Mobilità 2019, come si indicano le sedi nella domanda

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 21.1.2019 

– Le preferenze esprimibili nelle domande di mobilità per il prossimo anno scolastico possono essere sia analitiche che sintetiche per un totale di 15

Preferenze sintetiche

Le preferenze sintetiche possono essere su distretto, comune o provincia.

Con la preferenza sintetica il docente chiede indistintamente tutte le scuole ubicate nel distretto, nel comune o nella provincia richiesta, senza stabilire alcun ordine di priorità tra esse.

La preferenza sintetica viene indicata inserendo il codice identificativo del distretto, del comune o della provincia, come riportato nei Bollettini Ufficiali.

Al docente soddisfatto in una preferenza sintetica (comune, distretto o provincia), viene assegnata la titolarità nella prima scuola disponibile secondo l’ordine del Bollettino Ufficiale. In tale ipotesi, poiché con la preferenza sintetica si richiedono indifferentemente tutte le scuole comprese nel codice sintetico, la prima scuola con posto disponibile è assegnata al docente che l’ha richiesta con indicazione puntuale o più circoscritta a livello territoriale sia pure con punteggio inferiore ed al docente che ha espresso la preferenza sintetica viene assegnata la successiva scuola disponibile all’interno dell’espressa preferenza sintetica. In tal caso non si applica quanto previsto dall’articolo 2, comma 2 del CCNI relativamente al vincolo triennale nella scuola.

Preferenze analitiche

Le preferenze analitiche sono su scuola specifica, quindi, con questa tipologia di preferenza il docente ha la possibilità di chiedere sedi specifiche indicando un preciso ordine di priorità tra esse.

Il docente soddisfatto in una preferenza di scuola acquisisce la titolarità nella scuola richiesta esplicitamente.

Le preferenze analitiche vengono indicate nel modulo domanda, nella sezione preferenze territoriali, mediante l’indicazione del codice meccanografico delle scuole, come indicato nei Bollettini Ufficiali.

Preferenze analitiche nella scuola dell’Infanzia

Ai fini dei trasferimenti e dei passaggi nella scuola dell’Infanzia sono utilizzabili i posti dell’organico, i posti di sostegno, i posti di tipo speciale, i posti attivati presso le scuole ospedaliere ed i posti di ruolo speciale in scuole speciali stabiliti per l’anno scolastico dal quale decorrono i movimenti medesimi. I posti dell’organico, di sostegno e di tipo speciale sono richiedibili mediante l’indicazione del codice di scuola sede di organico docenti.

L’organico della scuola dell’Infanzia relativo agli Istituti Comprensivi è richiedibile tramite l’indicazione del codice della scuola o plesso sede di organico dei docenti.

Preferenze analitiche nella scuola Primaria

Per la scuola Primaria, ai fini dei trasferimenti e dei passaggi, sono utilizzabili i posti dell’organico dell’autonomia di scuola Primaria stabilito e valido per l’anno scolastico dal quale decorrono i movimenti medesimi, ivi compresi i posti per l’insegnamento della lingua inglese, i posti di sostegno, i posti di tipo speciale, i posti ad indirizzo didattico differenziato, i posti attivati presso le scuole ospedaliere.

Per la scuola Primaria i posti di sostegno, i posti di tipo speciale e i posti dell’organico sono richiedibili, mediante l’indicazione del codice sede di organico docenti.

I posti per l’insegnamento della lingua inglese dell’organico di circolo sono richiedibili esclusivamente dai docenti in possesso dei titoli richiesti per l’insegnamento della lingua inglese.

Come chiarisce la nota 1) dell’art.9 comma3 del CCNI, tra i titoli richiesti per l’insegnamento della lingua Inglese nella scuola Primaria l’insegnante interessato deve possedere uno dei seguenti:

a) superamento concorso per esami e titoli a posti d’insegnante scuola primaria con il superamento anche della prova di lingua inglese, ovvero sessioni riservate per il conseguimento dell’idoneità nella scuola elementare con superamento della prova di lingua inglese

b) attestato di frequenza dei corsi di formazione linguistica metodologici in servizio autorizzati dal ministero;

c) possesso di laurea in Scienze della formazione primaria o di laurea in Lingue straniere valida per l’insegnamento della specifica lingua straniera nella scuola secondaria

d) certificato rilasciato dal ministero degli affari esteri attestante un periodo di servizio di almeno 5 anni prestato all’estero con collocamento fuori ruolo relativamente all’area linguistica inglese della zona in cui è stato svolto il servizio all’estero.

I suddetti docenti devono esprimere l’ordine di preferenza tra posto comune e lingua. In assenza di indicazione prevale la richiesta su posto di lingua.

L’organico della scuola Primaria relativo agli Istituti Comprensivi è richiedibile tramite l’indicazione del codice della scuola o plesso sede di organico dei docenti.

Preferenze analitiche nella scuola Secondaria di I e II grado

L’organico delle scuole Secondarie di I e II grado è richiedibile mediante l’indicazione del codice sede di organico risultante dai Bollettini Ufficiali

Preferenze per un Istituto Comprensivo (IC) o per un Istituto di Istruzione Superiore (IIS)

L’unificazione del codice meccanografico identificativo di un IC, per quanto riguarda la Secondaria I grado, o di un IIS, per quanto riguarda la Secondaria II grado, è confermato anche per il prossimo anno scolastico, per cui tale codice comprende tutte le sedi, i plessi e gli indirizzi facenti parte dello stesso Istituto.

Risulta confermato, quindi, quanto disposto nell’art.1 comma 5 della Legge 107/2015 che prevede quanto segue: “al fine di dare piena attuazione al processo di realizzazione dell’autonomia e di riorganizzazione dell’intero sistema di istruzione, è istituito per l’intera istituzione scolastica, o istituto comprensivo, e per tutti gli indirizzi degli istituti secondari di secondo grado afferenti alla medesima istituzione scolastica l’organico dell’autonomia, funzionale alle esigenze didattiche, organizzative e progettuali delle istituzioni scolastiche come emergenti dal piano triennale dell’offerta formativa”.

Il docente che esprime preferenza per un IC o per un IIS chiede, quindi, indistintamente tutti i plessi, le sedi e gli indirizzi presenti nell’Istituto richiesto mediante il codice meccanografico identificativo e acquisirà titolarità nell’Istituto nella sua interezza.

Preferenze per i percorsi di secondo livello istruzione adulti, per le sezioni carcerarie e ospedaliere, per i CPIA

I docenti che desiderano partecipare alla mobilità per un posto o cattedra relativa ai percorsi di secondo livello del sistema di istruzione degli adulti, alle sezioni carcerarie e ospedaliere, ai CPIA, devono inserire nella domanda specifico codice identificativo in quanto tali percorsi di istruzione non risultano compresi nel codice unificato dell’IC o dell’IIS del quale fanno parte e conservano, quindi, un organico autonomo e sono identificati da codice meccanografico differente rispetto all’Istituto del quale fanno parte

I movimenti a domanda sui posti dei centri per l’istruzione degli adulti previsti dal D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263 nella scuola Primaria e nella Secondaria di I grado vengono disposti soltanto se gli interessati ne avranno fatta richiesta nel modulo domanda.

Per l’indicazione delle preferenze su scuola, gli interessati potranno utilizzare gli specifici codici sede di organico riportati sui Bollettini Ufficiali.

L’indicazione di preferenza di comune o distretto o provincia non include le sedi di organico eventualmente situate in altre province.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Mobilità 2019, come si indicano le sedi nella domanda ultima modifica: 2019-01-21T09:43:43+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl