Giornata Nazionale Docente, Gilda: “Ridateci il tempo per studiare e insegnare”

dalla Gilda degli insegnanti, 23.10.2019

– Questa mattina assemblee in tutta Italia per illustrare le proposte

per valorizzare la professione insegnante –

Area contrattuale separata; Consiglio superiore della docenza; preside elettivo e garanzie disciplinari. Sono queste le proposte per valorizzare la professione docente avanzate dalla Gilda degli Insegnanti e illustrate nel corso delle assemblee provinciali che si sono svolte questa mattina contemporaneamente in tutta Italia in occasione della Giornata Nazionale del Docente indetta dal sindacato.

“Abbiamo voluto dedicare questa giornata agli insegnanti per fare con loro una riflessione sulle condizioni sempre più difficili in cui sono costretti a lavorare ogni giorno – spiega il coordinatore nazionale Rino Di Meglio, intervenuto all’assemblea che si è svolta a Roma -. È fondamentale che i docenti si riapproprino del tempo per studiare e del piacere di insegnare, combattendo il grande spreco di ore che quotidianamente nelle scuole vengono sottratte alla didattica per colpa della burocrazia”.

“I docenti non possono essere considerati come generici lavoratori della scuola perché la loro professione non ha carattere impiegatizio. In virtù di ciò, chiediamo l’istituzione di un’area di contrattazione separata che tenga conto della specificità della funzione insegnante e la valorizzi”.

Tra le questioni affrontate, anche quella riguardante le sanzioni disciplinari di cui spesso i dirigenti scolastici abusano: “Urgono garanzie per tutelare la libertà di insegnamento messa a rischio dalla figura del dirigente al quale è affidato il doppio ruolo di inquirente e giudice. Chiediamo la terzietà del soggetto al quale viene affidato il potere sanzionatorio e perciò proponiamo l’istituzione del Consiglio superiore della docenza affinché la disciplina non venga utilizzata come un’arma per sopprimere la libertà di insegnamento. Inoltre – aggiunge Di Meglio – proponiamo che il preside venga eletto dal corpo docente con un incarico a tempo che si concentri sul coordinamento degli insegnanti e della didattica, lasciando la funzione amministrativa ad altre figure”.

“Alcune di queste proposte saranno portate al tavolo contrattuale, augurandoci che, diversamente da quanto avvenuto per l’ultimo rinnovo, si discuta anche della parte normativa. Per altre, invece, – conclude il coordinatore nazionale – sono necessari interventi legislativi e, quindi, sono affidate alla sensibilità della politica”.

Roma, 23 ottobre 2019
UFFICIO STAMPA GILDA INSEGNANTI

Allegati

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Giornata Nazionale Docente, Gilda: “Ridateci il tempo per studiare e insegnare” ultima modifica: 2019-10-23T21:09:36+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Ruoli. Procedura informatizzata dal 12 al 17 agosto

dall'USR per il Veneto,  5.8.2020. Comunicazione dell’Ufficio III: in ragione del perdurare della situazione di…

7 ore fa

Supplenze brevi prorogate, prevale il principio della continuità didattica

Avv. Lavinia Mensi,  DirittoScolastico.it,  agosto2020 Supplenze brevi prorogate: valido a livello giuridico ed economico il…

8 ore fa

Ruoli. Disponibilità nomine per riserve L. 68/1999 per l’a.s. 2020/2021

USR  per il Veneto, Ufficio I A.T. di Venezia,  12.8.2020. Disponibilità per le nomine da…

8 ore fa

In pensione con 45 mila euro

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 12.8.2020. La ministra Dadone firma l’accordo con le banche…

15 ore fa

Nomine in ruolo. Da quali graduatorie?

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 12.8.2020. Come saranno effettuale le prossime immissioni in ruolo?…

16 ore fa

Docenti già di ruolo: possono accettare nuova nomina in ruolo

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 12.8.2020. Nomine in ruolo 2020\2021: quando i docenti di…

16 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy