Categorie: InsegnantiSicurezza

La riapertura delle scuole fa ripartire i contagi

di Vittorio Borgatta, InfoDocenti.it, 7.2.2021.

Qual’è stato l’impatto della riapertura delle scuole sull’andamento dei contagi. A due settimane dal via si può fare un quadro della situazione – anche se mancano i dati aggiornati a livello nazionale.

Dietrofront dell’Abruzzo

In Abruzzo gli studenti delle superiori sono tornati in classe l’11 gennaio (contemporaneamente a quelli della Valle d’Aosta e della Toscana). Sono stati tra i primi a riaprire e ora richiudono: il governatore ha firmato un’ordinanza che impone “l’attivazione della didattica a distanza per 14 giorni, con decorrenza dal 08.02.2021, nelle scuole secondarie di secondo grado, su tutto il territorio regionale”.

Una scelta legata al “riacutizzarsi della circolazione del virus” dovuta all’”alto impatto che l’aumentata mobilità dovuta alla riapertura delle scuole e di comportamenti che non garantiscono il corretto distanziamento sociale” hanno sul “riacutizzarsi della circolazione del virus” – come ha evidenziato il Gruppo tecnico scientifico regionale.

Anche la Puglia ha rilevato aumenti di venti volte dei contagi nelle fasce di età 6-10 e 14-18. Per onestà intellettuale bisogna anche aggiungere che la Valle d’Aosta è in controtendenza, visto che è passata dai 125 contagi (ogni 100mila abitanti) della settimana precedente la riapertura delle scuole superiori ai 43 della settimana scorsa.

Anche il Trentino richiude

Preoccupa in particolare la situazione del Trentino Alto Adige (la regione che aveva fatto da apripista al rientro in classe). La provincia di Bolzano ha deciso un lockdown di tre settimane dopo i dati sui contagi. E anche in Trentino i nuovi positivi sono in aumento: da 114 a 241 ogni 100mila abitanti.

Situazione critica in Lazio e Campania

L’ultimo report settimanale diffuso dall’Asl Roma 1 (raccoglie i dati dei contagi nel centro della capitale) evidenziano una crescita costante dei positivi tra studenti e lavoratori della scuola – ricordiamo che in questa regione gli studenti delle scuole superiori sono tornati in classe il 18 gennaio.

L’Unità di Crisi della Campania ha comunicato che si registra un trend in crescita in tutte le fasce dell’età scolastica – e oltretutto c’è anche da rilevare una crescita generale dei contagi. L’Unità di Crisi della regione seguirà l’evoluzione dei contagi nei prossimi giorni, e se la situazione dovesse continuare, si potrebbe registrare una nuova chiusura a partire dal 15 febbraio.

.

.

.

.

.

.

.

La riapertura delle scuole fa ripartire i contagi ultima modifica: 2021-02-07T10:40:12+01:00 da Gilda Venezia

Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Tamponi a scuola. Come funziona il salivare e perché bisogna farlo

di Gianna Fregonara, Milena Gabanelli e Simona Ravizza, Data Room, 19.4.2021. Fra qualche giorno, come…

2 ore fa

Il 28% dei prof non è vaccinato

di Angela Iuliano, ItaliaOggi  20.4.2021. L'Iss ha registrato dal 14 marzo al 14 aprile un aumento…

2 ore fa

Al via il rinnovo del contratto

di Marco Nobilio, ItaliaOggi  20.4.2021. Firmato l'accordo quadro. Ora si attende l'atto di indirizzo su salario…

3 ore fa

Ritorno al 100% in presenza «con flessibilità». Resta il nodo trasporti

di Claudio Tucci, Il Sole 24 Ore, 20.4.2021. L’obiettivo politico, come ha ricordato Patrizio Bianchi, è…

5 ore fa

È possibile bocciare soltanto in presenza di dati oggettivi

di Pietro Alessio Palumbo, Il Sole 24 Ore, 20.4.2021. La mancata attivazione delle attività di recupero…

5 ore fa

Quando guadagna il personale docente? Retribuzione lorda e retribuzione netta

Obiettivo scuola, 19.4.2021. La retribuzione del personale docente si distingue in diverse componenti di cui…

6 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy