Maturità 2020, l’ex ministra Fedeli (Pd) promuove obbligo Invalsi e ore in azienda: prova di serietà

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 26.11.2019

– Le prove Invalsi garantiscono le medesime opportunità di qualità formativa di altri Paesi del mondo. E l’alternanza scuola-lavoro sostiene e forma gli studenti per il mondo occupazionale. Quindi, ben venga avere previsto la presenza dei due requisiti per l’accesso all’esame di maturità, come ha appena deciso il Miur attraverso la Nota Miur n. 2197 sulle modalità generali di svolgimento dell’Esame di Stato 2020. A sostenerlo, contraddicendo le proteste degli studenti dell’Uds che minacciano di scendere in piazza per esprimere il dissenso contro questi due provvedimenti, è l’ex ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli (Pd).

Lo scorso anno disapprovò il rinvio di Bussetti

“Aver ripristinato l’alternanza scuola-lavoro e i test Invalsi come requisiti di ammissione all’esame di maturità, così come previsto dal decreto legislativo 62 del 2017 che attuava la legge 107, è una prova di serietà e responsabilità nei confronti delle nostre studentesse e dei nostri studenti e del loro diritto a un’istruzione e a una formazione di qualità”, tiene a far sapere la senatrice Pd.

Fedeli ricorda che “lo scorso anno, di fronte alla retromarcia ingranata dal precedente governo su questo tema, avevamo sollevato obiezioni e manifestato preoccupazione per una scelta – dice l’ex titolare dell’Istruzione – che consideravamo un disinvestimento rispetto alle opportunità che il nostro Paese ha il dovere di garantire alle ragazze e dei ragazzi”.

“I test Invalsi garantiscono opportunità di qualità formativa”

La circolare del Miur trasmessa ieri conferma invece – sostiene Fedeli – che la politica e le istituzioni hanno a cuore il futuro dei giovani e di tutto il Paese. I test Invalsi, infatti, non sono solo uno strumento di valutazione o per orientarsi nella scelta del percorso di studi o di lavoro successivi, ma servono a garantire ai nostri studenti le stesse opportunità di qualità formativa che hanno le ragazze e i ragazzi di altri 90 paesi del mondo”.

Scuola-lavoro per affrontare meglio il domani

Anche le esperienze obbligatorie da svolgere in azienda – oggi denominate “Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento” – vengono considerati dalla Fedeli un buon risultato.

“L’alternanza scuola-lavoro – sostiene – è un’opportunità di formazione che accompagna, orienta, sostiene e forma le alunne e gli alunni verso l’inserimento lavorativo in un mondo che cambia e in armonia con i cambiamenti dell’oggi e per affrontare al meglio anche quelli del domani”.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Maturità 2020, l’ex ministra Fedeli (Pd) promuove obbligo Invalsi e ore in azienda: prova di serietà ultima modifica: 2019-11-27T05:57:02+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Secondaria di II grado. Le bozze dei programmi d’esame

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 17.2.2020 Pubblichiamo gli stralci (non ancora definitivi) della bozza…

15 secondi fa

Bandi concorsi scuola, Azzolina: dice no

Orizzonte Scuola, 17.2.2020 - Dopo parere CSPI valuteremo eventuali modifiche. Ma non daremo in anticipo…

6 ore fa

Concorsi scuola 2020: i bandi rischiano di slittare ancora? Ecco perché

di Teresa Maddonni, Money.it, 17.2.2020 - I bandi dei concorsi scuola 2020 rischiano di slittare ancora?…

7 ore fa

Concorso scuola, i bandi entro fine aprile: lo dice il decreto Milleproroghe

di Andrea Carlino, La Tecnica della scuola, 17.2.2020 - Arriva alla Camera dei Deputati il decreto…

7 ore fa

TFA sostegno. Le nostre FAQ

di ibero Tassella, La Tecnica della scuola, 17.2.2020 - Il prossimo avvio del V ciclo del…

7 ore fa

Part-time a scuola: come funziona? Lo stipendio? I permessi? Quanti anni dura?

di Lara La Gatta, La Tecnica della scuola, 17.2.2020 - Il personale della scuola può essere…

9 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy