Immissioni in ruolo 2020/21, ok dal MEF per 84.808 docenti

Gilda Venezia

Orizzonte Scuola, agosto 2020

Da GaE, concorsi, fascia aggiuntiva, call veloce.

Gilda Venezia

Immissioni in ruolo 2020/21: ok dal MEF per l’assunzione di 84.808 docenti. Ecco quali graduatorie saranno utilizzate.

I posti vacanti, disponibili per le immissioni in ruolo 2020/21

La procedura di attribuzione dei ruoli sarà digitalizzata

Elenco Gae aggiornate per il 2020/21

Fasce aggiuntive al concorso 2018 

Graduatorie concorsi 2016 e 2018  quanti candidati ancora presentiCandidati con titolo rumeno riammessi con riserva in graduatoria

Dal 2020/21 le immissioni in ruolo si svolgeranno in due parti:

  • immissioni in ruolo ordinarie (50% GaE e 50% concorsi, inclusa fascia aggiuntiva)
  • procedura straordinaria per coprire eventuali posti residui con “chiamata veloce”

Il concorso 2016: fino a quando saranno valide le graduatorie di merito; dal 2020/21 aumentano le possibilità di assunzione tramite fasce aggiuntive e call veloce. Leggi tutto

Le graduatorie dei concorsi 2018 (DDG n. 85/2018 per la secondaria e DDG n. 1546 del 7 novembre 2018 per infanzia e primaria) sono ad esaurimento.

Il 50% dei posti riservati alle graduatorie concorsuali di merito spetterà ai vincitori e idonei del concorso 2016.

Nel caso in cui fossero a disposizione più posti vacanti rispetto al numero complessivo degli aspiranti docenti inclusi nella graduatoria 2016, si procede in tal modo:
• Per gli aa.ss. 2020/21 e 2021/22: l’80% al concorso 2018 e il 20% ai concorsi successivi al 2018 (sempre in riferimento al 50% dei posti destinati a concorso)

La legge stabilisce che nel caso in cui risultino avviate, ma non concluse, procedure concorsuali, i posti messi a concorso sono in parte accantonati e resi indisponibili per immissioni in ruolo.

Il 20% ai concorsi successivi di cui poco sopra si riferisce ai concorsi straordinario ed ordinario; la quota di tali procedure concorsuali non potrà però essere coperta perché non sono state ancora espletate. Leggi tutto

La fascia aggiuntiva al concorso 2018

Dal 2020/21 alla graduatoria del 2018 si aggiunge la fascia aggiuntiva, formata da docenti delle graduatorie del 2016.

Iscrizione in fascia aggiuntiva è volontaria ma assicura l’assunzione

Domanda di iscrizione in fascia aggiuntiva scade il 17 luglio

La call veloce

Il decreto

In cosa consiste la chiamata veloce e perché è definita NON ordinaria?

Ogni anno, quando vengono completate le operazioni annuali di immissione in ruolo, sono presenti molti posti vacanti; questi ultimi fino ad oggi sono stati riempiti da docenti con contratto a tempo determinato fino al 30 giugno o al 31 agosto.

La nuova procedura di assunzione pone l’obiettivo di ridurre il fenomeno della “supplentite” che in moltissimi casi prevedeva l’arrivo dei professori ad inizio anno scolastico abbondantemente inoltrato.

Con la chiamata veloce, i docenti inseriti nelle graduatorie di merito concorsuali avranno l’opportunità di optare per una o più province di un’altra regione, andando ad occupare (volontariamente) tutti quei posti che rimangono vacanti e disponibili dopo le operazioni di assunzione a tempo indeterminato disposte ai sensi della normativa vigente. In tal senso è una procedura non ordinaria.

Chi può accedere alla chiamata veloce?

Alla chiamata veloce potranno partecipare coloro che sono inseriti nelle graduatorie di concorso vigenti e nelle graduatorie ad esaurimento.

Qualche esempio di call veloce?

Chi è nella graduatoria del concorso in Lazio, ma non riesce ad ottenere l’assunzione per carenza di posti, potrà decidere se lo vuole, di aderire alla chiamata veloce per ottenere una cattedra rimasta scoperta in una o più province di un’altra regione”. (Ministro L. Azzolina)

I docenti inclusi nelle graduatorie di merito valide per le immissioni in ruolo potranno inoltrare la domanda per una sola regione diversa da quella in cui sono inseriti e indicarne la provincia o le province di destinazione, esplicitando anche l’ordine di preferenza tra le diverse province.

I docenti inseriti nelle GAE, in alternativa alla domanda per un’altra regione (e le eventuali opzioni riferite alle province da individuare), potranno presentare richiesta per altre province della stessa regione in cui sono già disposti.

Come si effettua la domanda?

Esclusivamente per via telematica, in attesa di istruzioni operative del M.I.

Diplomati magistrale e docenti con riserva nelle graduatorie

Continueranno ad essere assunti, con clausola risolutiva all’esito del contenzioso Leggi tutto

Conclusione operazioni entro il 20 settembre 2020

Le procedure di  immissioni in ruolo avverranno entro il 20 settembre 2020, termine ultimo indicato dal decreto scuola per le procedure collegate al regolare avvio dell’anno scolastico, in deroga al termine fissato al 10 settembre dall’ art.5 comma 1 del D.L 8/6/2020.

Questo perché entro il 10 settembre verranno effettuate le procedure ordinarie di assunzione in ruolo; a seguire entro il 20 settembre si procederà con le assunzioni in base al decreto ministeriale n. 25 dell’8 giugno (call veloce).

Dal 1° settembre 2020 vincolo quinquennale

A chi si applica il blocco

  • Dal 1° settembre 2020 il blocco almeno quinquennale nella scuola di titolarità (cioè quella in cui si viene assunti) interessa tutte le graduatorie: GaE, concorso 2016, concorso 2018 sia infanzia primaria che secondaria.
  • Il blocco riguarderà non solo la domanda di trasferimento. Durante i 5 anni non sarà possibile richiedere neanche l’assegnazione provvisoria o l’utilizzazione, o di svolgere supplenza ai sensi dell’art. 36 del CCNL

Dopo i 5 anni di effettivo servizio nella scuola di titolarità il docente potrà presentare domanda di trasferimento o assegnazione. Otterrà il trasferimento quando il posto richiesto sarà vacante e disponibile per i trasferimenti.

Alcune deroghe

Il vincolo almeno non quinquennale non riguarderà esclusivamente le seguenti categorie di personale

  1. personale docente in esubero o soprannumero. Si tratta di situazioni sopravvenute, per via della contrazione degli organici, che non è possibile definire a priori. Se dichiarato sovrannumerario il docente potrà presentare domanda di mobilità (a quali condizioni non è stato ancora chiarito)
  2. personale di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104

In ogni caso tali situazioni riferite alla legge 104 devono essere intervenute successivamente alla data di iscrizione dei concorsi o dell’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Immissioni in ruolo 2020/21, ok dal MEF per 84.808 docenti ultima modifica: 2020-08-07T06:34:26+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl