In manovra il restyling dell’alternanza

sole-scuola_logo14

di Cl. T.  Il Sole 24 Ore, 20.9.2018

– Scende il numero minimo di ore da svolgere “on the job” nei licei, e forse, nei tecnici. Spazio poi all’autonomia: ciascuna scuola potrà decidere la durata del percorso on the job. Il ministro Marco Bussetti, ieri al question time in parlamento, ha confermato l’imminente restyling dell’alternanza: già nel milleproroghe è stata inserita una norma per far slittare l’alternanza obbligatoria alla maturità il prossimo anno scolastico. Ora si guarda alla manovra per completare l’opera di revisione.

La posizione del ministro
«Fare esperienza per le competenze trasversali è molto importante, ma non possiamo ignorare – ha detto Bussetti – che la realtà italiana è molto variegata e mancano in alcune zone strutture ospitanti adeguate. Voglio che l’alternanza non si un apprendistato occulto ma uno strumento didattico. Per questo ritengo necessario prevedere un numero minimo di ore da svolgere, in misura diversificata nei vari istituti poi ciascuna scuola potrà decidere la durata dello stesso».

Presto il concorso per maestre
Il titolare del Miur ha anche affrontato il delicato temi delle diplomate magistrali, che avrebbero dovuto essere cancellati dalle graduatorie come prescritto dalle sentenze di merito. «Per evitare di pregiudicare l’avvio dell’anno scolastico – ha proseguito il ministro – ho voluto una disposizione che ha differito di 120 giorni l’applicazione delle sentenze». La procedura straordinaria è imminente: «C’è già il decreto attuativo e relativo bando. Ci sarà anche un concorso ordinario che consentirà di procedere a reclutamento di personale con titoli ed esami e superare così le graduatorie ad esaurimento», ha concluso Bussetti.

.

.

.

In manovra il restyling dell’alternanza ultima modifica: 2018-09-20T06:57:38+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl