Mobilità scuola docenti 2016: neoassunti fase 0 e A non sono in “coda” nella fase provinciale a tutti i docenti assunti entro il 2014/15

Orizzonte_logo14

di Paolo Pizzo,  Orizzonte Scuola, 15.2.2016

vector vintage compass

–  Ci sono stati richiesti dei chiarimenti sulla esatta collocazione dei movimenti per i neoassunti in fase 0 e A nella fase provinciale della mobilità.

Alcune interpretazioni infatti potrebbero indurre in errore. È erroneo affermare che i docenti assunti in fase 0 e A nell’assegnazione di sede in provincia saranno in “coda” a tutti i docenti assunti entro il 2014/15.

Giova infatti ricordare (anche agli “addetti ai lavori”) che da anni i docenti neoassunti in provincia partecipano alla mobilità sempre in una seconda fase che fino agli anni passati era denominata intercomunale. Tale fase avveniva dopo la I detta comunale. Poi, infine, c’era la III che era quella interprovinciale.

Per i docenti assunti in fase 0 e A non è cambiato nulla rispetto gli anni precedenti infatti parteciperanno sempre alla fase intercomunale ora detta “provinciale” successiva a quella comunale.

Questo perché il docente neo assunto è privo di sede e per tale motivo è su sede “provinciale” partecipando ora alla seconda sottofase della fase A denominata appunto provinciale.

Pertanto lo precederanno nell’assegnazione della sede tutti i docenti assunti entro il 2014/15 che effettueranno trasferimenti per scuole appartenenti allo stesso comune di attuale titolarità. Ma solo perché è una fase che precede quella che interesserà loro.

Dopodiché i docenti assunti entro il 2014/15 che invece chiederanno trasferimento per scuole di un comune diverso rispetto a quello di titolarità concorreranno insieme ai docenti assunti in fase 0 e A secondo punteggio e ovviamente fermo restando le possibili precedenze.

Ma c’è di più.

I docenti assunti entro il 2014/15 che dovessero richiedere trasferimenti da posto comune a posto di sostegno, anche per scuole dello stesso comune di titolarità, verrebbero dopo i docenti assunti in fase 0 e A.

Infatti anche qui necessitano dei chiarimenti.

Alla fase provinciale partecipano anche i docenti che chiederanno trasferimento da posto comune a posto di sostegno e viceversa, anche se per scuole dello stesso comune di attuale titolarità.

Pertanto, queste le sequenze all’interno della fase provinciale dopo i trasferimenti con diritto di precedenze (lettere B-E2):

lettera F: trasferimenti, a domanda, dei docenti titolari in provincia, compresi i titolari in esubero sulla provincia, i docenti della dotazione organica di sostegno ed i docenti privi della sede.

Per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado, i trasferimenti nell’ambito delle operazioni di cui alle lettere B), C1), C2, D), E), E1) E2), F)sono compresi i trasferimenti dei docenti titolari dei posti di sostegno che transitano sui posti comuni ovvero sulle cattedre curricolari delle scuole della stessa provincia, anche se il trasferimento è per scuole dello stesso comune.

Pertanto tutti insieme: docenti già titolari (entro 2014/15), docenti in esubero, privi di sede (compresi i neo assunti) e i docenti che chiederanno trasferimento da SOS a posto comune.

Pertanto potrebbe anche essere possibile che un docente assunto in fase 0 e A vanti più punteggio di un docente assunto entro il 2014/15 e quindi precederlo nell’ottenimento di una sede.

Successivamente:

lettera G: Trasferimenti, nelle tre tipologie di sostegno, dei docenti provenienti da posto comune ovvero da cattedre curricolari, senza distinzione tra fase comunale e fase intercomunale nell’ambito della provincia.

In questo caso il docente neo assunto precederà come movimento il docente che richiederà trasferimento da posto comune a SOS.

L’ultima lettera poi, l’H prevede:

trasferimenti d’ufficio dei docenti in esubero titolari sulla provincia o sulla dotazione organica di sostegno che non hanno ottenuto il movimento a domanda nel corso delle precedenti operazioni e trasferimenti d’ufficio dei docenti privi di sede che non hanno ottenuto il movimento a domanda nel corso delle precedenti operazioni.

Mobilità scuola docenti 2016: neoassunti fase 0 e A non sono in “coda” nella fase provinciale a tutti i docenti assunti entro il 2014/15 ultima modifica: 2016-02-15T16:17:31+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl