Graduatorie provinciali per le supplenze e graduatorie di istituto con due giorni di anticipo. Scherzetto!!!

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 12.6.2020.

Si aprono le graduatorie provinciali per le supplenze e le graduatorie di istituto

con due giorni di anticipo rispetto alle date previste. Scherzetto!!!

Si aprono le graduatorie provinciali per le supplenze e le graduatorie di istituto con due giorni di anticipo rispetto alle date previste. Scherzetto!!!

Il Ministero dell’Istruzione non cessa di stupire. O ci sono o ci fanno. Questo il dilemma. In poco più di un mese si sono succedute le domande per tre concorsi (abilitazione, riservato, ordinario), le domande di assegnazione e utilizzo, e ora le domande per l’inserimento nelle nuove graduatorie per le supplenze (GPS..). Servirebbe un GPS vero per dare indicazioni circa il percorso ad ostacoli che vedrà più di un milione di richiedenti proni sul computer per compilare i form predisposti dal Ministero senza alcun tutorial preparato dall’amministrazione e in attesa delle mitiche faq per risolvere i tanti dubbi dei partecipanti.

E’ vero che i tempi devono essere rapidi per consentire le nomine delle supplenze annuali e su posto vacante a settembre, ma sarebbe stato di buon senso predisporre con maggior anticipo la procedura dando più tempo per le domande (la data di chiusura prevista è il 6 agosto). In 16 giorni dovrebbero essere inserite più di un milione di pratiche on line avvalendosi di una piattaforma (Polis) che ha sempre dato problemi di tenuta tecnica e che è nota per i frequenti blackout. Come si fa all’italiana il giorno 6 agosto si prorogheranno le scadenze (10 agosto??). Tutti contenti.

Il servizio di consulenza sulla compilazione viene di fatto demandato ai sindacati che non ce la faranno a seguire tutte le richieste. Gli Uffici del Ministero regionali e provinciali continuano a restare blindati e non aperti al pubblico. Provare a telefonare…..o scrivere mail…. Muri di gomma.

Di fatto, come avviene per altri servizi pubblici (si veda INPS, Agenzia delle Entrate, ecc.) , l’amministrazione della Pubblica Istruzione di fatto privatizza  il servizio delegandolo al “sindacato”. Peccato che il “sindacato”  sia stato sbertucciato in più occasioni dalla Ministra Azzolina considerandolo sul piano politico e delle proposte una palla al piede. Da qui la limpida visione della divisione dei ruoli: al “sindacato” i servizi (patronati, CAF, consulenze), alla “politica” le scelte di fondo sulle linee guida per il rientro a scuola in settembre nella prospettiva di modificare lo status contrattuale dei docenti e di forzare la governance delle scuole.

Peccato che il “sindacato” rappresenti anche professionalmente i docenti e che non possa essere ridotto a semplice articolazione tecnica delle decisioni della burocrazia ministeriale. Se lo ricordi la Ministra Azzolina che come esponente di un sindacato (Anief) faceva la barricadiera per i precari.

.

Gilda del insegnanti della provincia di Venezia

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Graduatorie provinciali per le supplenze e graduatorie di istituto con due giorni di anticipo. Scherzetto!!! ultima modifica: 2020-07-22T04:08:28+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl