I presidi chiedono di reintrodurre l’obbligo del certificato dopo l’assenza per malattia

Il Sole 24 Ore, 21.9.2020.

La legge non prevede attualmente un obbligo di certificazione per rientrare in classe dopo la malattia e le Regioni si stanno muovendo in ordine sparso. Nel Lazio la Regione in questi giorni ha nuovamente previsto l’obbligo – lo aveva tolto – di presentare il certificato medico rientrando a scuola dopo un’assenza per malattia. In particolare dopo una assenza superiore ai 3 giorni serve il certificato medico per rientrare nelle scuole dell’infanzia; per la scuola dell’obbligo e la scuola secondaria di secondo grado, il certificato serve dopo più di 5 giorni di assenza.

Se le assenze vengono comunicate preventivamente dalla famiglia alla scuola e la motivazione non è di salute, il certificato non serve. Nel caso invece di studente con infezione da Covid accertata, sarà il Sisp (Sistema di sanità pubblica) ad attestare l’avvenuta guarigione per la riammissione a scuola.

In Emilia Romagna, invece, il certificato medico per il rientro a scuola dalla malattia non serve. In Veneto, Liguria e Piemonte è sufficiente l’autocertificazione dei genitori che però presuppone il via libera del pediatra.

I presidi dell’Associazione nazionale presidi chiedono di reintrodurre il certificato medico dopo l’assenza per malattia. «Chiedo che ci sia chiarezza: la riammissione a scuola, ad oggi, diversamente da come avveniva in passato, avviene senza certificati medici. Se uno studente si assenta e la scuola non sa il perché (ovvero non rientra nei casi Covid) potrebbe avere anche il virus ma se nessun medico lo ha visitato saremmo di fronte a una riammissione non ottimale. Allora bisognerebbe reintrodurre un obbligo di certificazione al rientro. Almeno sopra i tre giorni di malattia», sostiene il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli.

Anche Roberta Fanfarillo, che guida i dirigenti scolastici della Cgil scuola dice: «Per le scuole sarebbe utile avere il certificato per il ritorno in classe rappresenta la certezza della guarigione dell’allievo. Soprattutto, abbiamo bisogno di indicazioni certe, non contraddittorie».

.

.

.

.

.

.

.

.

 

I presidi chiedono di reintrodurre l’obbligo del certificato dopo l’assenza per malattia ultima modifica: 2020-09-21T06:19:56+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Scontro nel governo (e fuori) sulla chiusura delle scuole in Puglia

Il Sole 24 Ore, 30.10.2020. La chiusura delle scuole in Puglia, decisa dal presidente Emiliano, dopo…

2 ore fa

Il coraggio di cambiare di Azzolina e Bonomi

di M. Di Masi, R. Pompili, G. Visco, Roars, 29.10.2020. Cosa sta succedendo nella scuola tra…

2 ore fa

Il rinnovo del contratto scuola e le promesse tradite del M5S

di Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola, 29.10.2020. La politica è molto spesso traditrice, bugiarda e…

3 ore fa

Scuola, dalle lezioni a distanza alla quarantena: cosa prevede il nuovo contratto insegnanti

di Teresa Maddonni, Money.it, 29.10.2020. Scuola, dalle lezioni a distanza alla quarantena: il nuovo contratto…

3 ore fa

Concorso straordinario, griglie di valutazione prove del 4 e 5 novembre

di Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola, 29.10.2020. Continua la pubblicazione da parte del Ministero…

3 ore fa

Mad, il divieto a fare domanda per gli iscritti in Gps è vincolante?

La Tecnica della scuola, 29.10.2020. MAD: il divieto a fare domanda per gli iscritti in…

4 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy