di Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola, 22.1.2020

– Il CCNL Scuola 29/11/2007 all’art. 16 prevede la possibilità di fruire di brevi permessi di durata non superiore alla metà dell’orario giornaliero individuale di servizio e, comunque, per il personale docente fino ad un massimo di due ore. Per il personale docente i permessi brevi si riferiscono ad unità minime che siano orarie di lezione.

Chi può fruirne?

La norma interessa docenti e ATA, con contratto a tempo indeterminato e determinato,

Come?

I permessi sono concessi a domanda, per esigenze personali e comunque compatibilmente con le esigenze di servizio. Le motivazioni addotte dal dipendente non sono soggette a valutazione da parte del Dirigente scolastico, che però può rifiutare la concessione del permesso per motivi organizzativi. Inoltre, il personale, dopo la fruizione, non è tenuto a presentare alcuna giustificazione.

Per il personale docente, è bene ricordarlo, l’attribuzione dei permessi è subordinata alla possibilità della sostituzione con personale in servizio.

Quante ore all’anno?

I permessi complessivamente fruiti non possono eccedere 36 ore nel corso dell’anno scolastico per il personale ATA; per il personale docente, il limite corrisponde al rispettivo orario settimanale di insegnamento.

Recupero delle ore

Lo stesso art. 16 prevede poi, al comma 3, che il dipendente, entro i due mesi lavorativi successivi a quello della fruizione del permesso, è tenuto a recuperare le ore non lavorate in una o più soluzioni in relazione alle esigenze di servizio.

Il recupero da parte del personale docente dovrà avvenire prioritariamente con riferimento alle supplenze o allo svolgimento di interventi didattici integrativi, con precedenza nella classe dove avrebbe dovuto prestare servizio il docente in permesso.

Trattenuta sulla retribuzione

Se il recupero non è possibile, per fatto imputabile al dipendente, l’Amministrazione tratterrà una somma pari alla retribuzione spettante al dipendente stesso per il numero di ore non recuperate.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

Permessi brevi: quando utilizzarli ultima modifica: 2020-01-22T21:38:39+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Didattica a distanza, 2 docenti su 3 hanno finito il programma

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 14.7.2020. Ma lavorando come mai e gli alunni gli…

30 minuti fa

Graduatorie Provinciali Supplenze e Graduatorie d’Istituto come saranno assegnate le supplenze ai precari

di Linda Tramontano,  Professionisti Scuola Network, 14.7.2020. GPS  e GI: chiarimenti sui due canali di…

41 minuti fa

Test sierologici a docenti e Ata, il Governo accelera

di Alessandro Giuliani, La Tecnica della scuola, 14.7.2020. Azzolina: la gara è partita. Dubbi però sui…

9 ore fa

Graduatorie provinciali supplenze, domande dal 24 luglio

La Tecnica della scuola, 14.7.2020. Le domande per partecipare alle graduatorie provinciali per le supplenze partiranno…

9 ore fa

Ruolo docenti: al via le iscrizioni per poter partecipare al concorso straordinario ruolo

di Giuseppe de Tullio, InfoDocenti.it, 14.7.2020. Fino al 10 agosto è possibile iscriversi, attraverso la piattaforma di…

22 ore fa

Graduatorie provinciali supplenze, Azzolina firma l’ordinanza

di Fabrizio De Angelis, La Tecnica della scuola, 13.7.2020. Il testo definitivo. La Ministra Azzolina ha…

23 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy