Gli studenti italiani sono fra i più assenteisti in area OCSE

RTS_logo2di Aldo Domenico Ficara, Regolarità e Trasparenza nella Scuola,  20.12.2016

Sul sito ADI sono riportati i risultati nazionali e internazionali dell’indagine PISA (Programme for International Student Assessment) rilasciati il 6 dicembre 2016, sono risultati allarmanti significativamente inferiori alla media OCSE.  A tal riguardo ADI sottolinea 3 elementi che mettono in risalto inefficienze non più sostenibili dalla scuola pubblica italiana:

  1. Elevate ripetenze e bocciature: un sesto dei quindicenni italiani ha ripetuto un anno e il 10% è stato bocciato alla scuola superiore. I costi umani ed economici delle bocciature e delle ripetenze sono altissimi, ed è provato che sono un rimedio peggiore del male. Ci sono Paesi come la Finlandia che hanno ottimi risultati, senza selezione, con un numerodi ripetenze bassissimo.
  2. Molte ore di scuola e di studio con risultati inferiori a Paesi che ne hanno meno. La quantità non è sinonimo di qualità. I nostri curricoli bulimici costruiti con un numero esorbitante di discipline obbligatorie, che richiedono più ore di scuola e di studio, non si traducono in migliori risultati, ma al contrario in peggiori rispetto a Paesi che ne hanno meno come Finlandia, Germania, Svizzera
  3. Gli studenti italiani sono fra i più assenteisti. Il numero delle ore e dei giorni “saltati” è impressionante, solo un Paese ci supera per numero di assenze degli studenti. Un costo elevatissimo e un segnale clamoroso che la scuola non è un luogo in cui si vada volentieri.

.

Gli studenti italiani sono fra i più assenteisti in area OCSE ultima modifica: 2016-12-21T05:58:11+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl