Concorso straordinario: i titoli valutabili

di Armando Bayo, InfoDocenti.it, 4.5.2020

– Concorso straordinario: punteggi voci B.1, B.2 e B.3.

La voci della tabella di valutazione del concorso straordinario per l’accesso al ruolo si compongono anche di quelle raggruppate nella voce B “punteggio per i titoli accademici e scientifici”. In questo articolo analizzeremo le voci B.1, B.2 e B.3

La voce B.1 comprende due sottovoci valutabili solo per gli Insegnanti Tecnico Pratici (ITP), queste sono

  • B.1.1 – Ulteriore abilitazione nella classe di concorso richiesta, oltre a quella già valutata nel punto A.3.1. Punti 2,5.
  • B.1.2 – Possesso di Diploma di Istituto Tecnico Superiore (oltre a quello che costituisce titolo di accesso), che sia inerente alla classe di concorso richiesta. Punti 1,5.

La voce B.2 comprende tre sottovoci valutabili solo per le classi di concorso A-55 (Strumenti musicali scuole II grado), A-56 (Strumenti musicali scuole I grado), A-59 (Tecniche di accompagnamento alla danza) e A-63 (Tecnologie Musicali), queste sono

  • B.2.1 – Diploma di perfezionamento conseguito presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia:
    • Punti 2 se relativo allo strumento richiesto o alla musica da camera;
    • Punti 1,5 se per altro strumento.
  • B.2.2 – Premi in concorsi nazionali od internazionali relativi allo strumento (per ciascun premio e un massimo di punti 3):
    • Punti 1,5 per primo premio;
    • Punti 1 per secondo premio;
    • Punti 0,5 per terzo premio;
  • B.2.3 – Idoneità in concorsi per orchestre sinfoniche di Fondazioni Lirico Sinfoniche o Orchestre riconosciute ai sensi dell’art. 28 della legge 800/67 e successivi provvedimenti (per ciascun titolo e un massimo di punti 3). Punti 1.

La voce B.3 comprende una sottovoce valutabile solo per le classi di concorso A57 (Tecnica della danza classica) e A 58 (Tecnica della danza contemporanea), queste è:

  • B.3.1 – Premi in concorsi nazionali od internazionali in qualità di interprete relativi a danza classica o contemporanea (per ciascun premio e un massimo di punti 3):
    • Punti 1,5 per primo premio;
    • Punti 1 per secondo premio;
    • Punti 0,5 per terzo premio;

Naturalmente tali titoli saranno valutati dalle commissioni, al cui interno vi saranno membri con professionalità e competenze inerenti alla classe di concorso richiesta.

.


– Concorso straordinario: punteggio voce B.4 – titoli valutabili in ciascuna procedura concorsuale.

Il gruppo più corposo di titoli della relativa tabella del concorso straordinario è composto da quelli riuniti sotto la voce B.4 – titoli valutabili in ciascuna procedura concorsuale. Vediamoli uno per uno:

  • Nella sottovoce B.4.1 si valutano uno o più concorsi ordinari per titoli ed esami relativo alla classe di concorso richiesta, in cui il candidato è stato inserito nella graduatoria di merito e ha superato tutte le prove. Punti 5 per ogni concorso.
  • Nella sottovoce B.4.2 si valutano uno o più Dottorati di ricerca o diplomi di perfezionamento equiparati, i quali sono consultabili al seguente link. Punti 5 per ogni dottorato o diploma.
  • Nella sottovoce B.4.3 si valutano uno o più abilitazioni scientifiche nazionali a professore di I o II fascia. Punti 5 per ogni abilitazione.
  • Nella sottovoce B.4.4 si valutano uno o più attività di ricerca scientifica sulla base di assegni. Punti 5 per ogni assegno.
  • Nella sottovoce B.4.5 si valutano uno o più inserimenti nelle graduatorie nazionali per la stipula di contratti a tempo indeterminato per i docenti AFAM. Punti 5 per ogni inserimento.
  • Nella sottovoce B.4.6 si valutano:
    • Diploma di laurea di vecchio ordinamento;
    • Laurea specialistica;
    • laurea magistrale;
    • Diploma accademico di vecchio ordinamento;
    • Diploma accademico di II livello.
      oltre al titolo di accesso al concorso. Punti 3.
  • Nella sottovoce B.4.7 si valutano:
    • Laurea triennale;
    • Diploma accademico di I livello.
      che non siano titolo di accesso a quanto già valutato alle sottovoci A.1.1 e B.4.6. Punti 1,5.
  • Nella sottovoce B.4.8 si valuta un diploma di specializzazione universitario pluriennale. Punti 1,5.
  • Nella sottovoce 8.4.9 si valuta un titolo di specializzazione sul sostegno. Nelle procedure per posti di sostegno tale titolo viene valutato solo se in aggiunta a quello di accesso. Punti 2.
  • Nella sottovoce 8.4.10 si valuta un titolo di perfezionamento all’insegnamento CLIL. Punti 1,5.
  • Nella sottovoce 8.4.11 si valuta un titolo fra:
    • certificazione CeClil;
    • certificazione a seguito di percorsi di perfezionamento in CLIL;
    • corsi di perfezionamento sulla metodologia CLIL della durata pari a 60 CFU, solo con certificazione linguistica almeno C1;
      Uno fra questi viene valutato Punti 1.
  • Nella sottovoce 8.4.12 si valuta una certificazione linguistica:
    • Livello C1. Punti 1,5;
    • Livello C2. Punti 2.
  • Nella sottovoce B.4.13 si valutano fino a un massimo di tre diplomi di perfezionamento o master I o II livello, con almeno 60 CFU e 1500 ore e esame finale. Punti 0,5 per ogni titolo.
  • Nella sottovoce B.4.14 si valuta un titolo di specializzazione in italiano L2. Punti 1,5.

.


– Concorso straordinario: punteggio voce C – titoli di servizio

Nel concorso straordinario i titoli di servizio costituiscono requisito fondamentale per l’accesso, poiché bisogna aver almeno tre annualità di servizio nella scuola statale tra il 2008/2009 e il 2019/2020 e di cui almeno uno nella classe di concorso richiesta. Oltre ad essere titolo fondamentale di accesso, i servizi permettono di incrementare il proprio punteggio, per il quale varrà anche il servizio prestato prima del 2008/2009.

Vediamo adesso in sintesi quali servizi sono utili ad acquisire punteggio, fermo restando quanto affermato prima riguardo ai tre anni di servizio nella scuola statale, quindi è valutabile:

  • Il servizio prestato sia a tempo determinato che a tempo indeterminato;
  • il servizio prestato nella specifica classe di concorso richiesta, quindi chi partecipa al concorso per la classe A028 potrà far valere solo il servizio specifico in matematica e scienze alle medie;
  • il servizio prestato su posti di sostegno, ma solo per la procedura concorsuale di sostegno e sullo specifico grado (quindi chi partecipa per sostegno al primo grado non potrà far valere i servizi su sostegno al secondo grado)
  • il servizio prestato nelle scuole regionali o delle provincie autonome di Trento e Bolzano;
  • il servizio prestato nelle scuole paritarie (in aggiunta ai tre anni necessari per partecipare nella scuola statale);
  • il servizio prestato nei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), purché su posto o insegnamento riconducibile alla specifica classe di concorso;
  • il servizio prestato nei progetti regionali ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della legge n. 167/2009 e dell’articolo 5, comma 4-bis, della legge n. 128/2013, cosiddetti salva-precari;

Adesso vediamo quali servizi non sono valutabili;

  • il servizio prestato su posto comune non è valutabile per le procedure concorsuali su sostegno;
  • il servizio prestato nei percorsi di istruzione dei Paesi UE si valuta se riconducibile allo specifico posto o alla classe di concorso;

Si precisa, infine, che nel caso di servizio a tempo determinato si valuta ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge n. 124/1999, solo il servizio prestato per almeno 180 giorni o il servizio prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino agli scrutini.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Concorso straordinario: i titoli valutabili ultima modifica: 2020-05-05T09:21:33+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl