Pensioni scuola, riscatto della laurea gratuito? L’ipotesi in manovra di bilancio

Lo rivela la sezione Economia del Corriere della Sera: tra le ipotesi in campo nella manovra della Legge di Bilancio da 23 miliardi di euro, anche quella relativa al riscatto della laurea gratuito.

Una misura onerosa, da 4-5 miliardi l’anno – avverte Pasquale Tridico, presidente dell’Inps – e tuttavia una misura che potrebbe fruttare i suoi benefici: “Il riscatto della laurea ha due caratteristiche positive, incentiva il giovane e contribuisce all’aumento delle skill in un Paese dove il tasso dei laureati è tra i più bassi dell’Ue – spiega il presidente dell’Istituto previdenziale -. Inoltre pareggia una sorta di discriminazione che potrebbe denunciare chi resta di più tra i banchi di scuola rispetto all’ingresso mercato nel mercato del lavoro”.

Quale riscatto della laurea oggi?

Al momento – si legge sul Corriere – chi vuole riscattare gli anni di studio ha a disposizione il riscatto agevolato che come ricordato dall’Inps varrà anche nel 2022. La norma prevede che si possano riscattare, salvo alcune eccezioni, gli anni degli studi universitari a fini pensionistici senza limiti di età ma a patto di non avere versato contributi prima del 1996 e di essere iscritti all’assicurazione generale obbligatoria (dipendenti, autonomi o gestione separata).

In concreto è possibile riscattare fino a 5 anni di università, a un costo parametrato alla retribuzione ma agevolato e che in media si è attestato attorno a 5.200 euro per anno di studio. Dell’argomento abbiamo discusso anche nella diretta della Tecnica della Scuola Live, nell’appuntamento dedicato alle pensioni scuola.

 

Pensioni scuola, riscatto della laurea gratuito? L’ipotesi in manovra di bilancio ultima modifica: 2021-10-20T05:19:39+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl