Categorie: InsegnantiSicurezza

In questa difficile situazione si convochino almeno i consigli di classe con modalità a distanza

di Fabrizio Reberschegg, dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 19.3.2020

–  L’anno scolastico rischia ormai di finire senza il ritorno delle allieve e degli allievi nelle classi. Nella scuola si rischia di legittimare, in nome della cosiddetta “autonomia scolastica”, procedure e comportamenti in contrasto con la necessaria partecipazione democratica dei docenti nelle scelte inerenti la didattica. Anche nell’ultima nota del MI formata Bruschi si ricorda che sulla valutazione e sulla rimodulazione del piano delle attività restano centrali gli organi collegiali della scuola. In primis il Collegio dei Docenti e i Consigli di Classe.

La rimodulazione del piano delle attività, rimodulazione necessaria per la ridefinizione degli obiettivi didattici dopo l’introduzione della Didattica a Distanza (DAD), non può essere affidata al singolo docente senza il confronto con i colleghi del consiglio di classe. Tantomeno può essere affidata al Dirigente Scolastico che tende a interpretarla spesso in modo solo burocratico e lesivo della libertà di insegnamento costituzionalmente garantita (circolari, ordini di servizio, consegna coattiva di programmi e progetti, monitoraggi quantitativi sulle ore di DAD effettuate e sui suoi contenuti, ecc.). In molti casi i docenti si sono autorganizzati per evitare la sovrapposizione di interventi alla classe e per la programmazione delle verifiche.

Il CCNL e la Ministra Azzolina fanno riferimento alla scuola come “comunità educante”. Per essere tale deve prevedere il coinvolgimento attivo dei soggetti che ne fanno parte nel rispetto delle specifiche competenze.

E’ quindi necessario interrompere la catena di comando gerarchica di tipo militare che alcuni vorrebbero imporre nella scuola e che vede il sindacato tradizionale, ancora troppo invischiato in una microconflittualità inutile e controproducente, in difficoltà. L’attivazione delle forme di democrazia partecipata negli organi collegiali diventa essenziale per sviluppare forme di condivisione e corresponsabilità proprie della funzione docente.

Ogni decisione inerente la didattica dovrebbe passare sempre per il collegio dei docenti e per i consigli di classe. Se è difficile organizzare ora un collegio on line (100 partecipanti e più) almeno le decisioni sulle scansioni e le modalità della DAD, compreso il problema della valutazione, possono e devono essere discusse e deliberate in consiglio di classe. Così deve essere lo stesso consiglio a stabilire le modalità della restituzione e dare indicazioni  sulle verifiche sull’attività svolta.

I docenti stanno lavorando tutto il giorno per organizzare video chat con i loro allievi. Dopo i primi giorni di difficoltà tutti stanno imparando ad usare (con i propri mezzi ) le potenzialità (e le carenze) delle piattaforme dedicate alle videoconferenze interattive. Nel sito del MIUR e nel web si trovano decine di applicazioni utilizzabili anche gratuitamente. Anche i dirigenti scolastici imparino ad usarle.

Se i docenti riescono a comunicare in maniera interattiva con 20-25 allievi dovrebbe essere facile programmare consigli di classe on line da parte dei dirigente e dei loro “team digitali” ricordando che un consiglio di classe è un organo collegiale e non una modalità di trasmissione delle tipiche “comunicazioni del dirigente scolastico”. Non serve programmare tante tornate di consigli di classe quante previste inizialmente nel piano delle attività, ma bisogna prepararsi a scrutini on line e alla definizione dei documenti del 15 maggio per la maturità. La situazione che stiamo vivendo è eccezionale e serve attivare una nuova DAD: Democrazia A Distanza.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

In questa difficile situazione si convochino almeno i consigli di classe con modalità a distanza ultima modifica: 2020-03-19T13:57:56+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Esami di Stato nel 1 e 2 grado. Come si svolgono

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 6.6.2020. Proponiamo due schede normative predisposte dall'USR per la Campania sullo svolgimento…

4 ore fa

Dietro lo schermo del Pc i problemi della nostra scuola nella didattica a distanza

di Monica Mincu e Rita Locatelli,  La Voce.info, 4.6.2020. Le difficoltà della didattica a distanza…

6 ore fa

Ferie docenti, il Ds non può negarle per i mesi di luglio e agosto

di Lucio Ficara, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Una docente ci chiede se è legittimo il…

6 ore fa

Barriere di plexiglass a scuola, il parere dello psicologo: “L’idea fa rabbrividire, è come vedere i bimbi al guinzaglio”

di Andrea Carlino, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Fa discutere l’idea del governo di inserire barriere…

6 ore fa

Barriere di plexiglass a scuola, l’idea è del comitato tecnico scientifico

di Andrea Carlino, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Le barriere di plexiglass a scuola per il…

6 ore fa

Ritorno a scuola subito, in Veneto esami in presenza per gli studenti dei professionali

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 5.6.2020. Non toccherà solo ai 500 mila studenti della…

7 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy