Gilda. Proposta di soluzione del precariato, la più grande emergenza della scuola

Gilda Venezia

Orizzonte Scuola, 26.2.2021.

 “Oltre 230mila precari, si tratta della più grande emergenza nella scuola. Ecco la nostra soluzione”.

IL DOCUMENTO.

“I numeri del precariato sono peggiori rispetto alle previsioni. Siamo oltre i 230mila precari. L’emergenza del precariato è la più grande della scuola italiana”, afferma Rino Di Meglio, coordinatore della Gilda degli Insegnanti.

“Ci sono stati 20 anni di fallimento, soprattutto per quanto riguarda la politica concorsuale. I governi che si sono succeduti hanno fatto solo confusione”, aggiunge Di Meglio.

Bianchi rivela i numeri dei docenti in organico: 695mila titolari, 213mila precari di cui oltre 25mila “Covid”

La proposta della FGU-Gilda degli Insegnanti prevede:

  • un percorso abilitante strutturale e periodico che consenta annualmente la possibilità, al terzo contratto a tempo determinato, di conseguire l’abilitazione all’insegnamento a tutti gli interessati
  • una prova finale, a conclusione del percorso abilitante strutturale per la scuola secondaria sopra menzionata, il cui superamento consente agli idonei l’inserimento in un albo regionale degli abilitati. Tale prova deve avere cadenza annuale similmente a quanto accade per altre abilitazioni professionali
  • una procedura concorsuale aperta a tutti gli abilitati della scuola secondaria statale di cui al punto precedente, che sia più snella e veloce rispetto a quelle di un concorso ordinario e che valuti soprattutto le competenze professionali acquisite dai candidati: una prova consistente
  • nella produzione di un’unità didattica e nella presentazione di una lezione, in analogia con quanto previsto per la fase transitoria del percorso FIT
  • una procedura concorsuale dalle stesse caratteristiche di quella prevista al punto precedente, destinata a tutti i docenti della scuola primaria, già abilitati con il sistema attuale, con almeno 3 anni di servizio
  • una diffusione capillare e aperta a tutti gli interessati – ad esempio consentendo alle facoltà di Scienze della formazione di istituire un corso annuale ad hoc – dei corsi per il conseguimento del titolo di specializzazione sul sostegno
  • un anno di formazione e prova rivolto a tutti coloro che prendono servizio per la prima volta. Solo il superamento di quest’anno di formazione e prova consentirà, al terzo contratto, la partecipazione automatica al percorso abilitante strutturale per la scuola secondaria ovvero la partecipazione alla procedura concorsuale riservata ai docenti della scuola primaria/infanzia con almeno tre anni di servizio. In caso contrario, potranno seguire le procedure concorsuali selettive ordinarie
  • l’esonero, anche temporaneo, per i commissari d’esame e un giusto riconoscimento economico del loro impegno lavorativo
  • la procedura concorsuale per abilitati/specializzati deve essere effettuata automaticamente ogni 2 anni sulla base di una programmazione pluriennale basata sulle reali disponibilità di posti.

FASE TRANSITORIA

  • in una fase transitoria, i docenti precari con almeno due anni di servizio che sottoscrivono (o hanno già sottoscritto) un terzo contratto annuale, sono iscritti d’ufficio al percorso abilitante strutturale annuale. In questo modo, al termine del terzo anno di servizio, superando la prova finale, risulteranno abilitati e potranno partecipare alla successiva procedura concorsuale riservata ai soli abilitati della scuola secondaria

DOCUMENTO

DIAGRAMMA

Gilda. Proposta di soluzione del precariato, la più grande emergenza della scuola ultima modifica: 2021-02-26T12:01:42+01:00 da Gilda Venezia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl