Maturità 2020: come cambia con la nuova ministra dell’Istruzione

di Teresa Maddonni, Money.it, 31.12.2019

– La Maturità 2020 è sempre più vicina, ma come cambia con la nuova ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina succeduta a Fioramonti? Vediamo novità e adempimenti di gennaio.

Molti studenti che affronteranno la Maturità 2020 si staranno sicuramente chiedendo come cambia l’esame ora che c’è la nuova ministra dell’IstruzioneLucia Azzolina.

Siamo a poche ore dal 2020 e a pochi giorni dalla ripresa delle lezioni. I tempi per prepararsi per affrontare la Maturità si fanno più stringenti e l’ansia aumenta. Alcune novità erano state già annunciate dall’ex ministro Fioramonti, come l’eliminazione delle buste all’esame orale.

Ora con la nuova ministra potrebbero esserci ulteriori modifiche. Azzolina, già sottosegretario all’Istruzione, ha sostituito il ministro Fioramonti che a Natale si è dimesso perché nella Legge di Bilancio 2020 non sono stati inseriti i 3 miliardi di euro per la Scuola che aveva chiesto, ma poco meno di 2.

Così, dopo aver ricevuto la lettera di dimissioni dal ministro, il premier Conte ha annunciato, durante la conferenza stampa di fine anno, Lucia Azzolina come successore all’Istruzione. Il ministero è stato diviso con la Ricerca affidata a Gaetano Manfredi. Vediamo allora come cambia la Maturità 2020 con la nuova ministra.

Maturità 2020: come cambia con la nuova ministra Azzolina

Al momento per quanto riguarda la Maturità 2020 sembrano confermate le novità già introdotte da Fioramonti, ma come potrebbe cambiare con la nuova ministra Azzolina?

L’ultima circolare del Miur aveva chiarito l’obbligatorietà delle prove invalsi e dell’alternanza scuola lavoro per accedere alla Maturità 2020.

Ancora prima Fiormonti, in un’intervista aveva annunciato e poi confermato, due modifiche per la prova scritta e per la prova orale dell’esame di Stato che le classi quinte degli istituti superiori si troveranno ad affrontare.

Per quanto riguarda la prima prova scritta si prevede la reintroduzione del temastorico eliminato dall’ex ministro dell’Istruzione Bussetti del governo Conte I.

Per la prova orale invece è stata prevista la modifica del colloquio con le buste che spariscono, ma non tornerà la tesina. Gli studenti sapranno in anticipo gli argomenti dai quali partirà il colloquio. Insomma una procedura che sarà meno stressante per gli studenti.

Queste modifiche resteranno con la ministra Azzolina, già sottosegretaria del ministero di Fioramonti fino a una settimana fa. Sicuramente la nuova ministra potrebbe introdurre delle piccole modifiche nelle procedure e fornire qualche indicazione in più in merito allo svolgimento della prova orale.

Per il resto Azzolina dovrà scegliere le materie della seconda prova, che rimane come per lo scorso anno mista e definire la data di pubblicazione.

Non molte novità quindi al momento e con buona probabilità tutto resterà invariato sulla base delle indicazioni di Fioramonti per la Maturità 2020. Vediamo ora quali sono invece gli adempimenti per gli studenti previsti al rientro dalle vacanze natalizie.

Maturità 2020: scadenze e adempimenti di gennaio

Fra pochi giorni gli studenti rientreranno dalle vacanze natalizie e dovranno cominciare a prepararsi, già da gennaio, per la Maturità 2020 e iniziare a pensare agli adempimenti da compiere prima che arrivi giugno.

Per prima cosa chi ancora non ha presentato, per certificati e giustificati motivi, la domanda di iscrizione alla Maturità 2020 ha tempo fino al 31 gennaio per rimediare.

Con buona probabilità a gennaio potrebbero anche essere comunicate le date per le simulazioni delle prove scritte che potrebbero, come lo scorso anno, tenersi in un periodo che va da febbraio ad aprile e per le quali gli studenti dovranno prepararsi.

Sempre a fine gennaio il Miur dovrebbe comunicare le materie affidate alla commissione d’esame, vale a dire quali saranno interne o esterne.

Intanto una cosa è certa, a marzo tra il 2 e il 31 in date ancora da stabilire, gli studenti degli istituti superiori delle classi quinte dovranno affrontare le temutissime prove invalsi, prerogativa fondamentale per partecipare alla Maturità 2020.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Maturità 2020: come cambia con la nuova ministra dell’Istruzione ultima modifica: 2020-01-01T07:57:01+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

La precaria situazione degli educatori scolastici: proposta di Ainsped

La Tecnica della scuola, 17.2.2020 - Gli Educatori Scolastici, o meglio, il Personale Educativo Scolastico…

27 minuti fa

Aumento di 100 euro, per i sindacati la ministra fa il gioco delle tre carte

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 17.2.2020 - Servono 16 miliardi, altro che cuneo fiscale…

1 ora fa

Le misure sulla scuola del decreto Milleproroghe

di Libero Tassella, La Tecnica della scuola, 17.2.2020 - Come ogni anno, il decreto legge “Milleproroghe”…

1 ora fa

Scuola e Governo ultime notizie: M5S e PD/Italia Viva si ‘punzecchiano’ su riforma Buona Scuola

di Luigi Rovelli, Scuola in Forma, 17.2.2020 - Imbarazzo tra il Movimento 5 Stelle e…

1 ora fa

Secondaria di II grado. Le bozze dei programmi d’esame

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 17.2.2020 Pubblichiamo gli stralci (non ancora definitivi) della bozza…

2 ore fa

Bandi concorsi scuola, Azzolina: dice no

Orizzonte Scuola, 17.2.2020 - Dopo parere CSPI valuteremo eventuali modifiche. Ma non daremo in anticipo…

9 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy