Nuovo DPCM. Dal 18 gennaio superiori in presenza almeno al 50%

Gilda Venezia

dalla Gilda degli Insegnanti della Provincia di Venezia, 15.1.2021.

Nuovo DPCM, il testo ufficiale. Cosa cambia. Ogni regione potrà adottare ordinanze più restrittive. 

Gilda Venezia

Giuseppe Conte ha firmato oggi il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio con le restrizioni anti contagio da Covid-19 che saranno in vigore da domani al 5 marzo.

Il Governo conferma tutte le misure precedentemente  in vigore a partire dal coprifuoco dalle 22 alle 5 e l’inasprimento delle soglie per accedere alle zone con restrizioni, introdotte con il decreto approvato mercoledì: con Rt 1 o con un livello di rischio ‘alto’ si va in arancione, con Rt a 1,25 in rosso.

Questa la nuova suddivisione tra le diverse Regioni:

  • ZONA ROSSA
    Lombardia, Provincia autonoma di Bolzano, Sicilia
    .
  • ZONA ARANCIONE
    Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Val d’Aosta, Veneto
    .
  • ZONA GIALLA
    Basilicata, Campania, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna e Toscana.

 

Il Dpcm prevede che dal prossimo 18 gennaio (tranne in zona rossa) gli istituti superiori dovranno garantire la didattica con presenza dal 50% al 75%, ma ogni regione continuerà a poter adottare ordinanze più restrittive. Possibile anche il ritorno in aula nelle università.

Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

Con ordinanze regionali Marche, Calabria, Basilicata, Sardegna, Sicilia (che ora è rossa), Veneto, Friuli Venezia Giulia avevano deciso il rientro l’1 febbraio. Le scuole superiori potrebbero riaprire alle lezioni in presenza il primo febbraio “solo se non ci sono rischi. Sennò si valuterà lo scenario epidemiologico” dice il governatore del Veneto Luca Zaia. La Campania, che doveva ripartire il 25 (oggi il presidio degli studenti) e dove anche le ultime classi della primaria e le medie fanno lezione a distanza, deciderà domani sul rientro da lunedì di tutti i bambini delle elementari.

Scuole infanzia e primo ciclo interamente in presenza

L’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi integralmente in presenza.

Scuole nelle zone rosse

Il Dpcm, per le aree del terriotrio nazionale caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto (cd. zone rosse), prevede che resta fermo losvolgimento in presenza della scuola dell’infanzia, della scuola primaria, dei servizi educativi per l’infanzia e del primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado, per le classi seconda e terza delle scuole medie e per tutte le classi delle scuole superiori le attività scolastiche e didattiche le lezioni si svolgono esclusivamente con modalità a distanza.

Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori  o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

Uso delle mascherine

È obbligatorio l’uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

Revisione piano ATA

Le scuole secondarie di secondo grado modulano il piano di lavoro del personale ATA, gli orari delle attività didattiche per docenti e studenti, nonché degli uffici amministrativi, sulla base delle disposizioni della presente lettera.

Corsi di formazione

I corsi di formazione possono svolgersi solo con modalità a distanza.

Sono consentiti in presenza, tra gli altri, i corsi di formazione da effettuarsi in materia di salute e sicurezza, nonché l’attività formativa in presenza, ove necessaria, nell’ambito di tirocini, stage e attività di laboratorio, a condizione che siano rispettate le misure di cui al «Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione» pubblicato dall’INAIL.

Riunioni degli organi collegiali

Le riunioni degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado continuano a essere svolte solo con modalità a distanza.

Viaggi di istruzione

Continuano ad essere sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Attività di PCTO

Sono fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, nonché le attività di tirocinio da svolgersi nei casi in cui sia possibile garantire il rispetto delle prescrizioni sanitarie e di sicurezza vigenti.

Concorsi

Il Dpcm prevede che è sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica; a decorrere dal 15 febbraio 2021 sono consentite le prove selettive dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni nei casi in cui è prevista la partecipazione di un numero di candidati non superiore a trenta per ogni sessione o sede di prova, previa adozione di protocolli adottati dal Dipartimento della Funzione Pubblica e validati dal Comitato tecnico-scientifico di cui all’articolo 2 dell’ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630, del Capo del Dipartimento della protezione civile. Resta ferma la possibilità per le commissioni di procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto.

Spostamenti

Anche nelle zone arancioni e rosse, sono sempre consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita.

.

.

.

.

.

.

 

Nuovo DPCM. Dal 18 gennaio superiori in presenza almeno al 50% ultima modifica: 2021-01-15T14:18:20+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl