MERCOLEDI’ 20 APRILE ALLE 16.30 IN AULA MAGNA DELL’I.I.S. PACINOTTI A MESTRE ASSEMBLEA COSTITUTIVA DEL COMITATO PROMOTORE PROVINCIALE

GildaVeneziaNews_logo2

Comunicato stampa

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 19.4.2016

– Campagna referendaria per il diritto all’istruzione pubblica.

MERCOLEDI’ 20 APRILE ALLE 16.30
IN AULA MAGNA DELL’I.I.S. PACINOTTI A MESTRE
ASSEMBLEA COSTITUTIVA DEL COMITATO PROMOTORE PROVINCIALE

matita-referendum5

Raccolta delle firme dal mese di aprile; quattro quesiti volti ad abrogare le parti più pericolose della Legge 107, la cosiddetta “Buona Scuola”; una compagine composita ma coesa, costituita da Cobas, Comitato nazionale di sostegno alla LIP per una buona scuola per la Repubblica, Flc-CGIL, Gilda, Unicobas, USB, SGB, CUB, Il sindacato è un’altra cosa (area congressuale Flc-CGIL), UdS, Link, Coordinamento nazionale Scuola della Costituzione, Associazione nazionale per la Scuola della Repubblica, Adam, Adida, AND, Mida, Retescuole, Cesp, Illumin’Italia.

Ecco sinteticamente cosa proporranno i quattro quesiti abrogativi.

– SCHOOL BONUS: si chiederà di cancellare un beneficio di fatto riservato alle scuole private: le erogazioni liberali non dovranno più essere riservate alle singole scuole, ma all’intero sistema scolastico, scongiurando così anche la possibilità che le scuole private sfruttino tali meccanismi per eludere le tasse su una parte delle rette;

– POTERI DEL DIRIGENTE SCOLASTICO: formulazione che abroghi la chiamata diretta degli insegnanti da parte del dirigente scolastico sugli ambiti territoriali per incarichi solo triennali;

– ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: abrogazione dell’obbligo di 200 ore nei licei e 400 ore nei tecnico-professionale, lasciando le scuole libere di organizzare tali attività come hanno sempre fatto;

– VALUTAZIONE DEL MERITO DA PARTE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO: abrogazione parziale dei relativi commi, allo scopo di ripristinare le funzioni precedenti del comitato di valutazione secondo il T.U. (Dl 297/94) e attribuzione del fondo per la valorizzazione dei docenti alla contrattazione.

 Si tratta soprattutto di rilanciare un nuovo modello sociale per contrastare quello che il Governo Renzi ha affermato a colpi di voto di fiducia nelle principali zone di espressione dell’interesse generale: ambiente, diritti, scuola, democrazia.

Affinché la parola ritorni ai cittadini, il referendum contro la 107 si collocherà perciò in una campagna allargata e plurale, oltre ai quesiti sulla scuola, uno per fermare gli incentivi alla privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici locali; uno per cambiare le politiche ambientali, a partire dallo stop definitivo alle trivellazioni petrolifere in terra e in mare, opzione “trivelle zero”.

Referendum comuni capaci di rafforzare la mobilitazione sociale che in questi anni ciascun movimento e soggetto sociale, con la propria autonomia e i propri percorsi, ha portato avanti.

Referendum comuni capaci di estendere la sensibilizzazione e il coinvolgimento diretto delle persone, e di disegnare un altro modello sociale, riaprendo la strada alla speranza di un futuro diverso per tutte e per tutti.

IN ALLEGATO il volantino distribuito nelle scuole con il quale FLC cgil – Gilda e Cobas indicono l’assemblea.

Venezia, 18 aprile 2016

 

il Comitato promotore provinciale

 

MERCOLEDI’ 20 APRILE ALLE 16.30 IN AULA MAGNA DELL’I.I.S. PACINOTTI A MESTRE ASSEMBLEA COSTITUTIVA DEL COMITATO PROMOTORE PROVINCIALE ultima modifica: 2016-04-20T08:39:28+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl