Categorie: InsegnantiMobilità

Mobilità, annullare e revocare la domanda. Che differenza?

Orizzonte Scuola, 31.3.2020

– Il docente che decide di partecipare alla mobilità per il prossimo anno scolastico e presenta la domanda, può cambiare idea ed è utile che sappia come si deve comportare.

Le strade da seguire sono essenzialmente due: l’annullamento o la revoca della domanda.

Analizziamo le differenze

Annullamento

È possibile annullare la domanda di mobilità inviata soltanto entro il termine ultimo per la sua presentazione, quindi entro e non oltre il 21 aprile 2020.

Il docente che dopo aver compilato e inviato la domanda nella piattaforma ministeriale IstanzeOnline, se cambia idea prima o entro il 21 aprile 2020, può annullare l’invio e se non ha più intenzione di partecipare alla mobilità non deve fare più niente, altrimenti può modificare la domanda e inviarla di nuovo entro il 21 aprile.

Non è possibile, invece, annullare l’invio dopo il 21 aprile in quanto oltre il termine di scadenza per la presentazione della domanda le funzioni su IstanzeOnline non saranno più attive

Revoca

Il docente che ha inviato la domanda di mobilità, ma non intende più partecipare al movimento richiesto, se i termini per la presentazione sono scaduti e non può più, quindi, annullare l’invio, può chiedere la revoca della domanda.

La richiesta di revoca deve essere inviata per il tramite della scuola di servizio o presentata all’Ufficio territorialmente competente ed è presa in considerazione soltanto se pervenuta non oltre il quinto giorno utile prima del termine ultimo, previsto nell’art.2 dell’OM n.182/2020, per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili, quindi entro il 31 maggio 2020.

Come chiarisce la nota (1) dell’art.5 dell’Ordinanza Ministeriale, per la regolarità dell’invio “Fa fede il protocollo della scuola alla quale è stata presentata l’istanza di revoca ovvero quello dell’ufficio ricevente o la ricevuta della pec

Il docente che presenta più domande può revocarne solo una

Il docente che ha presentato più domande di mobilità, sia di trasferimento che di passaggio, deve dichiarare esplicitamente se intende revocare tutte le domande o alcune di esse.

In tale ultimo caso deve chiaramente indicare le domande per le quali chiede la revoca.

In mancanza di tale precisazione la revoca si intende riferita a tutte le domande di movimento presentate.

Mobilità insegnanti 2020: tutte le guide

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Mobilità, annullare e revocare la domanda. Che differenza? ultima modifica: 2020-03-31T09:07:36+02:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Fioramonti: “La scuola di plexiglas”

di Guido Ferrari, InfoDocenti.it, 5.6.2020. Dure le parole dell’ex Ministro Fioramonti nei confronti del governo e dell’Azzolina…

9 ore fa

Le regole da seguire per ritornarci in sicurezza (a settembre)

int. di Marco Biscella a Roberto Cauda, il Sussidiario, 5.6.2020. Uno studio internazionale condotto in 20…

9 ore fa

A scuola si tornerà “in scatola”?

di Cecilia Di Marzo, Archiportale, 5.6.2020. Ipotesi di spazi per la didattica al tempo di…

10 ore fa

Scuola, due piani per settembre ma con didattica in presenza

di Eugenio Bruno, Il Sole 24 Ore, 5.6.2020 Doppio piano per la riapertura delle scuole a settembre:…

10 ore fa

Ritorno in classe, il Governo continua a promettere

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 5.6.2020 - Azzolina: in arrivo 4 miliardi, pannelli di…

11 ore fa

Rientro a scuola, qualcuno pensa alle responsabilità dei docenti?

dal blog di Gianfranco Scialpi, 4.6.2020 Rientro a scuola: i docenti rischiano non solo in…

12 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy