Maturità 2020: tutti promossi e maxi orale? Notizie ufficiali a breve

di Teresa Maddonni, Money.it, 1.4.2020

– Maturità 2020: tutti promossi e maxi orale? Queste le ipotesi sul tavolo. Intanto il Miur ha annunciato notizie ufficiali sugli esami a breve.

Maturità 2020: tutti promossi e maxi orale? Sarebbe questa una delle ipotesi del ministero dell’Istruzione guidato da Lucia Azzolina secondo il quotidiano Repubblica. Il Miur ha anche annunciato notizie ufficiali a brevemediante un comunicato sul sito istituzionale.

Questa mattina si è svolto l’incontro tra la ministra dell’Istruzione, la sua vice Anna Ascani e i sindacati della scuola e durante il quale si è discusso anche di mobilità e concorsi.

Per quanto le nuove ipotesi sul tavolo circa la Maturità 2020 Repubblica ha illustrato diversi scenari che sarebbero al vaglio di viale Trastevere tra i quali anche un’ammissione di massa, nonostante la ministra abbia sempre rifiutato l’idea del 6 politico per tutti e lo ha ribadito più volte e un maxi colloquio orale.

Ovviamente le ipotesi sono diverse e variano a seconda della data di rientro a scuola. Vediamo di seguito cosa si intende per maxi orale alla Maturità 2020 e cosa ha comunicato il Miur sulla sua pagina in merito.

Maturità 2020: tutti promossi e maxi orale. A breve notizie ufficiali

Per la maturità 2020 si prevede un tutti promossi, o meglio un’ammissione di massa agli esami. Per le notizie ufficiali sugli esami bisogna ancora attendere qualche giorno. L’ipotesi è anche quella di un maxi colloquio orale.

Secondo quanto riporta Repubblica questo potrebbe avvenire solo nel caso in cui non si rientri a scuola. Sappiamo giù che non si rientrerà a scuola il 6 aprile dal momento che la ministra ha già annunciato la proroga oltre il 3 aprile.

Non solo, c’è anche chi parla di rientrare a maggio, ma potrebbe anche accadere, e questo dipende dal diffondersi della COVID-19, che gli alunni di tutte le classi e di tutte le scuole di ogni ordine e grado termineranno l’anno scolastico a distanza.

Nel caso di un non rientro a scuola non solo gli studenti sarebbero ammessi tutti alla Maturità 2020, ma questa si terrebbe con un orale corposo certo, ma senza le prove scritte.

Non sarebbe la prima volta in una situazione eccezionale e straordinaria. Ciò che renderebbe la Maturità 2020 davvero unica sarebbe prima di tutto il fatto che questa misura sarebbe estesa a tutta Italia e non solo a una città o territorio e soprattutto che potrebbe avvenire a distanza come sta accadendo per le sedute di laurea.

Per quanto riguarda la comunicazione ufficiale il Miur ha rilasciato un breve comunicato sul sito che riportiamo di seguito.

“Sugli Esami di Stato il confronto è aperto e a giorni saranno comunicate decisioni ufficiali in merito. È quanto rende noto il Ministero dell’Istruzione. È in corso un confronto per ascoltare le proposte di tutte le forze di maggioranza. Le decisioni che saranno prese dovranno tener conto della situazione d’emergenza che il Paese sta vivendo. L’impegno è quello di lavorare su molteplici scenari. Il Ministero ricorda che la Ministra Azzolina si è sempre detta favorevole a una valutazione seria dell’anno scolastico in corso e degli Esami, nel rispetto del lavoro che stanno portando avanti i docenti e dell’impegno di famiglie e studenti.”

Maturità 2020: le altre ipotesi sul tavolo

Per la Maturità 2020 ci sono altre ipotesi sul tavolo. La ministra Azzolina solo qualche giorno fa parlando della 18 app, si è rivolta agli studenti che dovranno affrontare l’esame di Stato dicendo loro che a breve sarebbero stati informati.

La stessa ha detto che necessità di strumenti normativi per ridefinire la Maturità 2020 come anche gli esami di terza media.

La ministra aveva però già annunciato che la Maturità 2020 sarebbe stata presieduta da una sola commissione di professori interni alla classe e un presidente esterno. L’ulteriore ipotesi per l’Esame di Stato che arriva da Repubblica è quella di un possibile rientro tra i banchi il 17 maggio a un mese esatto dall’inizio (presunto?) della Maturità 2020.

Con questo scenario si ipotizzerebbe una Maturità 2020 con prove scritte elaborate dalle commissioni e non a livello nazionale del ministero. D’altronde la ministra lo aveva annunciato che la Maturità 2020 sarebbe stata seria, ma avrebbe tenuto conto non solo della situazione di emergenza, ma anche della reale preparazione degli studenti.

Attendiamo le prossime ore per sviluppi sul rientro a scuola e le prossime settimane per maggiori chiarimenti sulla Maturità 2020 in una situazione di continua incertezza per studenti e professori.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Maturità 2020: tutti promossi e maxi orale? Notizie ufficiali a breve ultima modifica: 2020-04-02T05:44:53+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl