza, lei così rovina un ragazzo!””

Giulia ricorda invece la nonna, generazione d’altri principi: “Mia nonna difendeva sempre gli insegnanti:Ti hanno dato il voto più basso rispetto alle tue aspettative?…allora tira su le maniche e migliora.”

A quanto pare, però, anche le nonne cambiano, così Angela racconta: “Quell’anno avevo una cattedra di “espressioni grafiche ed elementi di storia dell’arte” in una scuola professionale. Essendo in compresenza con un’altra materia (metodologica) ricevevamo, io e la mia collega di compresenza, insieme i genitori. Arriva l’alunna con il padre e la nonna. Si avvicinano e la nonna dice subito: “sì ma sentiamo solo cosa dice la prof.ssa ****( la collega di metodologie) e quella di disegno non la facciamo parlare, tanto si sa che il disegno non è importante e noi andiamo di fretta”!”

Annalisa, mamma attenta, invece dimostra che esistono ancora genitori interessati alla formazione dei propri figli. “Mi sento un’aliena, – dice – sono una mamma che ha contestato un voto alto dato a mia figlia, nonostante il test (francese) fosse abbastanza impreciso e con errori di grammatica. Non lo ritengo educativo premiare il solo impegno e non la sostanza stessa del compito.”

Fabio, invece, ha ricevuto la mail di un genitore alle 15 di una domenica. Questo il testo “Gentile professore non capisco come mio figlio possa aver preso 4 al compito di informatica, ieri ha studiato con me e le garantisco che era preparato (mestiere del padre del tutto lontano dall’informatica), le chiedo un un appuntamento per visionare il compito e verificare quali errori lei possa aver fatto in fase di correzione”

Milena è stata contestata nella valutazione di un compito di inglese tanto che i genitori di uno studente hanno chiesto “una copia della verifica scritta e farla rivedere da un madrelingua, chissà si sia contato qualche errore che in realtà non c’era”.

Racconta anche di “Genitori che vanno a reclamare dal dirigente senza mai aver conosciuto o interloquito con il professore perché quest’ultimo da grandissimo sprovveduto e senza cuore ha messo un impreparato al figlio per non essersi mai presentato all’interrogazione.”

Alba riferisce di una mamma molto attenta all’immagine della figlia. Quest’ultima non indossava mai la divisa e convocata la madre, questa rispondeva: “mia figlia è bella e ha i soldi quindi se lo può permettere”

Gabriella riferisce di un padre convocato perché il figlio era costantemente distratto: “Mio figlio – avrebbe detto il genitore – non segue la lezione perché é troppo intelligente, lui pensa ad altro, é oltre. Poveretto,si annoia visto il suo quoziente intellettivo!”.

Diletta, invece, si sente così controbattere all’appunto rivolto ad un genitore perché il figlio non aveva svolto un compito: “Ho detto a mio figlio di non svolgere il compito perché l’ho trovato inutile”

 

.

.

.

.

 

.

.

.

.

.

 

.

Genitori invadenti, voti contestati e suggerimenti didattici. Alcuni casi reali ultima modifica: 2019-08-23T10:42:31+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl