Immissioni in ruolo: 122.000 posti disponibili dopo i trasferimenti

Gilda Venezia Obiettivo scuola, 10.6.2021.

La distribuzione per regione e classe di concorso.

Gilda Venezia

Sono 122.000 i posti vacanti e disponibili dopo le operazioni di mobilità per l’anno scolastico 2021\2022. Tali posti saranno disponibili innanzitutto per le immissioni in ruolo e, in mancanza di aspiranti presenti nelle relative graduatorie, coperti con supplenze annuali al 31 agosto. I dati finali potrebbero subire qualche variazione a seguito di eventuali rettifiche alle operazioni di mobilità o di modifiche nel contingente autorizzato dal MEF per le immissioni in ruolo.

Tabella riassuntiva della situazione nazionale

Grado

Normale

Sostegno

Totale disponibilità
2021/22

Dettagli

Infanzia

4.297

1.643 5.940

Tabella analitica

Primaria

13.259

10.279 23.538

Tabella analitica

I Grado

26.967

11.917 38.884

Tabella analitica

II Grado

37.417

6.912 44.329

Tabella analitica

Totale

81.940

30.751

112.691

Le cattedre di posto comune della scuola primaria e dell’infanzia saranno facilmente coperte grazie alla capienza delle graduatorie utilizzabili ai fini delle assunzioni (GAE + GM 2016 + GMR 2018), mentre per il sostegno sono presenti circa 2.000 aspiranti su circa 12.000 posti liberi.

Per le cattedre della secondaria la situazione è diversa. Infatti sono complessivamente 83.213 i posti vacanti e disponibili dei quali al massimo 27\28 mila potranno essere coperti mediante il concorso straordinario 2020 (bisogna però considerare anche che in molte regioni e classi di concorso sono presenti candidati nelle GAE e GM2016\2018).

La restante parte di posti non assegnati, pari a circa 55.000 nella secondaria e circa 10.000 di sostegno nella primaria e infanzia, potrebbero essere coperti ricorrendo anche alle chiamate straordinarie da GPS. Tuttavia, se i requisiti fissati dal Decreto sostegni bis rimarranno quelli attualmente previsti (ovvero abilitazione e/o specializzazione con più 3 anni di servizio), è facile immaginare come il grosso di queste cattedre resteranno scoperte.

Le novità del Decreto Sostegni Bis inerenti alla scuola sono state sottoscritte dal dal Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, dopo settimane di tavolo di lavoro anche con le organizzazioni sindacali.

Ecco le novità del rinnovamento del settore scolastico:

  • saranno velocizzate le procedure per l’avvio del prossimo anno scolastico, infatti già entro il 31 agosto saranno effettuate le assunzioni degli insegnanti, le assegnazioni provvisorie, le utilizzazioni e le attribuzioni dei supplenti alle scuole, per disporre dei docenti necessari entro inizio settembre e non dalla seconda metà di settembre come negli scorsi anni
  • Ai neoassunti dopo 3 anni prevista possibilità di Mobilità ( invece che dopo i cinque previsti attualmente dalla normativa).
  • uniformare le date di avvio delle lezioni unica sul territorio nazionale in accordo con le Regioni.
  • Nomina dei docenti entro settembre con  assunzione degli insegnanti presenti nelle graduatorie a esaurimento (GAE) e in quelle di merito dei concorsi degli scorsi anni;
  • i vincitori del concorso straordinario docenti per la scuola secondaria di primo e secondo grado, con 3 anni di anticipo rispetto a quanto inizialmente programmato.
  • Nuovo concorso straordinario per docenti con nuova procedura concorsuale per coprire le ulteriori cattedre che risulteranno ancora vacanti. Saranno assunti in formazione per un anno, al termine del quale dovranno sostenere una prova e, se la supereranno, saranno assunti a tempo indeterminato.
  • potranno iscriversi alla prima fascia delle -graduatorie provinciali per le supplenze anche i docenti che avranno completato la specializzazione sul sostegno entro il 31 luglio (per l’accesso alle GPS).
  • concorsi ordinari velocizzati a partire dalle discipline STEM – il concorso ordinario per docenti di scuola secondaria di secondo grado per le discipline Fisica, Matematica, Matematica e Fisica, Scienze e Tecnologie Informatiche, grazie all’introduzione di una sola prova scritta e una prova orale.
  • programmazione dei concorsi su base annuale e semplificati, selezionando i candidati mediante una prova scritta a risposta disciplinare multipla, una prova orale e la valutazione dei titoli, per avere assunzioni più veloci. Queste modalità saranno utilizzate anche per i concorsi scuola banditi nel 2020 e ancora da espletare.

.

.

.

.

Immissioni in ruolo: 122.000 posti disponibili dopo i trasferimenti ultima modifica: 2021-06-11T05:38:46+02:00 da Gilda Venezia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl