Mobilità 2020, al momento no presentazione domande. Manca ordinanza ministeriale

Orizzonte_logo14

Orizzonte Scuola, 16.3.2020

– Mobilità 2020 per il personale docente, ATA ed educativo: il Ministero aveva proposto la data del 16 marzo per l’avvio della presentazione delle domande.

I sindacati hanno contestato tale data, poiché tutta la procedura sarebbe ricaduta all’interno di un periodo in cui l’Italia sta vivendo una grave emergenza sanitaria.

I sindacati non hanno comunicato eventuale risposta del Ministero alla loro richiesta, però bisogna prendere atto che non è stata ancora pubblicata l’ordinanza sulla mobilità, atto propedeutico all’avvio della presentazione della domanda.

E’ nell’ordinanza infatti che verranno inseriti i limiti temporali per la presentazione della domanda. 

Essa avverrà in modalità online, tramite POLIS (istanze on line).

Da parte del Ministero quindi non sono state ancora comunicate date ufficiali. Nulla vieta che l’ordinanza possa essere pubblicata anche oggi o nei prossimi giorni, ma al momento non si hanno notizie in  merito.

Nelle prossime ore magari i sindacati riusciranno ad essere più chiari su questa circostanza, dato che la data del 16 marzo era stata anticipata in un loro comunicato “in particolare che non sia possibile far partire dal 16 marzo il periodo previsto per la presentazione delle domande”

Le caratteristiche della mobilità docenti 2020/21

 i blocchi per i docenti

  1. blocco dei tre anni nella stessa scuola (già in vigore dall’a.s. 2019/20):

quando nella domanda di trasferimento/passaggio ottengo una scuola indicata puntualmente nella domanda (es. IC Manzoni), a meno che non sto utilizzando una precedenza e non ottengo il comune in cui la esercito o sono un perdente posto. Tale blocco riguarda tutti i docenti di qualunque ordine e grado e indipendentemente dal canale di reclutamentoNon si applica ai docenti con precedenza

2. blocco dei 5 anni nella stessa scuola di assunzione per i docenti di I e II grado DM 631

Riguarda i docenti inseriti nella graduatoria del concorso 2018 ex FIT entro il 31/12 (o mesi successivi) quindi con riferimento al DM 631 del 25
settembre 2018 . 
Per loro il blocco è partito il 1 settembre 2019 per cui non potranno richiedere trasferimento o passaggio per 5 anni.

Si ricorda, invece, che gli altri docenti sempre ex FIT, individuati però entro il 31/8 (DDG 85/2018) e che hanno già svolto il FIT  (contratto a TD ecc.) e riconfermati o no sulla scuola in cui hanno svolto il percorso, non rientrano nel blocco 

  1. blocco dei 5 anni nella stessa scuola di assunzione inserito nel decreto scuola

Riguarderà tutti i prossimi neo assunti in ruolo a partire dal 1 settembre 2020. Il  blocco riguarderà tutti, indipendentemente da quale canale saranno reclutati (GAE, Concorsi 2016, concorsi 2018 e successivi compresa la “call veloce” o la possibilità di inserirsi in coda al concorso 2018 in altra regione) e dal grado o ordine di scuola di assunzione. Il blocco, si ricorda, non riguarda solo i trasferimenti o i passaggi ma anche le assegnazioni o utilizzazioni.

Questi sono gli unici blocchi previsti: qualsiasi blocco, previsto da altre norme, continua ad essere derogato dal Contratto.

Mobilità docenti: aliquote 2020/21

Per il prossimo anno scolastico 2020/21

il 50% dei posti disponibili è destinato alle immissioni in ruolo e il restante 50% è suddiviso nel seguente modo:

  • 30% alla mobilità territoriale interprovinciale
  • 20% alla mobilità professionale

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Mobilità 2020, al momento no presentazione domande. Manca ordinanza ministeriale ultima modifica: 2020-03-17T05:18:18+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl