Rientro a scuola, il distanziamento tra le rime buccali è sicuro?

dal blog di Gianfranco Scialpi, 21.9.2020

Rientro a scuola, i paesi euopei, quando hanno adottato il distanziamento,
hanno adottato quello tra i banchi. In Italia, invece….
Gilda Venezia

Rientro a scuola, il distanziamento bocca a bocca non sembra avere conferme in Europa. Ha i requisiti di sicurezza e protezione? Fra qualche giorno o settimana avremo dei dati. Allora capiremo…

Rientro a scuola, il distanziamento in Europa

Rientro a scuola, ormai tutti i sistemi formativi hanno riaperto i cancelli. Occorreva riaprire le scuole per dare una spinta significativa al processo di normalizzazione in tempi di Covid.
Una delle regole ricorrenti è il distanziamento fisico. Il criterio però non è stato adottato in tutti i paesi europei.
Analizziamo gli ultimi dati disponibili.
Danimarca: distanza tra i banchi monoposto due metri (Eurocomunicazione).
Spagna: distanziamento (1,5 metri), (Fanpage).
Francia: soprattutto per i bambini al di sotto degli 11 anni di età e quindi sprovvisti di maschera, deve essere assicurata la “massima distanza possibile tra i banchi” (Europatoday). Generalmente però il paese transalpino ha scelto la via della non obbligatorietà del distanziamento (Affaritaliani).
Germania: nessun obbligo di distanziamento (OrizzonteScuola).
Inghilterra: distanziamento di un metro è solo consigliato (Tuttoscuola).

La scelta italiana: il metro tra le rime buccali

Considerando le criticità del nostro sistema scolastico, riguardanti la scarsità di aule e la quasi totale assenza di ambienti alternativi, la Ministra Azzolina è passata dal  metro tra un alunno e l’altro (giugno) a  un metro tra le rime buccali (agosto).
Ora è ancora presto per valutare se il distanziamento italiano (non esiste in Europa una regola simile a quella adottata dal nostro Paese) è efficace. Fra qualche giorno avremo i primi dati, anche se non sarà facile imputare l’eventuale rialzo o la presenza di casi positivi a scuola anche alla distanza buccale.
Indubbiamente quella buccale, anche da seduti diventa dinamica, in quanto soprattutto il bambino si muove continuamente e quindi anche la sua testa, riducendo la distanza tra i compagni. Il distanziamento tra le rime buccali funziona solo in presenza di bambolotti o bambole, ma non di piccoli che vivono un’età caratterizzata dalla dinamicità fisica che può coinvolgere anche solo alcune parti del corpo.

.

.

.

.

.

.

.

 

Rientro a scuola, il distanziamento tra le rime buccali è sicuro? ultima modifica: 2020-09-22T06:00:27+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl