Nuovo anno scolastico, l’assenza preoccupante di una programmazione

Gilda Venezia

dal blog di Gianfranco Scialpi, 7.4.2021.

Gilda Venezia

Nuovo anno scolastico, la necessità di una pianificazione che al momento non esiste. Alcune letture di questa indifferenza al nuovo anno.

Nuovo anno scolastico, i segnali di questi giorni non fanno sperare

Nuovo anno scolastico, al momento non sembra una priorità per il governo. La preoccupazione dell’esecutivo è tutta concentrata sulla ripartenza pasquale. Occorre dire, però che non ci sono sostanziali novità rispetto alle soluzioni ipotizzate dalla ex-Ministra Lucia Azzolina. Il cambio di scenario dovuto alle varianti, soprattutto a quello inglese imporrebbero degli aggiornamenti.
Purtroppo l’apertura post-pasquale, sembra più un salto nel buio, piuttosto che l’atto finale di un processo decisionale finalizzato a  ridurre i rischi, derivanti soprattutto dalla  variante inglese che colpisce anche i giovanissimi. Se aggiungiamo che la vaccinazione non sembra andare spedita e secondo il cronoprogramma del nuovo commissario, creando le peggiori condizioni per rimanere ancora dentro l’emergenza sanitaria.

 il governo è fermo. Spera forse…

Considerata quindi la fondata possibilità di un nuovo anno scolastico fotocopia (quasi) dell’attuale occorrerebbe iniziare a pianificare il prossimo, cercando di migliorare  lo scudo Azzolina e introducendo nuovi accorgimenti. L’impegno dovrebbe essere prioritario, considerando la gran quantità di persone che la scuola muove ogni giorno, rappresentando come più volte ha dichiarato l’infettivologo M. Galli un serbatoio per il virus. Questi sono i numeri, escludendo l’università:” muove 886 mila insegnanti, 211 mila tecnici e amministrativi, 8 milioni e 326 mila studenti, 4 milioni di genitori (corrispondenti agli studenti delle scuole d’infanzia e primarie, ipotizzando un solo genitore per alunno che accompagna i figli: una stima per difetto).  A questi numeri vanno aggiunti quelli del personale non assunto direttamente ma operante nelle scuole (lavoratori delle mense e delle pulizie), le scuole private e gli asili comunali. In totale si arriva almeno a 15 milioni di persone che si muovono o meno (2 volte al giorno: per andare fisicamente a scuola e dopo l’uscita) se le scuole sono aperte o chiuse, ovvero un quarto dell’intera popolazione italiana.(Collettiva, 7 aprile).
Al momento il governo nulla ha fatto per avviare il processo di abolizione delle classi pollaio. Saranno presenti anche il prossimo anno. Si legge su ItaliaOggi (16 marzo) “Organici invariati per i posti comuni. Dunque, classi pollaio anche per il prossimo anno. Ma 1.000 posti in più di potenziamento nella scuola dell’infanzia e 5 mila posti di sostegno in più in organico di diritto. Tagli nei professionali: 486 cattedre e 164 posti di insegnante tecnico-pratico in meno. Questo il quadro che emerge dalle tabelle predisposte dal ministero dell’istruzione, allegate alla bozza del nuovo decreto sugli organici, di cui si sta discutendo oggi a viale Trastevere tra i rappresentanti dell’amministrazione e delle organizzazioni sindacali. Dunque, la riduzione del numero di alunni per classe, più volte auspicata per migliorare la qualità del processo didattico-apprenditivo e ridurre il rischio dei contagi da Covid-19, non ci sarà. Salvo una lieve riduzione del rapporto tra il numero degli alunni e il numero delle classi derivante dal calo demografico.”
Forse il governo spera che il prossimo anno scolastico sarà diverso. Chi non lo vorrebbe? Purtroppo però occorre fare i conti con la realtà e attivarsi per pianificare in tempo la nuova ripartenza. Diversamente si rischia “la solita storia: sorpresa, impreparazione e dunque improvvisazione” (Collettiva, 7 aprile)

.

.

.

.

.

 

Nuovo anno scolastico, l’assenza preoccupante di una programmazione ultima modifica: 2021-04-07T21:36:15+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl