di Guido Ferrari, InfoDocenti.it, 30.10.2020.

Per il personale della scuola, sia di ruolo che precario, è possibile chiedere dei permessi brevi di alcune ore che vanno restituite nel corso dell’anno.

A disciplinare la materia c’è l’art. 16 del CCNL 2006/09 che al comma 1 recita:

Compatibilmente con le esigenze di servizio, al dipendente con contratto a tempo indeterminato e al personale con contratto a tempo determinato, sono attribuiti, per esigenze personali e a domanda, brevi permessi di durata non superiore alla metà dell’orario giornaliero individuale di servizio e, comunque, per il personale docente fino ad un massimo di due ore. Per il personale docente i permessi brevi si riferiscono ad unità minime che siano orarie di lezione.

Al successivo comma 2 viene chiarito il tetto massimo annuo

I permessi complessivamente fruiti non possono eccedere 36 ore nel corso dell’anno scolastico per il personale A.T.A.; per il personale
docente il limite corrisponde al rispettivo orario settimanale di insegnamento.

Quindi i docenti possono chiedere fino a massimo due ore giornaliere di permesso. In un anno scolastico i docenti della scuola secondaria possono chiedere fino ad un massimo di 18 h, quelli della primaria fino a 24h e quelli dell’infanzia fino a 25h.

Al comma 3 viene specificato che:

Entro i due mesi lavorativi successivi a quello della fruizione del permesso, il dipendente è tenuto a recuperare le ore non lavorate in una o più soluzioni in relazione alle esigenze di servizio.
Il recupero da parte del personale docente avverrà prioritariamente con riferimento alle supplenze o allo svolgimento di interventi didattici integrativi, con precedenza nella classe dove avrebbe dovuto prestare servizio il docente in permesso.

Le ore quindi vanno restituite entro 2 mesi e prioritariamente con interventi nelle classi dove si doveva prestare servizio. Se il recupero non avviene, per colpe del dipendente, l’Amministrazione tratterrà la retribuzione relativa alle ore di permesso. Se invece il recupero non avviene, ma senza alcuna responsabilità da parte del docente, nulla è dovuto.

 

Permessi Brevi ultima modifica: 2020-10-31T06:03:46+01:00 da Gilda Venezia
Gilda Venezia

Leave a Comment
Share
Pubblicato da
Gilda Venezia

Recent Posts

Covid, altro che scuole sicure: con la loro riapertura 225mila casi positivi

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 4.12.2020. Un modello statistico smentisce Miozzo e il Cts…

26 minuti fa

Ancora una sentenza del Tribunale di Catania sui docenti sanzionati per non aver compilato il registro elettronico

InfoDocenti.it, 4.12.2020. Ancora una sentenza del Tribunale di Catania sul caso dei docenti dell’Istituto Quirino  Maiorana…

1 ora fa

Covid, i docenti non sono obbligati a fare il tampone

di Alessandro Giuliani,  La Tecnica della scuola, 4.12.2020. Chi insegna a scuola può rifiutarsi di sottoporsi…

2 ore fa

Convocazioni docenti per riunioni in presenza non sono legittime

di Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola, 4.12.2020. Alcune scuole in Veneto hanno emanato delle circolari,…

3 ore fa

DPCM scuola: tutte le misure in vigore fino al 15 gennaio

La Tecnica della scuola, 4.12.2020. Nuovo Dpcm 3 dicembre, il testo è in Gazzetta Ufficiale:…

3 ore fa

Valutazione alunni primaria, giudizi descrittivi al posto del voto

di Reginaldo Palermo,  La Tecnica della scuola, 4.12.2020. Pubblicate Ordinanza e Linee Guida. Sono 4 i…

3 ore fa

Questo sito contiene cookie tecnici, analitici e terze parti per la migliore fruizione dei contenuti del sito anche mediante tracciamento delle attività nel sito. Per visualizzare la cookie policy e disabilitare i cookie diversi da quelli tecnici, clicca sul link sotto. Chiudendo questo banner e navigando sulla pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Clicca qui per visualizzare la cookie policy